Money Managment – Cosa è e perchè dobbiamo utilizzarlo

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Money Management – Cosa è e perchè dobbiamo utilizzarlo

Una strategia di trading di opzioni binarie ha come obiettivo primario il poter garantire profitti e minimizzare le perdite.

Per poter operare in questo senso la gestione del rischio e le giuste strategie sono fondamentali ma non sempre sufficienti, è in questo caso infatti che si comincia a parlare del Money managment, strategia che se da un lato aiuta ad ottimizzare i guadagni, dall’altro lato, e cosa forse più importante, aiuta a minimizzare le perdite.

Se si può cominciare a fare trading senza strategia particolare non è possibile farlo senza avere invece alle spalle una solida strategia di money management.
Ma cosa è questo indispensabile Money Managment?

Se si è pratici con la lingua inglese il significato è chiaro, gestione del denaro nelle operazioni su mercato avendo come obiettivo generare profitto minimizzando i rischi.
Il Money Managment interviene nelle tre fasi principali quando si opera nel mercato delle opzioni binarie:

Money Managment e Deposito

La prima domanda che ci si pone quando si decide di operare nel mercato tramite un broker è: quanto depositare?
Solitamente i broker hanno dei limiti di deposito minimo che solitamente si aggira a €250, ma questo limite non sarebbe un capitale sufficiente per fare trading.
Non esiste una risposta valida per tutti ma il money managment aiuta anche ad analizzare i benefici offerti dai brokers ed in base a questi poi decidere quanto depositare (i bonus per esempio o i trattamenti di favore per depositi superiori all’importo minimo).

Nella scelta della cifra da depositare bisogna essere in grado di trovare il giusto equilibrio tra il minimo ed il massimo depositabile, tenendo ovviamente in considerazione il budget che si è disposti a versare oltre il quale non andare mai, a prescindere dai consigli che si leggono online.

In linea di massima una buona via di mezzo potrebbero essere €500.

Money Managment ed Operazioni di trading

Abbiamo deciso quanto depositare e a questo punto siamo operativi, quanto investire in singola operazione?
In questo delicato momento arriva la strategia, ovviamente il quanto investire non dovrebbe essere scelto a caso ma dovrebbe essere frutto di un percorso logico e strategico.
In questo momento il money managment diventa essenziale e gli approcci sono fondamentalmente 2:

  • Money managment ad importi fissi
  • Money managment ad importi variabili

L’approccio Money Managment a importi fissi vuole che si decida un importo e che si utilizzi sempre quello stesso in tutte le operazioni, per esempio €15.
Un approccio sistematico che permette di tenere sotto controllo il proprio capitale.
Considerando il fatto che stiamo investendo in mercati che conosciamo e su cui crediamo di poter prevedere l’andamento, in teoria questa è una strategia ottimale che permette di investire in maniera semplice e piuttosto ordinaria.

L’approccio a importi variabili invece è un pò più complessa di quello a importi fissi ma probabilmente è più interessante della precedente.
Con questo approccio si calcola il 2% del capitale disponibile, il risultato darà la somma che si dovrebbe investire.
Questo semplice calcolo vanta numerosi fattori positivi, come per esempio che il capitale cresce in proporzione.
Se guadagni allora cresce anche il capitale investito su singola operazione. Se perdi, il capitale diminuisce e così anche quanto si investirà nella prossima operazione.

Money Managment e Prelievi

Se si applicano le giuste strategie e si impara a fare trading con le opzioni binarie i guadagni possono diventare importanti che si possono ovviamente prelevare e spendere come meglio si crede.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Ma anche in questo caso, se le opzioni binarie per te diventano un lavoro serio allora piuttosto che prelevare tutto e spendere quanto è giusto prelevare? Quanto sarebbe indicato lasciare nel conto per poi essere reinvestito?

Una buona norma, se questa attività è la tua principale, sarebbe prelevare il 50% e lasciare nel conto il restante.
Ti ricordiamo anche che i brokers hanno costi di prelievo a volte molto importanti, per cui prima di prelevare conosci i costi di prelievo e le modalità e solo quanto credi che il costo sia minimo rispetto il prelievo stesso allora completa la richiesta.

Prima di prelevare tieni traccia del guadagno effettivo semplicemente sottraendo al capitale totale finale quello iniziale (deposito).
Questa semplice operazione rappresenterà i profitti.
La somma da prelevare sarà il 50% del profitto e non del totale in account.

Anche in questo caso il Money Managment insegna come operare in maniera sistematica. Non solo quando si opera nel mercato anche quando si deposita e quando si preleva.

Perché la Russia è bandita da Olimpiadi e Mondiali per 4 anni

9 Dicembre 2020 – 16:06

9 Dicembre 2020 – 16:23

La Russia è esclusa per 4 anni dai Giochi Olimpici e Mondiali. Ecco cosa è successo e quali saranno le conseguenze.

La Russia è esclusa dalle Olimpiadi e dai Mondiali per 4 anni: questa la decisione della WADA – Agenzia Mondiale Antidoping, annunciata oggi in seguito alla riunione del comitato esecutivo a Losanna.

L’accusa mossa alla Russia è di falsificazione ripetuta dei controlli antidoping, vale a dire di violazione delle regole della WADA stessa, che ha deciso di sospendere la nazione dalle principali competizioni sportive, ormai prossimi alle Olimpiadi 2020.

La decisione di sospendere la Russia per doping, approvata all’unanimità, provocherà la squalifica non solo della nazione, ma anche dei dirigenti sportivi e dei membri del governo, che non potranno in nessun modo presenziare ai principali eventi sportivi.

Tra gli appassionati e sostenitori, l’esclusione della Russia dalle Olimpiadi preoccupa già. La potenziale mancanza degli atleti russi , in alcuni casi tra i più forti nelle proprie categorie, come il caso della tennista Marija Šarapova, quali conseguenze avrà sulle manifestazioni?

La Russia sarà esclusa anche dai campionati di Euro 2020? Oppure deciderà di fare ricorso? In questo articolo cosa è successo per provocare la squalifica della Russia dalle principali competizioni sportive mondiali e cosa accadrà ora.

Doping, Russia esclusa da Olimpiadi e Mondiali: cosa è successo

La WADA, Agenzia Mondiale Anti-Doping, ha accolto la proposta di esclusione della Russia promossa dal Comitato di Controllo della Conformità (CRC), sanzionando il Paese con la sospensione dalle principali competizioni sportive dal 2020 al 2024.

L’accusa è di alterazione dei dati di laboratorio riguardanti l’antidoping degli atleti, attraverso la RUSADA – l’Agenzia Russa Anti-Doping, che avrebbe modificato e cancellato le informazioni contenute nel proprio archivio.

Non è la prima volta che la Russia si ritrova nel mirino dell’anti-doping, coinvolta in diversi scandali già dal 2020.

Quattro anni fa, infatti, la IAAF – Federazione Internazionale di Atletica ha squalificato la nazionale atletica russa proprio a causa di doping, sanzionando gli atleti con una sospensione tutt’ora attiva.

Inoltre nel 2020, attraverso il rapporto McLaren, la Russia è stata accusata di doping di Stato, e punita con l’esclusione dai Giochi invernali di Pyeongchang 2020, per aver insabbiato il doping dei propri atleti alle Olimpiadi invernali di Sochi 2020.

Di fronte alle accuse la Russia ha ammesso il problema, ma ha comunque negato di aver organizzato e promosso il doping nei propri atleti.

Russia esclusa da Olimpiadi e Mondiali? Cosa succede ora

La Russia potrà fare ricorso al TAS – Tribunale di Arbitrato per lo Sport, che deciderà se la sospensione avrà effetto definitivo sulle competizioni dei prossimi 4 anni.

Come annunciato da Svetlana Zhurova, primo vicepresidente della commissione internazionale della Duma, è molto probabile che “la Russia andrà in tribunale perché dobbiamo difendere i nostri atleti”.

Se il TAS confermerà la decisione della WADA, significherà che:

  • la Russia non potrà ospitare competizioni sportive internazionali;
  • la Russia non potrà candidarsi per le competizioni sportive internazionali;
  • i dirigenti sportivi russi non potranno presenziare alle competizioni sportive internazionali;
  • i membri del governo russo non potranno presenziare alle competizioni sportive internazionali;
  • gli atleti olimpici potranno partecipare alle competizioni senza bandiera, come già accaduto per i Giochi invernali di Pyeongchang 2020.

Il divieto di partecipazione vale per la Russia solo per alcune competizioni dal 2020 al 2024. Si tratta infatti principalmente della sospensione alle manifestazioni:

  • Olimpiadi di Tokyo 2020
  • Giochi Invernali di Pechino 2022
  • (a rischio) Mondiali di calcio in Qatar 2022

Non dovrebbe essere a rischio invece la partecipazione a Euro 2020, dove San Pietroburgo risulta tra le città ospitanti.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Russia

Facebook Live: cos’è, come funziona e come fare una video diretta in streaming

31 Agosto 2020 – 17:03

14 Novembre 2020 – 16:31

Le videodirette streaming su Facebook come si fanno? Con Facebook Live. Vediamo come funziona e come fare per sapere chi vede i nostri video in diretta streaming.

Facebook Live, il servizio di live streaming di Facebook, è disponibile anche in Italia e tutti gli utenti iOS e Android con un account Facebook possono utilizzarlo per girare video e condividerli in diretta con amici e seguaci.

Chiunque abbia un profilo Facebook avrà ricevuto almeno una notifica con scritto che un amico o l’account di una pagina che segue “è in diretta ora”, questo il messaggio di notifica che spesso riceviamo quando accediamo a Facebook. Cosa significa che un nostro contatto è in diretta su Facebook?

Se vi state chiedendo come funziona Facebook Live e in che modo si fa una video-diretta da pubblicare sul social network di Zuckerberg, qui di seguito vi spieghiamo la procedura da seguire.

Una prima cosa da sapere è che fare una diretta streaming su Facebook non è un’operazione complicata, poiché basta avere un dispositivo iOS o Android dotato di fotocamera, un account Facebook e la connessione a Internet (possibilmente in Wi-Fi per evitare un consumo eccessivo di dati mobile).

Diciamo che le dirette Facebook sono per lo più usate dalle pagine di quotidiani e siti d’informazione, ma in questi ultimi tempi sono state trasmessi su Facebook anche eventi importanti, come concerti, manifestazioni, fatti di cronaca in tempo reale e messaggi di personaggi famosi.

Ora che abbiamo capito cos’è Facebook Live e a cosa servono le dirette video sul social network, vediamo nel dettaglio cosa bisogna fare per realizzarne una e condividerla in bacheca con i propri contatti.

Facebook Live, come fare dirette video in streaming

Facebook Live è una funzione già integrata nell’app di Facebook e chiunque abbia installato l’applicazione sul proprio dispositivo può girare una diretta streaming. Il funzionamento di Facebook Live è simile a quello di Periscope, seppure con alcune differenze.

I passaggi per realizzare una diretta video su Facebook sono pochi e semplici: tutto ciò che bisogna fare è aprire l’app di Facebook e cliccare sull’apposita icona all’interno della schermata di composizione dello stato. Nel dettaglio bisogna premere l’icona rossa con la sagoma di un omino circondato da due cerchi, dove c’è scritto “Video in diretta”. A questo punto Facebook richiede l’accesso alla fotocamera e al microfono, cliccare su “OK”. Procedendo secondo indicazioni di Facebook, si cattura e condivide il momento nello stesso istante in cui si verifica.

A questo punto non resta che aggiungere una descrizione e fare tap su “Trasmetti in diretta” per avviare la ripresa. Il video viene girato e condiviso in tempo reale (in streaming, appunto), e per concluderlo bisogna cliccare su “Fine”.

Durante lo streaming i contatti riceveranno la notifica che gli comunica che siamo in diretta, e accedendo al video potranno commentare e aggiungere reazioni in tempo reale. Al termine della diretta, il video rimane sul diario.

Come funziona Facebook Live: diretta, consumo, spettatori

Ora che abbiamo scoperto come fare le dirette video su Facebook, è bene dare qualche informazione utile sul funzionamento di Facebook Live. Come abbiamo anticipato sopra, chi vuole trasmettere in diretta le sue esperienze su Facebook dovrebbe farlo in presenza di una rete wi-fi: da Menlo Park non sono arrivate informazioni ufficiali riguardo il preciso consumo di dati delle video dirette, ma il rischio di terminare i GB a disposizione, soprattutto per gli utenti italiani, è piuttosto alto.

Un’altra cosa da tenere in conto è che i video in diretta su Facebook non possono durare più di 30 minuti, ma al termine della trasmissione il girato rimane sul diario come qualsiasi altro video. Chi si è perso la diretta, quindi, può sempre vederla in un secondo momento.

Il servizio consente di dare un titolo e una descrizione alla diretta, e anche di taggare persone, modificare data, ora e luogo. Inoltre con Live si può decidere chi vedrà la diretta, selezionando “Tutti”, “Solo amici”, “Amici degli amici” o personalizzando la condivisione.

E infine chiariamo un dubbio che assilla molti utenti: “posso sapere chi ha guardato la mia diretta, chi ha visto il replay e per quanto tempo un utente è rimasto connesso al video?” La risposta è no: Facebook Live, infatti, mostra solo il numero degli spettatori e le interazioni. Per tutto il resto c’è sempre Periscope.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Facebook

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Like this post? Please share to your friends:
Tutto sulle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: