Opzioni Binarie Truffa La Risposta Definitiva!

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Come Guadagnare con le Opzioni Binarie 60 Secondi

La formula più estrema e all’avanguardia del trading si chiama opzioni binarie 60 secondi!

Da quando il mondo del trading online ha scoperto le opzioni binarie, investire sul mercato finanziario non è più la stessa cosa. Grandi opportunità si aprono anche ai meno esperti del settore e tantissime opzioni e strategie dischiudono le porte a un mercato dal grosso potenziale ma anche con qualche rischio.

Le opzioni binarie 60 secondi sono forse le più rischiose perché possono far guadagnare molti soldi così come generare molte perdite. Con la dovuta cautela e le giuste strategie, però, si può imparare a domare anche questo interessante strumento di trading binario e iniziare a guadagnare in un attimo, il tempo di 60 secondi.

Cosa Sono le Opzioni Binarie 60 Secondi

Della durata, appunto, di un minuto, le opzioni binarie 60 secondi permettono, proprio grazie alla breve durata, illimitate performance di guadagno che possono dipendere dalla capacità del trader nello sfruttare segnali di mercato in breve tempo.

Tali opzioni a breve termine consistono in transizioni di tipo classico Basso/Alto, in cui all’investitore spetta prevedere se l’asset di mercato scelto scenderà o salirà nell’intervallo di tempo di 60 secondi. Il procedimento è semplice:

  • si sceglie l’asset che può consistere in coppie di valute, titoli azionari, materie prime e altri elementi del mercato finanziario;
  • si fa la previsione: rialzo o ribasso (detto anche call/put) dell’asset di mercato precedentemente scelto, stando attenti a quelle che possono essere le minime oscillazioni in un intervallo di tempo così breve;
  • si decide l’importo da investire con il giusto raziocinio;
  • si conferma l’opzione il quale, neanche il tempo di un caffè, si trasformerà in perdita o lauto guadagno.

Capire le Opzioni Binarie 60 con i Grafici

Ancor prima di impostare la propria strategia di trading binario con le opzioni a 60 secondi occorrono due cose fondamentali: affidarsi al miglior broker e imparare a leggere e consultare i grafici di mercato (come quelli a candela), perché in questi investimenti di breve termine la chiave sta tutto nel saper individuare il flusso e l’andamento degli asset e dei trend di mercato.

Un grafico, infatti, può illustrare esattamente quale indice o titolo mantiene un andamento costante (situazione più propizia per l’investimento) e quale, viceversa, risulta variabile e quindi difficile da prevedere.

Opzioni Binarie 60 Secondi: Strategie Vincenti

Una volta effettuata la transizione con le opzioni binarie 60 secondi, la percentuale di guadagno sull’investimento sarà del 70%, ma quella di perdita del 100%. Questa vuol dire che a evidenti prospettive di ricchezza corrispondono grandi possibilità di rischio; ecco perché il consiglio assai diffuso tra gli esperti è quello di iniziare con l’investire soltanto il 5% del proprio conto prima di avere appreso a pieno tutte le dinamiche del mercato finanziario e del trading binario.

Per minimizzare rischi e perdite, oltre alla prudenza, occorre allora mettere in pratica una serie di strategie vincenti per opzioni binarie 60 secondi, basandosi come sempre sulla lettura dei grafici.

Fatto correttamente e con una preparazione adeguata, quello dei 60 secondi è forse la tipologia di trading binario più redditizio. Si adatta soprattutto ai trader più esperti, capaci di valutare ogni margine di rischio, capire quando è assicurata la massima volatilità e liquidità dei prezzi dei principali asset di mercato e seguire le tendenze di prezzo che possono svilupparsi nell’arco di un minuto.

Come guadagnare con le opzioni binarie 60 secondi allora? Ecco allora una strategia che fan al caso degli investitori più esperti e oculati.

Strategia Opzioni Binarie 60 Secondi Supporti e Resistenza

Questa strategia di trading binario sfrutta due importanti elementi dell’analisi tecnica, vale a direi i supporti (livelli di prezzi in cui il valore dell’asset, dopo una fase al ribasso, è rimbalzato invertendo la direzione) e le resistenze (livelli di prezzi dove viceversa, dopo una fase al rialzo, il valore tende ad abbassarsi). Quando il prezzo rimbalza su uno di questi due elementi si ha un segnale di rimbalzo, quando invece non cambia direzione abbiamo un segnale di rottura.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Tracciando questi supporti e resistenze, allora, abbiamo un chiaro quadro del comportamento dell’asset in queste aree di prezzo e possiamo prevedere con più certezza se la previsione sarà al rialzo (call) o al ribasso (put).

Migliori Broker per Opzioni Binarie 60 Secondi

Per potere investire sul trading binario e mettere in pratica le tue strategie vincenti opzioni binarie 60 secondi è il caso di affidarti ai migliori broker e alle piattaforme di trading dall’utilizzo facile e intuitivo che questi offrono. Ecco un elenco dei broker più affidabili e legali per fare sul serio con le opzioni binarie a 60 secondi e le altre formule a breve e a lungo termine:

  • 24option, il primo in Italia ad aver ottenuto la certificazione CONSOB, la sua piattaforma è apprezzata per un interfaccia semplice e intuitiva, offre informazioni sempre ricche e aggiornate, tra i più utilizzati per glia manti delle opzioni binarie 60 secondi, garantisce anche un bonus del 100%, sicuramente tra il più affidabile;
  • 100% Top Option, il broker che consente il deposito minimo più basso (soltanto 100€);
  • OptionWeb, anch’esso approvato dalla CONSOB, offre ottimi strumenti di trading e informazioni sempre utili.

Opzioni Binarie | La Guida più letta in Italia!

“ Le opzioni binarie non vengono pubblicizzate o vendute ai trader al dettaglio del SEE. Se non sei un cliente professionista, ti invito ad abbandonare la pagina”

Prima di iniziare a parlare delle opzioni binarie voglio fare una premessa importante: come ormai è noto, da un pò di tempo, le opzioni binarie non sono più disponibili per i Trader al dettaglio che non sono definibili come professionisti. Purtroppo infatti, una serie di broker di opzioni binarie poco corretti, truffaldini e non regolamentati (che non sono mai stati promossi su questo sito) hanno inquinato il settore degli investimenti in opzioni binarie e l’ESMA nel giugno del 2020 ha deciso di essere più restrittiva. Le opzioni binarie possono quindi essere utilizzate solamente dai clienti professionisti. Come si suol dire piangono anche i broker giusti a causa dei peccatori.

Per essere considerati Trader Professionisti quindi bisognerà rispettare almeno 2 dei seguenti parametri:

  1. Aver effettuato almeno 10 trade di almeno 150 euro ogni trimestre per almeno 4 trimestri;
  2. La propria liquidità (inclusi gli investimenti) deve essere superiore ai 500.000 euro;
  3. Bisogna avere almeno un anno di esperienza rilevante nel ambito degli investimenti.

Ovviamente, per confermare ciò, i broker ti faranno compilare un questionario dove dovrai appunto rispondere affermativamente ad almeno 2 domande su 3.

In molti, ovviamente, vogliono avere ancora la possibilità di investire in opzioni binarie e rispondono al questionario in modo tale da essere considerati trader professionisti anche se non lo sono: questo è un grande errore perché ricordiamo sempre che se è vero che con le opzioni binarie si possono ottenere in breve tempo enormi guadagni è anche vero che si può perdere anche l’intero capitale ma come si suol dire… ognuno decide da sé.

Sono sicuro che sei entrato sul mio sito perché ancora non hai ben capito cosa sono queste opzioni binarie di cui tutti parlano ma sulle quali hai ancora molti dubbi e lacune. Ho voluto creare questa pagina introduttiva particolarmente corposa, ma davvero chiara e semplice, che farà sì che tu possa chiarire finalmente tutti i dubbi che fino ad adesso ti hanno impedito di entrare a far parte degli investimenti nel trading online.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Investous

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

59% of retail CFD accounts lose money
CFD broker

Piattaforma: IQ Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Deposito minimo basso
  • Demo gratis illimitata

87% of retail CFD accounts lose money
CFD broker

Opzioni binarie: guida per i trader italiani

Le opzioni binarie, dette anche operazioni binarie o opzione binaria, stanno realmente diventando famose in Italia. In molti cercano su internet una guida su questo strumento di investimento proprio perché ancora non vi è stato nessuno che si è posto il compito di approfondire tutti gli aspetti inerenti il mondo del trading in opzioni binarie e in generale relativi al trading online opinioni.

Mi scrivete in tanti via mail e mi contattate in tantissimi tramite Skype (ti ricordo che in alto a destra trovi tutti i recapiti per contattarmi se alla fine di questa guida dovessi avere ancora dei dubbi o delle domande da pormi) e dai quesiti che mi hanno posto tanti trader alle prime armi ho deciso di dedicare parte del mio tempo per fare maggiore chiarezza perché investimenti facili non ne esistono se non hai una cultura e le nozioni base di questo strumento di trading.

ATTENZIONE: se vuoi subito andare al dunque visto che il trading online è una realtà seria usando piattaforme di trading serie e regolamentate come quelli che trovi su questo sito ti consiglio di scaricare questa guida gratuita iscrivendoti al broker (CLICCANDO QUI) visto che è l’unica guida che spiega chiaramente ai principianti come avere successo con il trading online.

Un video per chiarire le tipologie di investimento

Ho preparato questo video e l’ho caricato su Youtube e adesso ti invito a vederlo tutto d’un fiato così, capirai il funzionamento di tutte le possibili tipologie di investimento con le quali fare trading online. Questi sei video durano 2 minuti ciascuno e ti presenteranno tutte le tipologie di opzioni binarie:

  1. le classiche;
  2. le 60 secondi;
  3. le long term (hanno lo stesso funzionamento delle classiche ma su timeframe lunghi);
  4. le coppie;
  5. le one touch.

In meno di 15 minuti avrai appreso il funzionamento delle 5 tipologie di opzione binaria con le quali farai trading online. Consideralo un breve webinar!

Mini Webinar

Come sono nate le opzioni binarie?

I primi che hanno elaborato il concetto di opzioni binarie sono stati degli impiegati per i fondi speculativi quantitativi che hanno applicato agli investimenti dei modelli matematici molto complessi , hanno scandagliato tutte le situazioni di mercato e hanno operato di conseguenza, iniziando ad ottenere profitti elevatissimi.

Il principale ideatore delle opzioni binarie è stato Sandford J. Grossman, professore alla Wharton School della Pennsylvania University a Filadelfia, che ha elaborato la prima teoria matematica che sta alla base delle opzioni binarie. E’ interessante notare che, nonostante la teoria sia parecchio complessa, il sistema delle opzioni binarie è veramente semplice!

Si tratta di una cosa seria

Si hai capito bene e te lo ripeto per esser certo che tu abbia compreso il messaggio fondamentale che ti porterà a guadagnare e a diminuire i rischi di perdita: le opzioni binarie facili non esistono! Sono una cosa seria e serio è sia il rischio di perdere sia la possibilità di guadagnare realmente tanto.

Vincere sempre è impossibile del resto, se i broker non avessero il loro guadagno non investirebbero milioni di euro per aprire le piattaforme di trading online, non pagherebbero gli stipendi dei loro dipendenti, analisti e assistenti alla clientela e tutto ciò che c’è dietro qualsiasi altra grande azienda.

I rischi di perdere il capitale depositato esistono ma, solo se non usi realmente la testa perché la regola numero uno per guadagnare è avere bene in testa una cosa: non sono una scommessa! Lascia perdere chi ti dice così perché è proprio grazie a chi pensa che tale strumento di investimento sia come giocare al casinò che i broker pagano tutto quello che ti ho elencato prima.

Quelli che perdono sono solo quelli che cercano su internet parole come i trucchi o la classica “falla” mentre, quelli che guadagnano e continuano ogni giorno a guadagnare sono quelli che meno si affidano al caso: cercano guide come questa, una volta entrati su un sito come questo spulciano tutti gli articoli e le pagine che trovano all’interno di esso poi li leggono, li studiano, mettono in pratica ciò che hanno imparato investendo responsabilmente e soprattutto sono consapevoli che come in ogni cosa, se si vuole ottenere un risultato bisogna mettere il massimo dell’impegno.

Perciò, prima di investire del denaro, chiediti se sei pronto ad investire il tuo tempo!

Quindi se ancora non ti è chiaro con le opzioni binarie si guadagna e anche molto ma ovviamente, vincere sempre è impossibile.

Deposito minimo:$100
Trade minimo:$24

Deposito minimo:$10
Trade minimo:$1

*Gli investitori possono perdere l’intero capitale

Come funzionano?

Se sei arrivato su questa pagina è ovvio che hai ancora molti dubbi sul funzionamento delle opzioni binarie, su come massimizzare i guadagni per ridurre le perdite, sul miglior approccio per iniziare ad investire con questo strumento del trading online.

Tutto questo si può ridurre in un’unica domanda che come ti dicevo prima, molto spesso mi pongono, ovvero: “Ma esattamente, le opzioni binarie come funzionano?”

Si tratta di un investimento sull’andamento del prezzo di una materia prima (vedi ad esempio l’oro), di un’azione (per esempio le azioni Facebook), di un indice di borsa (il Nasdaq, il Dax) e sulle coppie di valute (Euro/Dollaro).

Per investire dovremo semplicemente prevedere quale sarà l’andamento del prezzo in un dato periodo di tempo (60 secondi, 5 minuti, 1 ora, ma di questo ne parleremo meglio dopo).

Facciamo un esempio

E’ arrivato il momento di fare un esempio pratico per spiegarti molto più facilmente di cosa stiamo parlando!

Prenderemo come esempio la coppia di valute Euro/Dollaro: questo è un chiaro esempio di opzioni binarie e forex poiché, se ancora non la sapevi, gli scambi e gli investimenti sulle coppie di valute rappresentano il Foreign Exchange Market, ovvero il mercato degli scambi di valuta estera.

Per essere ancora più chiari: dovrai quindi, nel caso Euro/Dollaro se, alla data scadenza il valore e quindi il potere d’acquisto dell’Euro sarà maggiore di quello del Dollaro.

ATTENZIONE: Il corso di trading online di 24option è gratuito e davvero pratico e adatto ai principianti: non ti fa perdere giorni con incomprensibile teoria ma ti spiega con molta chiarezza come fare a guadagnare con il trading online. Scarica gratis il corso iscrivendoti a Investous CLICCANDO QUI

Tutorial

Con la foto che vedi qui sotto spiegarti l’esempio appena fatto sarà ancora molto più semplice quindi, guarda con attenzione l’immagine e il funzionamento dell’investimento con questo strumento di trading sarà davvero chiarissimo!

Questa è una delle immagini che spesso vedrai all’interno delle piattaforme del broker.

Come vedi hai delle informazioni fondamentali in questa immagine:

  1. la scadenza dell’opzione ovvero le 19:00 (e il relativo tempo mancante alla scadenza ovvero 3 minuti e 19 secondi);
  2. la percentuale di premio in caso di previsione corretta dell’andamento, ovvero l’81%;
  3. la scelta dei trader (il 54% dei trader pensa che il prezzo della coppia scenderà ancora e la restante parte il 46% pensa che salirà);
  4. l’importo da investire (che in questo caso è stato impostato ad un 1$;
  5. il guadagno potenziale che in questo caso specifico è di 1.81$;
  6. diverse impostazioni del grafico per valutare l’andamento (30 minuti, 1h, 2h fino a 12h e la possibilità di impostare il grafico a candele o lineare (in questo caso è lineare ma con quello a candele potrai avere molte più informazioni utili per fare una previsione più attenta.

A questo punto non ti resta che sceglierà tra CALL e PUT. Se pensi che l’Euro varrà di più del Dollaro alla scadenza dell’opzione binaria allora cliccherai su CALL se invece pensi il contrario, cliccherai su PUT.

Ora che hai visto come funzionano tutte le tipologie di opzione binaria, quando investire sarà la tua prossima domanda: lo so benissimo perché, come ti dicevo prima ricevo decine di email ogni mese e so benissimo quali sono i dubbi che assalgono un trader principiante.

Quando investire?

Prevedere l’andamento dei prezzi è quello che ti viene richiesto di fare se vuoi guadagnare. Non è una cosa semplicissima ma, se studierai le strategie per le opzioni binarie (clicca qui e troverai un’intera sezione all’interno del sito) e non ti farai prendere la mano da investimenti azzardati solo perché hai previsto positivamente 4 trade su 5 farai molta strada.

Grafici e notizie macroeconomiche

Osservare i grafici dovrà diventare per te un’abitudine. E’ la prima cosa che personalmente faccio ogni mattina ma, non faccio solo questo. Per prevedere gli andamenti dei prezzi inizio a guardare i telegiornali e le notizie economiche e nel momento in cui una notizia importante si prospetta apro la piattaforma di investimento in opzioni binarie.

Per notizie importanti intendo le conferenze di Mario Draghi sul debito dei paesi europei e sui prestiti che la Banca Centrale Europea offrirà agli stessi; i tassi di disoccupazione del paese sulla cui moneta voglio investire oppure, il prezzo del petrolio al barile.

Le informazioni macroeconomiche sono un ottimo segnale per guadagnare con le opzioni binarie e non preoccuparti perché, sulle migliori piattaforme dei broker trovi sempre il calendario economico che ti informa delle notizie di prossima uscita e del grado di importanza della stessa. Inoltre, iscrivendoti ad un broker opzioni binarie potrai usufruire di alcuni bonus che ti permetteranno di avere in tempo reale i segnali di investimento per essere sempre tempestivo nel trading online.

Segnali di trading gratis

Se ti iscriverai ad uno dei migliori broker attraverso il mio blog riuscirai ad ottenere molti bonus tra cui appunto i segnali gratis di trading. E’ uno dei bonus più importanti che potrai ottenere perché come ti dicevo ti verrà segnalato tramite mail o sms quando l’andamento del prezzo si sta muovendo in maniera particolare e sta mantenendo quell’andamento in maniera costante: praticamente, verrai informato di un particolare “trend” del prezzo.

I segnali di trading vengono forniti da analisti esperti e dare informazioni corrette è per loro importante per mantenere la loro credibilità. Ricorda che la maggior parte dei broker, soprattutto quelli che trovi all’interno di questo mio blog, sono società che guadagnano in base al volume di trading che inviano al market maker e non in base alle perdite del trader. Più movimenti vengono effettuati, più loro guadagnano, sia che tu faccia previsioni corrette sia che tu faccia previsioni errate.

ATTENZIONE: I segnali di trading di Investous sono i migliori perchè ti offre la rinomata piattaforma di segnali di investimento di Trading Central: CLICCA QUI per iscriverti così da avere accesso immediato e gratuito ai corsi, ai webinar, alla demo e ai SEGNALI DI TRADING!

La regolamentazione in Italia

Passiamo adesso ad un argomento di primaria importanza. Le opzioni binarie sicure esistono? La risposta è sì ma, bisogna sempre fare attenzione. Le opzioni binarie regolamentate dalla Consob sono uno strumento di trading certamente sicuro per chi vuole operare in Italia. La Consob, insieme alla CySec è infatti l’organo competente a tutelare gli investitori italiani.

Attenzione quindi quando depositate vostri capitali all’interno di una piattaforma per opzioni binarie che è regolamentata: per scoprirlo basta verificare sul sito della CySec e della Consob se è presente il nome della società che controlla la piattaforma del broker. Se avete dubbi contattatemi e farò io la verifica per voi: in ogni caso, tutti i broker che trovi all’interno del mio blog sono assolutamente legali e regolamentati per le opzioni binarie in Italia.

Opinioni sui Robot

In quest’ultimo anno sono nate molte piattaforme di robot. Basta cercare su Google per capire quanta gente si affida e perde con questi strumenti che io definisco una truffa vera e propria. Anche Le Iene hanno parlato di questi metodi automatici e sul sito troverai un articolo a riguardo.

Non mi dilungo troppo a riguardo perché troverai all’interno del sito un articolo specifico ma, ancora una volta, ti invito a riflettere su una cosa semplice: non esistono le galline dalle uova d’oro e se ti affiderai a questi fantomatici “robot d’investimento” il pollo che verrà spennato sarai tu! Stai quindi molto attento anche perché, queste piattaforme automatiche non sono regolamentate dalla Consob e della CySec e questo la dice lunga…

Come iniziare

Ok, spero che tu abbia chiaro tutto quello che ho spiegato precedentemente e se così non fosse ti invito a contattarmi via email per chiarire i dubi rimanenti.

Molti mi fanno spesso la seguente domanda: “Come iniziare a fare trading e guadagnare?” Altri invece mi chiedono: “Si può partire a far trading senza deposito iniziale?”

La risposta a queste domande è molto semplice: fare trading gratis non è possibile quindi, se vuoi iniziare a guadagnare con questo metodo d’investimento il deposito minimo è fondamentalmente.

ATTENZIONE: Il corso di trading online di 24option è gratuito e davvero pratico e adatto ai principianti: non ti fa perdere giorni con incomprensibile teoria ma ti spiega con molta chiarezza come fare a guadagnare con il trading online. Scarica gratis il corso iscrivendoti a Investous CLICCANDO QUI

Opzioni Binarie: Ottenere i Bonus

Non esiste la possibilità di iniziare ad investire senza deposito iniziale quindi, se vuoi guadagnare devi investire una piccola somma iniziale ma, ricorda, non investire mai ciò che non puoi permettere di investire. Le possibilità di guadagnare sono altissime ma anche le perdite lo sono quindi, metti da parte ciò che non ti serve per pagare le bollette, per l’affitto e quel e solo dopo metti da parte del denaro da investire.

Il deposito minimo con i broker è di 100 euro ed è una buona cifra iniziale da investire per vedere risultati ma, se vuoi avere gli strumenti adatti per partire in maniera sicura e più proficua, ti invito a guardare i bonus che potrai ottenere solamente tramite il mio blog. I broker che prevedono bonus davvero fondamentali prevedono un deposito minimo di almeno 200 euro ma, avrai dei bonus come il conto demo gratis, i segnali di trading e fino a 3 investimenti in perdita rimborsati.

Clicca qui per avere maggiori dettagli sui bonus opzioni binarie. Se vuoi avere ulteriori chiarimenti contattami via mail o Skype e sarò felice di farti ottenere il massimo dei bonus possibili.

Per effettuare il deposito iniziale potrai tranquillamente depositare sulle piattaforme di broker tramite Paypal, Unicredit, Fineco e Skrill MoneyBookers e anche carte ricaricabili come la PostePay.

A questo punto, vai sulla pagina relativa ai broker per scegliere quello che più si adatta alle tue esigenze.

Spero che i miei consigli sulle opzioni binarie ti siano stati utili. Come ti ho detto, mi trovi disponibile per chiarire eventuali dubbi che ancora ti rimangono e sarò felice di rispondere ai commenti e alle testimonianze che lascerete sul mio sito.

Le vostre opinioni sono importanti per il mio lavoro di blogger e ti voglio lasciare con una frase del film Wall Street con Michael Douglas: “il denaro non dorme mai”

Deposito minimo:$100
Trade minimo:$24

DubaiFXm 24 è una truffa? Ecco la risposta definitiva

Pubblicato: 25 Dicembre 2020 – Modificato: 19 Dicembre 2020 – di Andrea Motta

E’ una domanda che molti si pongono, o almeno si sono posti per un certo periodo di tempo. DubaiFXm 24 è stato sulla cresta dell’onda per un po’, sia per alcune condizioni apparentemente vantaggiose, sia per alcune strane notizie che giravano sul suo conto. Attualmente tutti i tasselli del puzzle sono al loro posto, dunque non è difficile rispondere e dichiarare, senza mezzi termini e senza tema di smentita, che no, DubaiFXm 24 non è un broker affidabile.

Come sempre in questi casi, però, la questione è tutt’altro che semplice, anche perché in mezzo ci sono persino richiami e interventi ufficiali, come quelli della Consob. Ne parleremo in questo articolo, approfittando per spiegare cosa distingue veramente un broker affidabile da un broker non affidabile. Soprattutto, ne approfitteremo per presentare uno dei broker migliori in circolazione, una realtà che offre garanzie di sicurezza e mette il trader nelle migliori condizioni per generare profitto: eToro (clicca qua per visitare il sito ufficiale).

Una premessa doverosa: il valore della sicurezza

Prima di lanciarci in una disamina di quello che è, o è stato, DubaiFXm 24 è bene fare una premessa. Ovvero, che un broker è “buono”, quindi va preso in considerazione, solo se offre sufficienti garanzie di sicurezza. Il valore della sicurezza non è secondario, e nemmeno semplicemente importante, bensì è la base di tutto, un elemento propedeutico e irrinunciabile. Quello della sicurezza è il primo requisito che un trader deve analizzare, quando valuta un broker.

Una verità semplice, quasi banale, ma che molti trader in erba spesso dimenticano, abbagliati da campagne pubblicitarie ben congegnate, dalla promessa di soldi facili (la classica promessa da marinaio), da condizioni economiche apparentemente vantaggiose. In questo articolo, prima di analizzare il caso DubaiFXm 24, offriremo una panoramica sulla questione della sicurezza, elencando i requisiti sia formali che sostanziali che permettono a un broker di dirsi “sicuro”, o perlomeno affidabile.

I requisiti formali per un broker affidabile

La definizione di requisito formale è tutto sommato abbastanza intuitiva, se lo scopo è valutare il grado di sicurezza e affidabilità di un broker. Molto banalmente, i requisiti formali sono le caratteristiche che un garante o un ente di vigilanza impone a un broker per poter tradare. Sia chiaro, non dicono nulla sulla qualità del broker stesso, e nemmeno sulle sue prestazioni, bensì individuano le situazioni in cui il criterio di legalità è rispettato e le situazioni in cui questo criterio non è rispettato.

Dunque, come vanno interpretato questi requisiti? Anche in questo caso, è tutto molto lineare. Se il broker rispetta i requisiti formali, che sono requisiti minimi, allora il trader può proseguire nella valutazione. Se non li rispetta, allora deve depennare il broker dalla lista, ed escludere a priori di divertarne cliente. Tra l’altro, in alcuni casi la questione è davvero lampante, specie quando si utilizzano a sproposito nomi e volti fuorvianti.

La questione della licenza

Senza alcun dubbio, la licenza è il primo argomento che un trader deve considerare, quando sta mettendo al vaglio più broker. La licenza è il documento che attesta che il broker rispetta i requisiti legali, e che quindi può operare sul territorio. Licenza vuol dire, come minimo, legalità. Non tutte le licenza sono uguali, non dal punto di vista sostanzialmente almeno. Quelle erogate da enti severi, come la Cysec, vantano un valore superiore, almeno in una prospettiva di valutazione a 360 gradi.

Ad ogni modo, lo schema perfetto consiste nel possesso di una licenza di carattere internazionale, come può essere quella erogata dalla Cysec piuttosto che dalla FCA, e di più licenze di carattere locale, come può essere quella erogata dall’italiana Consob. Il consiglio è di individuare il riferimento alla licenza sul sito ufficiale del broker, e poi verificare la correttezza delle informazioni sul registro dell’ente che ha concesso la licenza.

Il rispetto della norma sulla leve finanziarie

Questo è un elemento spesso trascurato, dal momento che è stato introdotto relativamente di recente, ovvero con le norme varate dagli organismi dell’Unione Europea solo pochi anni fa. L’elemento in questione è la gestione delle leve finanziarie. Ora, le leve sono strumenti potenzialmente profittevoli, capaci di accelerare il percorso di accrescimento del capitale. Purtroppo sono anche strumenti pericolosi, che possono causare perdite ingenti e rapide. Insomma, sono armi affilate, ma a doppio taglio.

Per questo motivo gli organi europei hanno deciso di consentirne sì l’utilizzo, ma in maniera parca e relativamente sicuro. Insomma, hanno posto un limite, che si attesta sul rapporto 1:30. Dunque, chi offre leve superiori, si pone automaticamente al di fuori delle regole. Un broker che, in barba alle leggi europee, propone una leva di 1:100, 1:200, 1:300 etc. non rispetta i requisiti formali e legali, dunque non va preso in considerazione.

Il rispetto della norma sulle opzioni binarie

Sempre nella prospettiva di aumento delle garanzie di sicurezza per gli investitori, gli organismi europei hanno anche stabilito il divieto di proporre il trading con le opzioni binarie. Un mercato, questo, in auge fino a qualche anno fa ma che si è rivelato poco adatto alla comunità dei trader, eccessivamente rischioso e capace di porre in essere dinamiche tipiche del gioco d’azzardo. Il risultato è che, in Europa, nessun broker può proporre il trading di opzioni binarie.

Ne consegue che, analogamente al caso precedente, se un broker che vuole operare in Europa propone il trading delle opzioni binarie, si pone in maniera chiara a oltre i confini della legalità, e dunque sarebbe da evitare.

L’ubicazione delle sedi

Anche questo è un elemento importante. Esso non riguarda tanto la comunicazione delle informazioni anagrafiche, di cui parleremo nei prossimi paragrafi, quanto l’effettiva presenza di sedi in Europa. Secondo le leggi comunitarie, infatti, un trader per poter operare sul suolo europeo deve avere una delle sedi o almeno un luogo di rappresentanza in Europa.

Molti dei broker “truffa” sono stati smascherati a partire da questo elemento, ovvero l’assenza di una sede, di una filiale, di un ufficio o di un qualsiasi luogo di rappresentanza all’interno dei confini dell’Unione Europea.

I requisiti sostanziali per un broker affidabile

L’analisi dei requisiti sostanziali rappresenta il terzo passo del percorso di valutazione di un broker. Se i requisiti formali (e quindi locali) sono la conditio sina qua non per operare in maniera legittima, e dunque per poter anche solo prendere in esame di un broker, non meno importanti sono i requisiti di carattere sostanziale, ovvero quelli che non vengono trattati in maniera diretta da legislatori ma che rappresentano comunque caratteristiche necessarie.

Nei prossimi paragrafi presentiamo quelli più importanti, o che almeno dovrebbero essere verificati e analizzati per primi.

Le informazioni anagrafiche

Quando si parla di broker, sicurezza è sinonimo di trasparenza, ovvero di un approccio in cui le informazioni vengono messe a disposizione con la massima chiarezza possibile. Ovviamente non basta questo per decretare l’affidabilità e men che meno la desiderabilità di un broker, ma è certamente un requisito fondamentale.

Le informazioni dovrebbero riguardare la sede legale e amministrativa, eventuali filiali sparse nel territorio delle operazioni, il gruppo, l’impresa o la banca che gestisce il broker, la licenza e altro ancora, magari riguardante le partnership con altre realtà. Queste informazioni dovrebbero essere in bella mostra sul sito ufficiale, quando non addirittura pubblicate in home page.

La chiarezza delle condizioni

Questo è un aspetto importantissimo, e rappresenta quasi il succo della questione. Per valutare l’affidabilità di un broker non si può prescindere dall’analisi delle condizioni del servizio. Queste riguardano gli aspetti più disparati, dall’utilizzo degli strumenti alle norme che regolano l’uso delle piattaforme, fino a giungere alle condizioni di pagamento e di prelievo.

Non è necessario che tali condizioni siano estremamente vantaggiose. Anzi, in generale, quando le condizioni del servizio sono troppo belle per essere vere… Spesso non sono vere, e dunque nascondono delle potenziali truffe. E’ necessario che siano chiare, leggibili e non fraintendibili.

La gestione delle leve del marketing

I broker truffa avvicinano potenziali clienti, li circuiscono e li catturano nella propria rete proprio grazie alle leve del marketing. Ecco, quindi, che il modo con cui vengono gestite diventa motivo di analisi, e di possibile esclusione dei broker borderline o apertamente poco raccomandabili. Ora, tutti i broker hanno diritto a farsi pubblicità, magari anche in modo aggressivo e borderline. L’importante, però, è che lo facciano senza mentire.

I broker truffa, infatti, spesso mentono sui bonus. Ovvero utilizzano i bonus come esca, per poi rendere di fatto impossibile la riscossione degli stessi. Insomma, viene millantata la presenza di un bonus che in realtà non c’è e non ci sarà mai. Come riconoscere i falsi-bonus? Semplice, quando le condizioni per la riscossione non ci sono o sono troppo ambigue, allora è probabile che quel bonus sia fasullo.

DubaiFXm 24 rispetta questi requisiti?

Il discorso su DubaiFXm 24 è estremamente lungo, soprattutto se si intendono analizzare i requisiti. Da questo punto di vista, infatti, risulta carente da almeno due punti di vista. Il primo è quello delle licenze, il secondo è quello delle sedi.

Dal punto di vista delle licenze, DubaiFXm 24 risulta carente della licenza Consob, come di qualsiasi altro ente di una certa importanza a livello internazionale (es. Cysec e FCA). In realtà, a quanto pare da una rapida googlata, DubaiFXm possiede comunque una licenza, ovvero quella regolata dalla VFSC, un ente di Vanuatu. Ora, Vanuatu è un paradiso fiscale, tipicamente off-shore, dunque per molti una licenza di questo tipo potrebbe non bastare, non in termini di garanzie di sicurezza almeno. Tra l’altro molti broker e piattaforme “ambigue” hanno come base dei paradisi fiscali. In passato abbiamo recensito piattaforme molto simili a Dubai FXM 24, con sede offshore. Tra le più cliccate segnaliamo:

Secondariamente, Dubai FXm 24 non ha una sede in Europa. Ciò significa che viola uno dei requisiti formali per poter operare nel vecchio continente, ovvero essere presente territorialmente all’interno dei confini europei.

Andare sul sicuro e scegliere eToro

A prescindere dalle considerazioni su DubaiFXm 24, ha poco senso rischiare. Ha poco senso affidarsi a un broker che, come minimo, viola due requisiti formali per il trading in Europa e soprattutto è stato segnalato dalla Consob. Il panorama dei broker è ricco di realtà affidabili, dunque rivolgetevi a queste. Anzi, puntate sui migliori, sui broker dalla reputazione eccellente, sui grandi nomi. Tra questi spicca eToro.

eToro (clicca qua per visitare il sito ufficiale) è un broker straordinario per ampiezza dell’offerta, innanzitutto. Mette a disposizione il trading con decine e decine di asset class, dalle azioni alle obbligazioni, dalle valute alle criptovalute. E’ ovviamente un broker che fa della sicurezza uno dei suoi punti di forza, potendo vantare licenze presso la Cysec e altri enti di carattere locale (come la Consob appunto). Propone condizioni economiche vantaggiose ed eque, tra cui spicca l’assenza di commissioni e la necessità di rendere solo degli spread, per altro sottilissimi.

Ciò che colpisce di eToro, però, è la capacità di proporre innovazioni, di muoversi verso un orizzonte solo all’apparenza visionario ma in realtà capace di predisporre servizi utili e a completo supporto del trader. Tra questi spicca l’eccezionale Copy Trading, che è un servizio attraverso il quale un utente può replicare le azioni di un altro, potendo dunque sfruttare le competenze e il lavoro analitico-operativo altrui. E’ un sistema molto equilibrato, che giova a tutti, sia al “copiato” che al “copiatore”.

Questo avveniristico servizio dimostra due cose. Uno, che il trading può essere comunità, e dunque può svincolarsi da quella atmosfera plumbea e ultra-competitiva che lo caratterizzano per troppi anni. Due, che eToro non è solo un broker, ma anche un vero e proprio pioniere del trading.

Dunque, piuttosto che interrogarvi sull’affidabilità di broker di cui si sa poco o nulla, andate sul sicuro. Rivolgetevi a quanto di meglio c’è sulla piazza, rivolgetevi a eToro. Clicca qua per ottenere gratuitamente un account demo (o reale) con eToro.

La pietra tombale su DubaiFXm: l’intervento di Consob

DubaiFXm è una truffa? In realtà, se si cerca su internet, si possono leggere molte testimonianze di ex clienti che parlano molto male di questo broker. Alcuni dicono addirittura di aver perso tutti i loro soldi, e non a causa di normali operazioni di trading, bensì perché impossibilitati a prelevarli. E’ spesso segnalata anche un pessimo customer care, e un atteggiamento a volte aggressivo da parte dei centralinisti.

Insomma, a quanto pare, DubaiFXm potrebbe essere un broker poco affidabile, o capace di cause ingenti perdite di denaro.

In realtà, a porre una pietra tombale su qualsiasi discorso riguardante DubaiFXm 24 è stata Consob, che con una comunicazione ufficiale ha sancito l’impossibilità del broker di operare – come minimo – in Italia e ha imposto l’oscuramento del suo sito. Di seguito riportiamo uno screenshoot.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Like this post? Please share to your friends:
Tutto sulle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: