Investi Adesso nell’Oro con le Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Contents

Investi Adesso nell’Oro con le Opzioni Binarie

Il trading online sta guadagnando una popolarità sempre più crescente, grazie a campagne pubblicitarie ora in prime time anche in televisione e sponsorizzazioni di prestigiose squadre di calcio europee. Inoltre, l’opportunità di accedere alla piattaforme attraverso comode applicazioni per smartphone consente di realizzare profitti in qualsiasi momento della giornata, anche fuori casa. Tra le società più accessibili che offrono servizi di trading con le opzioni binarie si può trovare IQ Option, uno dei broker più pratici in questo settore.

  • piattaforma pc e app per android e iphone
  • investi a partire da 1 euro
  • depositi a partire da 10 euro
  • ritorni fino al 86%
  • investi su forex, azioni, materie prime (come oro e petrolio) e indici di borsa sia con il trading manuale che con i robot opzioni binarie gratis ( puoi creare il tuo robot oppure sceglierne uno dei migliori robot in classifica – Leggi QUI )
  • conto demo opzioni binarie gratis – Prova qui il conto demo!

Piattaforme come IQ Option sono popolari per via di alcune caratteristiche particolari: anzitutto consentono di attivare un account con un deposito minimo inferiore ai 100 euro, con il quale si potrà iniziare ad operare sugli assets finanziari in piena libertà, senza la necessità di dover disporre di capitali a 3 o 4 cifre. Questa soluzione, se da una parte non garantisce ampi margini di guadagno, si rivela ideale per gli appassionati di trading che non possiedono ancora la sicurezza e la competenza sufficiente per gestire importi più consistenti. Inoltre, queste piattaforme mettono a disposizione degli utenti dei conti demo, con i quali ci si potrà esercitare con le opzioni binarie utilizzando degli importi virtuali e quindi evitando il rischio di andare incontro a passivi durante la fase di apprendimento. Questi account consentono di interagire con l’andamento effettivo degli assets quotati nelle Borse internazionali, per cui non si tratta di simulazioni create ad hoc dalla piattaforma, ma scenari autentici, che si sviluppano in base alle effettive oscillazioni nei diversi contesti finanziari internazionali. In questo modo, si potranno comprendere i meccanismi che governano le tendenze rialziste o ribassiste nei vari mercati, imparando inoltre a gestire con rapidità gli strumenti dell’interfaccia, ossia la tipologia di opzione, la sua scadenza e l’asset sul quale operare.

Tradare con le opzioni binarie è molto semplice, tuttavia non bisogna fraintendere la facilità di utilizzo con la possibilità di realizzare dei guadagni in maniera scontata: al fine di ottenere delle entrate consistenti ma regolari occorre mettere da parte l’improvvisazione e dedicarsi con pazienza e disciplina allo studio della materia economica, focalizzando l’attenzione sugli strumenti di analisi tecnica e l’interpretazione delle visualizzazioni grafiche. È infatti attraverso l’accurata lettura dei fenomeni finanziari in atto che si potranno prevedere le tendenze, riuscendo così ad anticiparle e prevederle correttamente. Solo così si potranno accumulare i guadagni in maniera sistematica, evitando di perdere importi a causa di una gestione superficiale del capitale depositato nel proprio account.

Opteck broker: recensione e opinioni

Perchè fare trading opzioni binarie con Opteck

Il modo più sicuro per iniziare la tua carriera finanziaria online è decisamente quello di farsi seguire passo per passo dagli esperti. Questo è quello che vi offre Opteck, un esperto al tuo fianco. Uno staff specializzato, che include professionisti nella gestione del rischio ed esperti broker che ti seguirà in ogni momento per affinare la vostre conoscenze e abilità di contrattazione di opzioni binarie. Il materiale formativo dell’Accademia Opteck, è stato creato per arricchire le vostre competenze di trading, fornendovi gli strumenti e le funzioni rilevanti per il vostro progresso.

Opteck è un broker conforme agli standard europei ed e parte del gruppo Centralspot Trading Ltd, regolamentato da Cyprus Securities and Exchange Commission (“CySEC”), con autorizzazione n° 238/14. La sua sede legale si trova in 6 Vassili Vryonide Street, a Limassol, 3095 Cipro.

La piattaforma di trading ergonomica

Opteck vi offre una piattaforma di trading online multi asset la più professionale ed avanzata disponibile sul mercato. La piattaforma proprietaria, sviluppata da TraderSoft, società del Gruppo CentralSpot Trading, utilizza le tecnologie innovative per garantire la massima velocità, la miglior soddisfazione e soprattutto la sicurezza dei tuoi investimenti. La piattaforma di trading Opteck è molto semplice. Con un design chiaro e facile da utilizzare, rendendo più semplice ma professionale il trade per l’investitore. Considerata una delle migliori piattaforme di trading delle opzioni binarie, adatta praticamente a tutti i tipi di traders. Alla creazione della piattaforma, infatti, hanno partecipato dei traders professionisti che hanno deciso di dare una forte spinta verso la semplicità di utilizzo, la chiarezza e la facilità di comprensione dei vari strumenti di supporto, ma senza focalizzarsi solo sull’essenziale. Non dovrai scaricare nessun file o programmi, la piattaforma funziona in rete sul tuo portatile, PC, smartphone, tablet o qualunque dispositivo con connessione Internet.

Visita il sito di Opteck e scarica gratis la guida per iniziare!

Bonus Esclusivi

Opteck ti offre fantastici bonus fino al 100% che vi saranno di aiuto per complementare la vostra esperienza di trading, ampliando le vostre conoscenze di trading, aiutandovi a sviluppare nuove strategie, e potranno fornirvi un ottima base per la vostra formazione. I bonus sono studiati per essere vicini alle esigenze e alle scelte degli investitori e vengono diversificati sulla base sia degli importi depositati che dal livello di “fidelizzazione del trader”. Scegliete voi stessi il bonus più adatto, utilizzatelo nelle contrattazione e raggiungete i vostri obiettivi.

Rendimenti fino 89%

I rendimenti offerti da Opteck sono tra i più alti del mercato, sempre e comunque. E periodicamente vengono attivate interessanti promozioni che consentono di ottenere subito rendimenti da capogiro, pari al 100% del capitale investito. Si tratta di promozioni da prendere al volo, visto che nemmeno i migliori player del mercato arrivano a offrire più dell’85% sui conti comuni (e il 91% sui conti VIP che è davvero difficile ottenere). Insomma, si tratta di un broker affidabile e sicuro che, nel contempo, riesce a fornire prestazioni economiche davvero incredibili. Utilizzando lo strumento di trading “One Touch”, Opteck ti offre fino al 400% di rendimento.

La formazione personalizzata

La chiave del successo di un trader è l’istruzione. Per questo motivo Opteck ha messo a disposizione all’interno del proprio sito un’intera sezione totalmente dedicata alla formazione dei trader. In questa sezione è possibile trovare tutte le spiegazioni di base sugli investimenti online in opzioni binarie. Per I clienti più esigenti inoltre, Opteck ha messo a disposizione una sezione dedicata all’analisi dei mercati. Visitandola è possibile trovare analisi fondamentali di mercato, analisi tecniche e segnali di trading

Le caratteristiche principali della Opteck Academy

  • Un conto demo. Scegli di ricevere un conto demo e impara a muoverti sulla piattaforma. Il conto demo Opteck è come un buon vino, un solo bicchiere non è mai abbastanza.
  • Gli strumenti formativi. Opteck mette a disposizione Webinar, e-Book, video tutorial, personal account manager e consulenze personalizzate.
  • Una piattaforma su cloud accessibile ovunque, in qualunque momento e da qualunque dispositivo. Non dovrai scaricare nessun file o programmi, la piattaforma funziona in rete sul tuo portatile, PC, smartphone, tablet o qualunque dispositivo con connessione Internet. Basta avere il segnale di rete e potrai effettuare il tuo trading anche dal Polo Nord con gli orsi polari. Provate anche la nuova piattaforma Mobile Trading di ultima generazione e scoprite i vantaggi di un trading, comodo, sicuro e veloce.
  • Progettato per soddisfare le esigenze sia dei principianti che dei trader esperti. Non appena inizierai ad usare la piattaforma ti accorgerai subito della sua precisione. Sin dalla fase di progettazione Opteck si è impegnata a renderla raffinata e pratica allo stesso tempo.
  • Un team di supporto professionale, attento ed efficente. Un team di esperti di trading e gestione del rischio sono dediti a fornirti tutta la loro perizia, professionalità e formazione per farti vivere un trading di alto livello.

Un assistenza clienti imbattibile

Opteck è prima di tutto un broker molto qualificato e regolamentato che fornisce un servizio di qualità professionale, non come un obbligo ma piuttosto come una prima tappa nel proseguimento e il mantenimento di una relazione a lungo termine con i suoi trader. Opteck propone un servizio clienti multilingua accessibile tramite telefono, chat o email 24/7. Un team di esperti di trading e gestione del rischio sono dediti a fornirti tutta la loro perizia, professionalità per farti vivere un trading di alto livello.

Brexit: fine dell’Europa?

Brexit: la vittoria non sarebbe che la fine

Il prossimo 23 Giugno, nel Regno Unito, si terrà un importante referendum per decidere se il paese debba rimanere nell’Unione Europea o meno, tema di cui ultimamente si sente parlare spesso e che stato ribattezzato Brexit (Britain Exit).

Un referendum molto atteso, in quanto la votazione, oltre a decidere le sorti del Regno Unito, potrebbe condizionare anche quelle dell’intera Unione Europea e i suoi rapporti diplomatici internazionali.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

A fine articolo valutiamo alcuni delle possibili previsioni di trading per la sterlina (GBP) nei confronti del dollaro e dello Yen – vedi sotto.

Favorevoli e contrari alla Brexit

Primo tra tutti a sostenere la Brexit è lo UKIP, ovvero il partito dell’Indipendenza del Regno Unito di Nigel Farage, il cui obiettivo primario è appunto quello di uscire dall’Unione Europea, ma ce ne anche sono altri legati al tema dell’immigrazione, e in particolare al modo in cui fermare il fenomeno con soluzioni anche drastiche, tanto da essere stato definito da molti un partito xenofobo, populista e di estrema destra.

Dal’altro canto, in molti sono contrari alla Brexit, primo tra tutti il Primo ministro del Regno Unito David Cameron, così come il Partito Laburista, il Partito Nazionale Scozzese, il Partito del Galles e i Liberal Democratici e molti leader europei quali la Merkel, Hollande e di recente anche il capo di governo Obama.

Di certo non si può stabilire chi delle due fazione abbia torto o ragione, in quanto se da un lato c’è chi crede nelle potenzialità di un’Europa unita è convinto che tutto debba restare così com’è, nonostante negli ultimi decenni non ci sono stati molti progressi verso una vera unione politica; dall’altro, c’è chi ha fiducia nel potere politico ed economico del Regno Unito e sostiene da sempre che questo venga limitato dall’appartenenza all’Unione Europea.

Hai mai pensato di fare trading online con le azioni quotate in borsa? Per iniziare basta davvero poco. Contatta uno dei migliori broker sul campo, che si occuperà di indirizzarti, consigliarti e aiutarti a comprendere al meglio il mondo del trading online mediante una formazione continua e adatta alle tue esigenze.

Per iniziare, ti consigliamo i migliori broker specializzati in opzioni binarie:

Non perdere l’occasione e aumenta le tuo possibilità di guadagno.

Diventare un trader di successo si può!

Per domande e maggiori informazione contattaci all’indirizzo [email protected]

Conseguenze della Brexit

Senza ombra di dubbio la vittoria della Brexit e quindi l’uscita dall’Unione Europea del Regno Unito, avrebbe grandi ripercussioni su Paese stesso. Tra le conseguenze negative elencate da Chistine Lagarde – direttore del Fondo Monetario Internazionale (Fmi)) – ci sono:

  • deprezzamento della sterlina
  • calo degli investimenti
  • volatilità dei mercati
  • aumento della disoccupazione
  • aumento dell’inflazione

Il voto favorevole determinerebbe dunque “un prolungato periodo di forte incertezza” che porterebbe delle conseguenze negative sulla crescita economica non solo del Paese ma dell’intera Unione Europea – così come ha affermato il Fmi.

Già negli ultimi mesi, il clima di incertezza generato dal referendum sulla Brexit ha influito negativamente, specie nel settore degli immobili commerciali, le cui transazioni sono diminuite del 40% nei primi tre mesi dell’anno.

Sondaggi e referendum del 23 Giugno

Secondo i sondaggi più recenti, il 54% della popolazione britannica è a favore della permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea, contro il 46% .

Tuttavia negli ultimi mesi il dato è oscillato di continuo e per lunghi periodi il divario tra favorevoli e contrari è stato minimo. Nel dettaglio, gli elettori più giovani sono tendenzialmente a favore della permanenza, contrariamente a quelli più anziani che sono per la Brexit.

Ad ogni modo, nonostante le conseguenze negative che tale vittoria andrebbe a costituire, Lagarde ha sottolineando che il Fondo non vuole comunque entrare nella discussione politica sul referendum e che la decisione finale sul futuro del Paese nell’Ue spetterà ai cittadini britannici.

Non ci resta che aspettare il responso del 23 giugno.

Analisi grafica e tecnica della Sterlina – previsioni di trading

Sul grafico Weekly si evidenzia un rettangolo che trattiene i prezzi e bisognerebbe attendere la rottura rialzista o ribassista per poter determinare un nuovo importante trend di medio-lungo termine. Allo stesso tempo si evidenzia una divergenza con l’RSI con prospettive rialziste. Naturalmente parlando di grafici Weekly le reazioni sono molto lente nel tempo.

Oro: è il momento di comprare

Il boom degli investimenti si tinge d’Oro

Dopo tre anni di ribassi, nel primo trimestre dell’anno, si è assistito ad un vero e proprio boom di domanda dell’Oro con un aumento del 21%, superando – già a Febbraio – la soglia dei 1.200 dollari per la prima volta dalla metà del 2020 e portandosi ora poco sotto i 1.300 dollari.

Si tratta del più grande aumento mai registrato e, afferma Marcelli “È solo l’inizio di nuovi rialzi, la soglia dei 1.400 dollari è a portata di mano quest’anno”.

ETF: traino dominante della domanda dell’oro

Motivo di tale aumento è da attribuirsi all’enorme afflusso di ETF (Exchange traded funds) alimentato dalle preoccupazioni del contesto economico e finanziario, caratterizzato da tassi di interesse negativi e volatilità del mercato azionario, e dalle politiche monetarie sempre più espansive attuate da Bank of Japan e Banca centrale europea.

Ma esattamente cosa sono gli ETF?

Si tratta di fondi d’investimento quotati in Italia dal 2002, caratterizzati dalla gestione passiva, nel senso che le loro variazioni di valore dipendono dal valore dell’indice di riferimento e non dai successi di chi li gestisce. Il vantaggio è quello di essere uno strumento liquidi con bassi costi di transazione.In questo contesto, l’indice degli ETF è proprio il prezzo dell’oro, strettamente correlato a fattori quali i tassi d’interesse, le quotazioni del dollaro, gli andamenti dell’economia e la domanda di oro fisico, che vanno a determinare il valore delle singole azioni relative al fondo.

Nel dettaglio, secondo quanto riportato dal rapporto pubblicato dal World Gold Council (WCG), gli afflussi verso gli ETF legati al metallo giallo sono stati pari a 363,7 tonnellate, il livello più alto dal primo trimestre 2009 in scia al miglioramento della fiducia verso l’oro.

“Il settore degli investimenti è stato il traino dominante della domanda d’oro, contribuendo a spingere i prezzi fino al 17% nel corso del trimesre – sottolinea Alistair Hewitt, Head of Market Intelligence del World Gold Council e conclude – Guardando avanti ci aspettiamo che l’incertezza dei mercati e le politiche monetarie non convenzionali continueranno a sostenere sia gli investimenti”.

Investire nell’oro finanziario

Le quotazioni del metallo potrebbero continuare a crescere nei prossimi mesi, specie se il mercato avrà sempre meno fiducia nelle azioni delle banche centrali, ovvero nell’efficacia delle loro politiche monetarie ultra-espansive.

A questo punto sorge un quesito: conviene investire sull’oro?.

Premesso che, investire nell’oro fisico può essere dispendioso, in genere si parla di oro finanziario, ovvero l’insieme di tutti gli strumenti e i prodotti finanziari che ci permettono di investire in oro senza doverlo possedere fisicamente

Quello dell’oro rappresenta l’investimento per eccellenza da anni, in quanto apporta una serie di vantaggi, quali:

  • Tutela dall’inflazione
  • Alta liquidità
  • Diversificazione

Più nel dettaglio, investire in oro vuol dire convertire il proprio denaro in “denaro alternativo” (nonché in oro finanziario) in modo da salvaguardarlo dalla continua inflazione monetaria che provoca una costante perdita del potere d’acquisto, in seguito alla continua creazione di denaro da parte del sistema bancario.

Per questa ragione negli ultimi anni l’investimento in oro sta diventando sempre più una pratica di uso comune, attraverso il trading online.

Se vuoi iniziare anche a tu ad investire sull’oro o su altre materie prime, senza dover possedere il bene fisico e quindi senza la necessità di investire elevati capitali iniziali, non perdere tempo e contatta i miglior Broker certificati che, mediante una formazione professionale ti aiuteranno a comprendere le strategie, le tecniche e gli strumenti del trading online, permettendoti di negoziare sul rialzo o sul ribasso dei prezzi dell’oro attraverso una piattaforma online dedicata.

Tra le migliori ti suggeriamo il broker CFD Plus500

Risk Warning: il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il suo denaro.

Mondadori acquista Banzai e vola in borsa

Mondadori acquista Banzai: nasce il primo editore digitale italiano

Dopo giorni di trattative, questa mattina Arnoldo Mondadori Editore ha sottoscritto con la Banzai un contratto per l’acquisizione della Media Holding, ovvero la divisone vertical content del gruppo guidato, ad esclusione del segmento news costituito dalla partecipazione ne Il Post e dal ramo d’azienda relativo al sito Giornalettismo.

Un operazione, questa, per un valore pari a 45 milioni di euro che porterà al gruppo Mondadori ben 8,9 milioni di nuovi utenti già attivi, grazie all’acquisizione di siti particolarmente rilevanti nel mercato italiano quali Giallo Zafferano, Pianeta Donna, Studenti.it, Mypersonaltrainer, Soldi Online.

Tutte aree strategiche che consentiranno di ampliare e integrare l’offerta multicanale dei brand già in portafoglio, con rilevanti possibilità di crescita mediante innovazioni di prodotto e strategie di brand extention, oltre ad una pronta affermazione del nuovo Gruppo Mondadori come leadership dei siti verticali sulle tematiche di women, food, health & wellness, nonché primo editore digitale italiano a beneficiare della complementarietà dei verticali delle due aziende.

Ernesto Mauri: “Con Banzai verso il digitale”

Al temine della sottoscrizione del contratto, Ernesto Mauri, amministratore delegato del Gruppo Mondadori afferma: Oggi abbiamo concluso un’operazione che ci darà un deciso impulso nel digitale, indispensabile per far evolvere i nostri magazine, ambito in cui siamo già leader con oltre il 30% del mercato grazie al portafoglio più diversificato e di qualità presente in Italia. Siamo particolarmente orgogliosi di aver raggiunto un altro importante traguardo nel piano di sviluppo di Mondadori, che ci consolida nella posizione di primo gruppo editoriale italiano. In questi mesi stiamo vivendo una nuova fase di crescita, finalizzata all’ulteriore rafforzamento delle nostre attività strategiche: i libri e i magazine. L’acquisizione di Banzai Media Holding ci permette di accelerare il processo di trasformazione del nostro Gruppo, già portato avanti con successo grazie alle azioni di recupero di redditività e la conseguente capacità di investire nel core business.

Con questa nuova acquisizione raggiungiamo oggi una massa critica nell’online che consentirà a Mondadori di giocare anche in questo settore un ruolo da protagonista, comparabile – in termini di audience – a quello degli over the top, con una proposta di contenuti, servizi e ricavi pubblicitari superiore a tutti gli altri player”.

L’elevato know-how e le comprovate competenze tecnologiche di Banzai Media Holding, coniugate al valore dei brand e ai contenuti di elevata qualità della Mondadori, permetteranno al gruppo di accelerare il processo di evoluzione in ambito digitale, oltre che a consentire una maggiore audience in target specifici portando così a maggiori opportunità di monetizzazione.

Sei interessato al mondo del trading online? Vuoi guadagnare investendo in borsa?

Noi ti proponiamo la via più semplice ed efficace per farlo.

Banzai al primo posto nell’e-commerce

I proventi della cessione saranno utilizzati per rafforzare la presenza del gruppo Banzai e la quota di mercato nell’e-Commerce, per incrementare la base clienti e la gamma di servizi offerti.

Contestualmente, Banzai ha sottoscritto un accordo triennale per l’acquisto di spazi pubblicitari sulle emittenti televisive del gruppo Mediaset, il cui beneficio stimato è pari a circa 7 milioni di euro.

Intendiamo rafforzare la leadership di Banzai, primo player italiano nel mercato nazionale dell’e-commerce e di ePrice, leader assoluto nel mercato online dei grandi elettrodomestici, grazie a un catalogo di più di 1,3 milioni di prodotti high tech dedicati alla famiglia digitale e alla smart-home. Con i proventi della cessione stiamo dotando il nostro gruppo e-commerce di risorse determinanti per accelerare la crescita, anche alla luce degli incoraggianti dati di sviluppo del mercato del commercio elettronico che in Italia è atteso crescere nei prossimi cinque anni. Conclude l’amministratore delegato del gruppo Banzai, Pietro Scott Jovane – Con la plusvalenza derivante dalla cessione, prevediamo una chiusura del 2020 in utile”.

Piazza Affari: la Mondadori prende il volo

Dove dopo la notizia dell’acquisizione, Banzai, che con più di 18 milioni di clienti al mese si piazza come il primo operatore italiano nel mondo dell’e-commerce, perde lo 0,72% a 3,84 euro per azione.

Ben diversa la reazione degli investitori di Mondadori, che avvicina la soglia dell’euro per azione guadagnando a metà mattinata più del 4%.

Risk Warning: il 76.4% dei conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il suo denaro.

Dove Investire nel 2020: Consigli per Investimenti Sicuri

Dove investire nel 2020? Consigli sui migliori investimenti sicuri e redditizi

Far fruttare i propri soldi, guadagnare investendo è sempre complicato; di seguito, troverete consigli su come e dove investire i Nostri risparmi contendendo i rischi per il capitale, ma cercando sempre la soluzione con il più alto rendimento. Delle guide agli investimenti che vi prenderanno per mano dalle piccole somme di denaro impegnate, e vi porteranno nel mondo della finanza più specializzata.

Quali sono le migliori azioni e cosa faranno i mercati finanziari nel 2020? E’ meglio acquistare ETF, oppure Fondi Comuni, o un altro tipo di strumento finanziario?

L’attuale difficoltà di crescita dell’economia italiana, unita ad una crescita molto diminuita di tutta l’eurozona, la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina iniziata e di difficile soluzione a livello internazionale, sono tutti fattori di incertezza per i risparmiatori italiani che volessero avvicinarsi al mondo dell’investimento finanziario.

Anche se è vero che comunque ci sono possibilità di far crescere il proprio capitale e il proprio portafoglio titoli con azioni attente al quadro economico e politico internazionale, bisogna anche ammettere che questo non sarà un anno chiaro in cui possiamo consigliare spassionatamente di fare investimenti.

Quindi investire SI’, ma con le dovute accortezze, accortezze ancora maggiori di qualche altro periodo storico, perchè gli equilibri internazionali possono mutare, a partire dall’elezione presidenziali USA che si terranno il 3 novembre 2020, nonchè alla tenuta del Governo italiano. Due fattori molto distanti tra di loro, ma che potrebbero avere una notevole influenza sia per lo spread in Italia che per la guerra commerciale tra Pechino e Washington e quindi per i mercatii finanziari di Wall Street e – di conseguenza – di quelli europei e della Borsa di Milano.

Quindi, come preambolo non possiamo consigliare di seguire le notizie di politica economica internazionale in modo critico e distaccato.

Iniziare ad investire: conoscere le regole basi

Più alto è il rendimento, più alto è il rischio per il capitale, d’altronde quelli che un tempo venivano chiamati investimenti sicuri, cioè le obbligazioni di Stato, come anche i Buoni Postali hanno interessi bassi e poco appetibili per l’investitore, ecco allora che in questi ultimi anni strumenti come i Fondi Comuni , gli ETF sono arrivati finalmente all’orecchio di tutti, anche del piccolo risparmiatore che ha poche migliaia di euro da far fruttare per cercare di migliorare il proprio assetto finanziario.

Ma anche le azioni sono tornate di gran moda in questo periodo, specialmente le azioni di aziende italiane di eccellenza, titoli che in questo sito prendiamo spesso in osservazione in quanto più vicine a Noi e facilmente ‘controllabili’ dagli stessi investitori. Infine ci sono gli investimenti per i più esperti, fatti tramite il Trading Online.

Le regole principali da conoscere prima di investire soldi

Non è sufficiente sapere dove investire, cioè quali strumenti finanziari acquistare, ma bisogna seguire un proprio metodo di investimento, per farlo bisogna conoscere alcune regole base su come impiegare denaro.

Innanzitutto prima di mettere a capitalizzare i propri risparmi, bisogna avere un quadro della Nostra situazione finanziaria attuale , quindi fare un piano per diversificare, in modo da decidere con attenzione su quale tipo puntare rispetto ad un altro e valutare anche quanto tempo vogliamo tenere i soldi fermi, cioè se vogliamo impegnarli a breve – medio o a lungo termine.
ATTENZIONE : purtroppo qui molti risparmiatori non esperti, commettono il loro primo errore. PRIMA di decidere se investire tutto o parte del proprio capitale, bisogna assolutamente fermarsi e fare un preciso progetto, che come dicevamo prima, un progetto di investimento che implica sapere:

  1. quanta parte del capitale a disposizione vogliamo mettere a frutto;
  2. in quali forma di strumento/i finanziari mettere i propri soldi ( o magari in altre forme, come gli immobili o un’impresa) cioè diversificare;
  3. il periodo di tempo per cui possiamo impegnare quel dato capitale.

Inoltre, bisogna sempre non dimenticare che, per quante previsioni e calcoli possiamo fare, gli investimenti non sono mai totalmente sicuri, questo lo scriviamo quasi sempre ed ogni volta non ci stanchiamo di ripeterlo, perchè a volte, le persone tendono a scordarsene.

L’importanza dell’economia cinese nei Nostri investimenti

Il costo del denaro e l’andamento dell’economia cinese, sono sempre 2 fattori molto importante per l’andamento dei mercati finanziari mondiali, che ovviamente influenzano anche la Borsa italiana e la Nostra stessa economia. Il Governo cinese ha varato un piano quinquennale che prevede investimenti per decine di miliardi di dollari in infrastrutture, creando 50 milioni di nuovi posti di lavoro e collocare capitali sull’alta tecnologia e iniziare ad investire anche su ambiente ed eco compatibilità che è un vero problema in questo enorme paese asiatico. La crescita del PIL si attesterà, secondo le stime sul 6% annuo fino al 2020. Verosimilmente il dato sarà però del 4%. La Cina che cresceva del 10% annuo, ormai è solo un lontano ricordo.

Aggiornamenti dai mercati finanziari

A fine Gennaio la spada di Damocle del coronavirus sta mettendo in agitazione tutti i mercati finanziari, un periodo in cui è bene non fare importanti investimenti in borsa. Sarà fondamentale sapere quanto durerà la crisi del coronavirus, per poi poter tornare a guadagnare con investimenti più sicuri di ora, momento di incertezza in cui il mercato è molto volatile.

La Gran Bretagna, con il voto politico del 12 dicembre sceglie – per la seconda volta dopo 3 anni e mezzo dal referendum – la Brexit, che avverrà il 31 gennaio e che porta sicurezza ai mercati finanziari, i quali prendono forza da questa notizia. Buona la performance della sterlina.

L’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina, che sembrava dover essere imminente prima di Natale, sembra invece tardare. Dopo i nuovi record di borsa, si pensa che ci sarà un calo fisiologico dei principali indici.

Di certo chi ha investito in oro ha fatto un buon affare, visto che la quotazione è passata da 1.200 $ all’oncia a 1.500 l’oncia .

Finchè questo stato di cose si porterà avanti, Noi sconsigliamo l’investimento in azioni. Più propensi a tornare ai beni rifugio, quali l’oro, metalli preziosi, terreni agricoli per fare agricoltura, immobili ( anche se questi ultimi in Italia non sono poi così appetibili in questo particolare momento).

Dal Maggio 2020, l’indice FTSE MIB ha iniziato a scendere per problemi legati alla politica del nuovo Governo, governo formato da molti ministri euro scettici, insicurezza che ha generato paura negli operatori finanziari di una possibile Italexit la quale, anche se smentita più volte dai vertici di governo, rimane una paura per i mercati finanziari, paura confermata da un DEF molto ambizioso e fuori da parametri UE, dal quale è stato bocciato.

A questo, si aggiunge un sostanziale crollo dei titoli tecnologici del Nasdaq iniziato a fine Agosto 2020, da Noi ampiamente preannunciato, un crollo naturale, dopo 9 anni consecutivi di crescita. Questo crollo è stato anche dalla politica della Federal Reserve, la quale ha ulteriormente alzato gli interessi sui Bond Americani, che li hanno resi molto più appetibili e investimenti molto più sicuri rispetto ai dividendi delle azioni.

Nel Giugno 2020, la Borsa di Milano ha avuto dei problemi per quanto riguarda la formazione del Governo Conte e della mancata nomina a Ministro dell’economia del Prof Savona, che fino a poco tempo fa era esponente di spicco degli economisti no euro. Questo ha destabilizzato lo spread ed anche i titoli bancari ne hanno risentito, portando tutti i mercati finanziari sull’orlo di una grave crisi. In compenso gli Stress test 2020 delle banche italiane sembra che siano andati bene.

Il Governo varato il 1 Giugno sembra invece molto convinto di rimanere sull’euro, pur se consapevole di dover rimodernare l’assetto della Unione Europea, quindi si spera che i mercati riprendano la loro crescita.

I dazi di Trump potrebbero creare problemi a tutti, però

Gli USA sono ancora la prima economia del mondo, come tale è fondamentale per l’andamento dei mercati finanziari. La politica finanziaria del Presidente Trump sembra ispirata verso un nuovo liberismo interno che dovrebbe però penalizzare le merci dall’estero tramite dazi, anche se finora Wall Street ha risposto molto bene alle politiche di Trump.

Trump aveva appunto promesso una politica economica americana con alti dazi per le merci straniere, più lavoro per gli americani e maggiori aiuti alle ditte americane.

C’è da dire che ha incontrato i manager stranieri di importanti industrie che lavorano negli States ( come la FCA), per ora le reazioni della Borsa valori americana è molto positiva e un po’ tutte le borse valori mondiali stanno avendo buon performances, compresa quella italiana.

L’influenza del prezzo del petrolio:

L’oro nero ha influenzato l’andamento economico del 2020. E’ in atto una battaglia tra i produttori americani e quelli arabi. Uno scontro che sta favorendo una quotazione bassa per il greggio con l’intento di danneggiare gli investimenti USA. Questa situazione di stallo potrebbe perdurare a lungo almeno nella prima parte del 2020.

I mercati finanziari non sembra che subiranno grandi scossoni, ma bisognerà attendere anche le previsione delle varie agenzie di rating che di solito si esprimono a fine dicembre per avere informazioni più attendibili


L’importanza del costo del denaro

Ci sono Stati che emettono bond con un rendimento negativo, per poter far rimanere basso il costo del denaro. Anche gli altri tipi di obbligazioni in questo modo hanno rendimenti bassi e gli investimenti sono frenati.

L’andamento della borsa italiana in questo inizio 2020 sembra più che positivo, i dati di crescita che arrivano dall’Unione europea, ma sopratutto i dati che arrivano da Wall Street e il suo record di capitalizzazione e le insistenti voci di un aumento dei tassi di interesse.

Quanti soldi investire e per quanto tempo?

Prima di iniziare ad mettere a frutto soldi soldi, bisognerebbe mettersi seduti e fare una strategia di investimento tale da non mettere troppo a rischio il Nostro capitale, tale da farci guadagnare, da essere il più differenziata possibile, non chè più intelligente possibile, nel senso che deve prendere in considerazione quanto denaro possiamo impegnare e per quanto tempo possiamo tenere investito questo denaro.

Suggerimenti di investimento a secondo della somma disponibile

Investire in base al proprio profilo di rischio:

Oggi tutte le banche fanno il profilo di rischio dei clienti, cioè la possibilità di rischiare il proprio capitale che può mettere in gioco il cliente, quindi costruire un portafoglio titoli adeguato alle capacità cognitive e di capitale dello stesso e in base al quale poi proporranno degli strumenti finanziari. Il profilo di rischio va in base a parametri come: la conoscenza dei mercati finanziari, la conoscenza degli strumenti finanziari, la disponibilità del capitale, l’età anagrafica del cliente, il reddito, il tipo di lavoro svolto, i beni immobili di sua proprietà.

Noi abbiamo cercato di raccogliere degli articoli in cui ci sono i migliori tipi di investimento per ogni profilo di rischio possibile, ecco intanto alcune idee su quello che potrebbe essere il Vostro profilo di rischio:

Scegliere il conto corrente più conveniente

Il primo passo da fare per un risparmiatore , è quello di scegliere un conto corrente con poche spese e che offra il maggior numero di servizi possibili.

Oggi come oggi gli Istituti di credito che operano in Italia, offrono un ampio numero di pacchetti di C/C per i loro clienti, a secondo del loro profilo di rischio e a secondo delle loro esigenze. I conti correnti non sono dei veri mezzi di investimento, anche se fruttano degli interessi, questi sono così bassi che possiamo considerarli più uno strumento di utilità per il risparmio, che per altro. Noi di Economia Italia, stiamo cercando di capire, attraverso recensioni ed opinioni raccolte in rete, quale siano i migliori conti correnti.

Investire in Conti Deposito per diversificare

Gli investimenti in conti deposito sono sicuri ( come possono essere sicuri tutti i depositi messi in banca) , e sono garantiti dal sistema interbancario almeno fino a 100 mila euro.

Oltre ad essere uno degli investimenti più sicuri, mettere i soldi in un Conto Deposito, significa avere anche degli interessi che mettono al riparo dall’inflazione.

Di più non si può certo pretendere da un Conto Deposito, magari anche vincolato, ma con una crescita economica prevista nel 2020 superiore al 1,5% ( molto improbabile per la verità) , possiamo sperare in una ripresa dell’inflazione e in un aumento dei tassi di interesse su questi Conti offerti dagli Istituti di credito, che finora sono ( al massimo e per i Conti Vincolati) solo dell’1% lordo;

di seguito i migliori Conti Deposito:

Investimenti sui beni rifugio per il 2020

Oro, ( qui la quotazione, le ultime notizie, gli approfondimenti e ancora) immobili, diamanti e arte. Sono i beni rifugio. Investimenti meno rischiosi. Certamente altrettanto poco redditizi ma, in questa fase di incertezza, si tende a conservare piuttosto che speculare, in attesa che qualcuno faccia la prima mossa o che qualche evento esterno determini dei cambiamenti. Qui: una Guida Per Comprare Oro.

Pietre preziose: è un mercato molto particolare, assimilabile a quello dei diamanti ( a cui abbiamo dedicato un capitolo, più in basso) , un mercato comunque in crescita, specialmente in questo periodo di rendimenti bassi per altri tipi di investimento.

Argento: anche questo è un investimento molto simile a quello dell’oro ed il prezzo dell’argento ha un andamento simile al metallo giallo.

Intelligenza artificiale e altri business di domani

Già oggi usiamo tutti i giorni l’intelligenza artificiale per fare ricerche su Google o nei feeds dei social network ma si calcola che il giro di affari dell’IA sarà di 15 triliardi di dollari entro il 2030, cioè quasi quanto l’intero PIL della Cina di oggi.

Naturalmente questo tipo di investimenti possono essere fatti sia con ETF dedicati a queste aziende o direttamente con azioni delle aziende più coinvolte in questo business.

Non di minore importanza saranno le Biotech, l’energia eolica e le energie rinnovabili.

Comprare Arte moderna come investimento a lungo termine

Sul fronte dell’arte un segno positivo, pari al 50% in più di investimenti, ha caratterizzato l’ultimo decennio. Comprare opere d’arte è un investimenti che si rileva sicuro e profittevole.

Investire in beni come quadri presuppone avere le competenze specifiche per valutare. E soprattutto avere somme di denaro che si possono “congelare” per periodi medio lunghi. Il bene con il tempo diventa sempre più prezioso, in modo graduale e senza problemi di deprezzamento.

L’investimento in arte moderna ( e per arte moderna intendiamo sopratutto quadri) è un investimento di denaro molto particolare, sicuramente non rivolto a tutti i tipi di risparmiatori. Non stiamo parlando solo di ingenti somme di denaro per comprare quadri di grande valore, perchè, come scoprirete andando all’approfondimento che abbiamo al link nel capitolo, scoprirete che anche un piccolo-medio risparmiatore può comprare quadri con poche centinaia di euro e rivenderli dopo anni a prezzi molto, molto superiori con rendimenti a 3 cifre percentuali.

Le particolarità dell’investimento in arte moderna:

1) bisogna essere un appassionato d’arte.

2) Bisogna capitalizzare, senza la fretta di vendere.

La sindrome di Paperon de Paperoni è diffusa tra
gli investitori di oro fisico

Comprare oro per un investimento sicuro

L’oro equivale a ricchezza e sicurezza. Ovunque è riconosciuto come valore di scambio. E’ tornato il momento di comprare oro. Il suo prezzo è in costante aumento in questi ultimi mesi e l’andamento dovrebbe replicarsi anche il prossimo anno.

Oggi come oggi si investe molto di più in oro finanziario come gli ETC oppure le quote azionarie di aziende minerarie aurifere, che in oro fisico, in pochi hanno il coraggio di tenersi in casa oro per il valore di migliaia di euro, cosa che però non è del tutto vera.

Comprare oro fisico è una pratica sempre più in voga, per vari motivi. Il motivo principale per cui un risparmiatore compra monete d’oro e se lo tiene in cassaforte, dentro casa è quello di guardarlo e toccarlo. proprio così, la sindrome di Paperon de Paperoni, cioè il voler rischiare una rapina in casa pur di tenersi dei lingotti d’oro nella propria cassaforte. Più dei lingotti, ultimamente vanno di moda le monete d’oro.

Comprare diamanti per investire in beni rifugio

Comprare diamanti tratta di un investimento sicuro e che è sempre più apprezzato. Ma vanno comprati diamanti certificati. Non tutti sono in grado di valutare se si tratti di un diamante o di uno zircone. Bisogna sapere come muoversi ed affidarsi ad un esperto di fiducia. Per questo motivo bisogna affidarsi a persone esperte del settore e aziende ( banche o finanziarie) che riescano a darci dei diamanti certificati dalle varie agenzie internazionali.

In questo tipo di investimento molte persone comprano pietre preziose , ma si tratta di investimenti che non ci sentiamo di consigliare ai meno esperti.

Un altro modo per mettere a frutto denaro in diamanti è quello di investire in quote di società minerarie che estraggono diamanti.

Investimenti a lungo termine: il mercato immobiliare italiano e straniero

L’investimento in immobili , un immobile è sicuro e conveniente, al netto di tasse, bolli e impegni per un eventuale affitto o compravendita. E lo sarà anche nel 2020 anche se ci sono alcuni dati che potrebbero far pensare ad un aumento di prezzi delle abitazioni Ma bisogna prestare molta attenzione. La ripresa del mercato immobiliare c’è, ma non è ancora così sostenuta. Proprio per questo conviene comprare (i prezzi sono ancora bassi) ma non si deve avere fretta di monetizzare.

Immobili di pregio turistico: è un particolare investimento a scopo di affittare l’immobile per scopi turistici, comprare oggi una casa in un antico Borgo e riuscirla ad affittare anche grazie alle nuove tecnologie che mettono in contatto domanda ed offerta può essere un grande affare.

Immobili all’estero: potrebbe essere un’idea, occhio al mercato della Gran Bretagna che dopo la Brexit sembra essersi deprezzato.

Acquistare a reddito garantito: si tratta di contratti molto particolari: un’agenzia specializzata in investimenti fa un contratto con un soggetto giuridico ( un investitore), il quale comprerà un immobile tramite questa agenzia e lei garantirà di trovarli un locatario, il quale pagherà regolarmente un affitto. Di solito si tratta di investimenti importanti, di centinaia di migliaia di euro per comprare immobili in posti esclusivi in Italia o all’estero, in posti di lusso o di grande interesse turistico, dove c’è molta richiesta ma dove il costo delle abitazioni è veramente elevato, quindi un tipo di investimento molto interessante, ma non adatto a tutte le tasche.

Comprare auto storiche: investire in passioni

Come per l’arte, è meglio essere appassionati di auto prima di impegnare soldi in un’auto d’epoca, ma non è necessario. Si tratta di un altro tipo di investimento non convenzionale molto interessante. E’ il mercato delle auto e delle moto storiche, un segmento che sta andando veramente forte. Si parla di un +111% di scambi in 5 anni cioè nel quinquennio 2020.

Auto d’epoca ( al link troverete l’articolo di approfondimento con tutto quello che c’è da sapere) è quindi un settore finanziario in trend positivo da almeno 5 anni. Ci sono ancora degli ottimi affari che si possono fare in questo particolarissimo settore, auto che si possono trovare da privati ma anche in aste giudiziarie o in fiere specifiche di auto d’epoca.

Bisogna stare attenti che le auto siano certificate nei vari registri storici e che abbiano tutte le carte in regola, prima di acquistarle e ovviamente bisogna avere la passione del collezionista di auto, anche perchè poi bisognerà tenere i bolidi rinchiusi dentro un garage e pagare una cospicua assicurazione auto proporzionata al valore della vettura stessa ( il bollo nelle auto storiche non si paga).

Stanno anche nascendo dei Fondi Comuni per auto di lusso, molto interessanti.

Investimenti migliori per il futuro: le case di riposo

Si tratta di un modo di impiegare denaro nel lungo periodo e con un ottimo ritorno.

La popolazione sta invecchiando sempre di più, si fanno sempre meno figli e si muore sempre più tardi e ci si sposa sempre di meno.

Questo significa che ci saranno sempre più persone anziane e sole che avranno bisogno di stare insieme, magari in una casa di riposo, oppure in un ospizio o in appartamenti adeguatamente costruiti per persone anziani. Tutto questo significa che bisogna dare una risposta in termini di offerta, non solo per guadagnare soldi con gli investimenti, ma anche per dare servizi che lo Stato, da solo non ce la farà mai a dare.

Al link sopra, troverete come investire in case di riposo e scoprirete che si tratta di uno dei migliori investimenti da fare, sia se si vuole scegliere i Fondi Comuni che si occupano di questo aspetto, che se si vuole entrare in società con qualche costruttore ed investitore che fa questo business.

Diversificare: investire in vino pregiato

Ci sono vari modi di fare in vino, si possono comprare quote di un’azienda vinicola, si possono comprare bottiglie di vino pregiato, si possono comprare quote di fondi comuni.

Comprare bottiglie di vino pregiato di annate particolari, rimane uno degli investimenti più affascinanti che si possano fare

Comprare Buoni Fruttiferi Postali

Tra le possibilità che si hanno di investire soldi con Poste italiane nel classico buono fruttifero postale rappresenta una soluzione sicura anche se non performante. Del resto più sicuri sono gli investimenti e meno alto è il loro rendimento.

I Buoni postali non hanno margini di profitto ampi, ma ad esempio hanno una tassazione agevolata , si possono comprare online, i rendimenti sono bassi, ma si ha la certezza di riprendere per intero il capitale versato, è un modo per fare piccoli investimenti di 1000 euro, oppure si possono comprare BFP per 1000 euro, in quanto è garantito dallo Stato, senza costi aggiuntivi riguardanti la gestione, particolarmente adatti se si vuole fare un regalo ad un minore. Il prossimo anno si ipotizza un aumento di questa forma di investimenti.

Investire in obbligazioni di Paesi emergenti

Gli investimenti in obbligazioni di Paesi emergenti come l’Indonesia sono tornati convenienti dopo il freno della corsa del dollaro che porta giovamento a Stati che basano molti dei loro guadagni sull’esportazione di materie prime. Investire in Paesi emergenti può essere sicuro ma bisogna sempre affidarsi ad un consulente finanziario esperto in materia e soprattutto affidabili. Anche i fondi comuni di paesi emergenti sembrano particolarmente redditizi, in questi ultimi tempi.

Andamento dei mercati finanziari nel 2020

In alternativa, per avere una garanzia assoluta per il capitale investito, si può andare sui conti deposito, libretti postali o bancari e buoni di rendimento, titoli di Stato, prodotti finanziari per che puntano a minori risorse ma ad una maggiore sicurezza.

Investire nei fondi comuni di investimento

COSA SONO I FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO

I fondi comuni OICR (“Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio“) sono i prodotti ottenuti dalla gestione collettiva del risparmio di piccoli e grandi investitori/risparmiatori. La proprietà del fondo è di tanti investitori a cui vengono riconosciuti i medesimi diritti, in proporzione di quanto hanno investito, quindi delle quote possedute. La gestione è affidata a delle Società di gestione risparmio o SGR, che hanno il compito di investire le quote versate dai risparmiatori, in azioni , obbligazioni e altre attività finanziarie. Lo scopo ovviamente è quello di incrementare il valore, N.A.V. (net asset value), di tutte le quote che compongono il fondo. Facciamo presente che il capitale sociale delle società di gestione non può mai essere utilizzato per i creditori, l’unica risorsa finanziaria che può essere utilizzata per rimborsare le varie quote ai sottoscrittori/risparmiatori è il fondo comune. L’attività che svolge la Società di gestione si basa su determinate e specifiche politiche di investimento, garantite dalla CONSOB (Commissione Nazionale per la Società e la Borsa) che controlla la trasparenza di tutte le operazioni effettuate e dalla Banca di Italia, che si occupa della stabilità del patrimonio e dell’eventuale rischio. Ovviamente la Società di gestione dei fondi comuni opera, seguendo regolamenti ben precisi e delineati, nel rispetto delle leggi e delle normative bancarie. Fare fruttare il proprio denaro in Fondi Comuni significa, acquisire un certo quantitativo di quote, il cui valore si modifica in funzione dell’andamento degli investimenti nel quale è impiegato il patrimonio del fondo. Di recente introduzione nell’ordinamento dei fondi comuni troviamo la distinzione tra Fondi armonizzati e non armonizzati. A) I Fondi non armonizzati sono i Fondi Comuni che non rispettano le regole comunitarie, caratterizzati quindi da una maggior libertà di investimento. Tali fondi, per essere commercializzati in Italia, devono avere l’autorizzazione dalla Banca d’Italia, che dopo aver consultato la Consob, rilascia l’autorizzazione ad operare, a condizione però, che gli assetti aziendali e di gestione, rispettino le regole delle Società di gestione italiane. Per libertà di investimento si intende, la tipologia di prodotti finanziari in cui il patrimonio del fondo è investito. Tra i fondi non armonizzati i più importanti troviamo i fondi Hedge, regolamentati dal decr. Min. Tesoro 228/1999, chiamati anche Fondi speculativi. Il fondo Hedge è un fondo comune di investimento privato cioè gestito da una società privata in accomandita semplice o a responsabilità limitata. La società investe in fondi diversi, utilizzando la tecnica hedging (copertura del rischio) è una tecnica che permette di tutelare l’investimento da possibili imprevisti come fluttuazione di prezzi e di valuta. Con questa tecnica si eliminano in gran parte, gli eventuali rischi del mercato . La Società che gestisce tale fondo deve rispettare alcune regole e limiti quali, il numero dei partecipanti, che non deve superare le 200 unità e l’importo minimo di ciascuna sottoscrizione, che non deve essere inferiore a 500.000 euro. Le quote del fondo speculativo non possono essere frazionate. B) I Fondi Armonizzati sono i Fondi comuni di Investimento commercializzati in tutta la Comunità Europea con regole e direttive comunitarie uguali per tutti gli stati. Prima di tutto è importante sottolineare che i Fondi armonizzati non possono investire in strumenti finanziari che non sono quotati in mercati regolamentari, e nello stesso tempo non si può impegnare più del 10% del patrimonio del fondo sullo stesso strumento finanziario. La maggior parte dei fondi in Italia sono armonizzati e gestiti sia da Società italiane che da Società della Comunità Economica Europea.

Come scegliere i fondi comuni su cui investire i Nostri soldi:

Dopo aver descritto cosa sono i Fondi comuni di investimento, si deve capire bene come e in che modo far fruttare i propri soldi, in modo consapevole e redditizio, mettere bene a frutto i propri risparmi, significa per la maggior parte dei risparmiatori, conoscere le metodologie per dare una svolta alla propria vita. Esiste una macro suddivisione dei fondi che andiamo a descrivere facendo un elenco per capire meglio:

  • Fondi Aperti ; non hanno limiti accettano continuamente gli investitori.
  • Fondi Chiusi ; Vengono creati appositamente per vendere un numero stabilito di quote.
  • Fondi Attivi ; I soldi derivanti dalle sottoscrizioni delle quote, vengono continuamente investiti tra vari titoli, per ottenere il maggior rendimento possibile cercando di guadagnare più del previsto.
  • Fondi Passivi ; In questo caso, gli investitori/risparmiatori non vogliono lucrare e si limitano ad effettuare le necessarie operazioni per ottenere l’obbiettivo stabilito.

Dopo questa macro suddivisione vi è la necessità di elencare in modo più specifico i fondi esistenti dove poter investire, decidendo a monte se operare d’azzardo, investendo per ottenere maggiori guadagni possibili con un alto rischio, oppure operare con il minor rischio possibile ed ottenere il guadagno previsto.

  • FONDI AZIONARI ; Come dice la parola stessa sono quei fondi dove, la maggior parte del capitale circa il 70-80% viene investito in azioni in maggioranza appartenenti al settore industriale. Il restante 20-30% viene investito in obbligazioni. E facile dedurre che il rischio è elevato e i fattori che lo determinano sono il tipo di investimento e l’area geografica di appartenenza.
  • FONDI OBBLIGAZIONARI ; Con questa tipologia di fondi si investe esclusivamente in obbligazioni nella maggior parte dei casi della stessa area geografica con un rischio limitato.
  • FONDI IMMOBILIARI ; In questo caso le Società di gestione investono in proprietà immobiliari , creando delle quote di attività finanziarie di diverso valore, in funzione all’area geografica ed al valore degli immobili. Permette all’investitore/risparmiatore di poter avere degli utili, derivante dagli affitti, senza necessità di acquisire un immobile a proprio nome. Questo tipo di investimento nasce in Italia nel 1998 ed a oggi è ancora un investimento che genera liquidità, sopratutto a causa della progressiva diminuzione dei tassi di interesse.
  • FONDI MISTI BILANCIATI ; Sono fondi che investono sia in azioni che in obbligazioni bilanciando il rischio . In funzione delle quote investite in azioni vi sono altrettante quote investite in obbligazioni, cosi da suddividere il rischio di eventuali perdite.
  • FONDI COMMODITIES ; Ultimo ma non ultimo per interesse sono i fondi commodites dove l’ investimento maggiore viene fatto in materie prime , metalli, combustibili e prodotti come, rame argento, oro, caffè, olio, mais, soia, cereali, petrolio etc. Gli investitori o risparmiatori acquistano le quote del fondo, piuttosto che investire da soli nelle materie prime che risultano estremamente rischiose se non si conoscono le regole del mercato.
  • FONDI dei FONDI ; Tutti i proventi ottenuti dagli investimenti in attività finanziarie primarie vengono reinvestiti in altri fondi comuni di investimento. Il vantaggio è un’alta diversificazione del rischio, i fondi sono infatti gestiti da diverse Società di gestione, anche di Stati diversi dall’Italia, operano in settori diversi con monete diverse. Lo svantaggio è che l’investimento richiesto deve essere almeno di mezzo milione di euro, e i costi di ingresso e manutenzione sono più elevati.

Commissioni sui Fondi da pagare:

L’ultimo tassello da analizzare, prima di decidere in quale fondo investire i nostri risparmi, sono le commissioni.

  • Commissione di Sottoscrizione e di Gestione: Le prime si pagano solo una volta e si dettraggono dal capitale versato, di solito variano in percentuale, in funzione del capitale investito, mentre le seconde, quelle di gestione, sono sicuramente il costo più elevato che le SGR si trattengono, per gestire e far fruttare il denaro da noi versato. Non importa se siamo in attivo o in passivo le percentuale è sempre la stessa e varia, dall’ 1% per l’investimento obbligazionario, fino al 4 % per l’investimento azionario.
  • Commissioni per il deposito, diritti fissi e spese varie: Sono le spese fisse che ogni Società di gestione applica per tenere in deposito i titoli, per inviare rendiconti e varie comunicazioni.
  • Commissione di Rimborso e di Negoziazione: Le commissioni di rimborso sostituiscono quelle di sottoscrizione (se non si pagano le prime si pagano le seconde e viceversa), le commissioni di negoziazione sono invece legate al come vengono investiti e spostati i nostri soldi, ad ogni operazione equivale una commissione.
  • Commissione alte performance e di Switch: Più guadagnano più commissioni paghiamo alle Società di gestione, che si auto premiano per aver raggiunto alti profitti quindi alte performance. Mentre le Switch sono commissioni dovute, in caso di spostamento delle quote da un fondo meno favorevole a un fondo più favorevole.

La scelta in funzione della loro sicurezza

  • Consigliarvi dove investire al meglio è quasi impossibile però possiamo suggerirvi di fare investimenti con fondi comuni d’investimento obbligazionario, immobiliare e postale, che garantiscono degli introiti con pochi rischi , inoltre i fondi comuni NON POSSONO FALLIRE perché il capitale del fondo è disgiunto e non rientra a far parte del patrimonio delle Società di Gestione e degli investitori/risparmiatori. Per capire meglio, gli eventuali creditori delle Società di gestione (SGR) e dei vari investitori non possono rifarsi sulle quote del fondo.

Linee guida per fare l’investimento migliore con i fondi comuni:

Prima di ogni decisione, bisogna leggere bene i fogli informativi “benchmark” obbligatori per ogni fondo comune.
Nel foglio informativo vengono indicati, secondo il mercato di riferimento, gli andamenti del fondo con costi , commissioni e percentuale del rischio. I benchmark vengono aggiornati e messi a disposizione degli investitori ogni 6 mesi. La Banca d’Italia nel 2006 ha imposto che, in tutti i fogli informativi dei fondi, siano ben chiari i limiti massimi di tutte le commissioni richieste, e questo importo in nessun modo deve essere superato.
Un’altro consiglio, nella scelta, è confrontare le performance dei vari anni, soffermandosi in modo particolare negli anni di crisi.
Questo può essere un aiuto, in quanto le Società di gestione ( SGR ) che hanno resistito, producendo utili o mantenendo il più possibile le perdite, significa che hanno gestito bene con competenza e consapevolezza. In rete troviamo varie tabelle su come calcolare le commissioni e le varie spese e tanti consigli per investire in modo migliore i vostri/nostri soldi, anche se comunque le decisioni sono alquanto personali e molto spesso soggettive.

Come Investire 50.000 €? Migliori investimenti 2020

In tanti sono alla ricerca delle migliori strategie per investire nei mercati finanziari . Allo stesso tempo, in molti si chiedono quale sia il metodo migliore per investire ei propri risparmi.

��Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

Cosa impareremo oggi? Un metodo semplice ed alternativo su come investire 50000 euro e allo stesso tempo guadagnare sia che si ami il rischio sia che non lo si ami.

Come puoi notare anche tu, parliamo di una cifra che non è impossibile da raggiungere: 50.000 euro.

E’ chiaro che non si tratta pur sempre di una cifra considerevole e come tale non la si vuole perdere; in molti casi, questa cifra la si raggiunge dopo anni ed anni di duro lavoro e di sacrifici continui. Qualsiasi sia la loro origine, è sempre un capitale che si vuol far fruttare e lo si vuole fare fruttare nel migliore dei modi.

Non tutti però la possiedono. Ecco quindi che tutti quelli che oggi si possono permettere questo tipo di investimento, tendono a preservarlo.

Ecco quello che noi faremo oggi. Ti parleremo di:

Come investire 50.000 euro?

Sappiamo che il dubbio su come fare per investire 50.000 € oggi lo si riscontra in molti. E’ una domanda quindi che non è fatta a caso. Soprattutto nel caso in cui hai già a disposizione un reddito con il quale sostenersi, allora sarebbe opportuno investire una tale cifra anche per cercare di ottenere un rendimento .

E’ una domanda, a cui non è semplice rispondere. Peggio ancora se si cerca di rispondere in maniera univoca. La maggior parte delle volte, diventa quasi impossibile.

Da cosa dipende il tuo investimento?

Molti dipende dalla propria propensione al rischio che un trader o un investitore ha. Se si prediligono strade sicure allora il mattone potrebbe essere l’investimento migliore. Se si ama il rischio e i rendimenti altissimi, allora il trading online è quello che fa per te.

E’ chiaro che molto dipende da te.

In breve, si devono analizzare prima ancora di investire tutti gli elementi di natura pratica ma anche gli elementi di natura psicologica come ad esempio il possesso di altri redditi, o anche la resistenza allo stress ecc. sono tutti elementi che si devono considerare prima ancora di investire a prescindere dal capitale che si ha a disposizione.

Cosa imparerai oggi?

Noi ci limiteremo solo e soltanto a proporre in via generale alcune alternative ed allo stesso tempo, cercheremo anche di analizzare i rischi che si corrono investendo in un settore piuttosto che in un altro.

Investire 50.000 euro?

Come investire 50.000 € 2020?

Come investire 50.000 € nel 2020?

Ci sono molti modi in cui puoi investire 50.000 euro al giorno d’oggi.

Noi oggi cercheremo di farti comprendere quelle che sono le scelte migliori per te. In questo caso, devi analizzare sempre e tenere presente 2 fattori che valgono per tutti gli investimenti:

  1. Il rischio che sei disposto a correre di perdere i tuoi soldi
  2. Il tempo massimo che hai a disposizione e per cui vuoi bloccare i tuoi soldi in un investimento senza cioè poterli ritirare.

Rischio

Il primo elemento da considerare è sempre il rischio di perdere tutto. Nel caso in cui parliamo di un rischio di perdere il capitale, si deve sempre prendere in considerazione la possibilità di agire mettere in atto due strategie :

  • Destinare i soldi a un sistema garantito

Questo è definito come la sicurezza di non perdere neanche un centesimo del proprio denaro, soprattutto per una scelta che non conviene in nessun caso da un punto di vista del rendimento .

Qui i tassi di interesse abbinati agli investimenti sicuri sono infatti i meno remunerativi.

  • Scegliere le operazioni più rischiose

In questo caso, si deve prestare attenzione all’investimento in Borsa , o al trading online , al forex , ecc. Si tratta di investimenti rischiosi che in caso di vincita ti permettono di ottenere un alto rendimento .

Qui di seguito ti elenco le tipologie di investimento suddivise per il rischio:

Investimenti per rischio

Rischio ALTO Rischio BASSO Azioni Buoni fruttiferi postali Forex Titoli di stato Opzioni binarie Conti deposito

Tempo

Il secondo elemento che si deve considerare per investire 50.000 € o anche più è l’arco di tempo per cui puoi vincolare il tuo denaro. Un elemento che possiamo considerare di rilevante importanza.

Se sai di non aver bisogno dei tuoi 50.000 euro per lungo tempo, allora puoi dirigerti verso investimenti a medio/lungo termine (dai cinque ai dieci anni o più).

Nel caso in cui invece si tratta di una cifra di cui devi disporre nel breve tempo, allora non puoi fare previsioni e ritieni che potresti avere necessità di denaro i prossimi mesi o anni. Qui è meglio considerare un investimento a breve termine ovvero per un massimo di 3 anni.

Di seguito analizziamo le diverse tipologie di investimento suddivise per il tempo:

Investimenti per tempo

Breve termine Medio/lungo termine Borsa Azioni Forex Conti deposito Opzioni binarie Titoli di statoBuoni fruttiferi postali

La strategia migliore

Altro elemento caratterizzate degli investimenti è la strategia .

Tutti gli investitori che investono grandi somme di denaro adottano una tecnica che si chiama diversificazione del proprio portafoglio .

In questo caso, devi sempre considerare la possibilità di investire in diversi settori, al fine di suddividere 50.000 € in 5 investimenti da 10.000 € oppure 10 investimenti da 5.000 €, ciascuno fatto in un’area diversa.

Un esempio potrebbe essere questo:

  • 000 euro in azioni in borsa ;
    1. 000 euro in EFT;
      1. 10.000 euro in Posta;
        1. 000 euro in obbligazioni ;
          1. 000 euro in Forex ;

Perché farlo?

Per il semplice fatto che in questo modo, puoi fare sia investimenti sicuri che investimenti rischiosi e non puntare tutto su un’unica soluzione, che in alcuni versi potrebbe essere anche rischiosa e come tale ti porterebbe a perdere tutta la somma investita.

Si tratta di limitare i danni dunque.

Dove investire

A questo punto, adesso che ti abbiamo elencato le diverse caratteristiche che devi prendere in esame quando investi, una volta che hai analizzato i fattori principali con cui scegliere su cui investire i tuoi 50.000 euro devi conoscere le migliori soluzioni per investire oggi.

Cosa abbiamo fatto noi per te?

Abbiamo riportato i principali tipi di investimenti con degli esempi concreti che ti permettono di capire quanto potresti guadagnare e quanto potresti perdere.

Investire 50.000 €: consigli, strategie e soluzioni pratiche

Investire 50.000 €: consigli, strategie e soluzioni pratiche

Datti degli obiettivi

Questa scelta è molto importante in quanto la devi prendere sempre prima di fare qualcosa. Non puoi fare le cose campate in aria. Far queste scelte non ha mai portato dei benefici.

Noi siamo anche certi che sia fondamentale e molto importante darsi subito degli obiettivi, che siano chiari, decisi, ed ai quali puntare sempre.

Un esempio, potrebbe essere quello di porti delle domande, ovvero chiederti a che tipo di profitti vuoi aspirare mensilmente, annualmente e così via.

In questo caso, puoi scegliere di porti degli obiettivi di breve, medio, lungo termine, in modo tale da non strafare e capire quali sono le tue priorità.

In pratica, avendo 50.000 euro a disposizione, puoi optare per diverse soluzioni.

I tuoi obiettivi devono essere realistici, e come tale se punti al milione di euro deve essere sul lungo termine, non puoi guadagnare questa cifra in un mese o un anno. Sarebbe solo impossibile!

Traccia i progressi

Un altro elemento che devi considerare quando investi è quello di tenere un piano di investimenti ovvero tenere traccia dei progressi che ottieni passo dopo passo.

A mano a mano che farai pratica di trading online allora potrai arrivare ad un bilanciamento pressoché perfetto delle tue operazioni, specialmente in termini di decisioni che possono essere:

  • Entrata ed uscita dal mercato
  • Impostazione degli ordini sulla piattaforma
  • Scelta degli asset.

Infine devi anche considerare sempre la possibilità di migliorare continuamente la tua tecnica e valuta sempre dove sei arrivato e dove vorresti arrivare.

Tieni un bilancio

Il terzo elemento che devi considerare è quello di tenere traccia dei progressi che fai nel tempo e quindi devi cercare sempre di non perdere di vista l’ammontare delle tue entrate e delle tue uscite.

Se scegli di seguire questa strada, questa strategia di investimento allora il tuo bilancio dovrebbe trovarsi sempre in positivo visto che le tecniche in questione sono studiate appositamente per garantire ampi profitti sul lungo termine.

Nota bene che il bilancio è fondamentale anche perché esso ti aiuta a capire quanto puoi permetterti di investire, di prelevare o anche di perdere, quando fai operazioni di mercato .

Investire 50.000 euro all’estero nel mercato immobiliare: conviene?

Investire 50.000 euro all’estero nel mercato immobiliare: conviene?

Quanti hanno già pensato, leggendo le prima parole i questo articolo di comprare una casa? Per molti, si tratta davvero di una vera e propria ossessione. Per altri un mercato morto. Ma è davvero così?

Per diversi anni, il mattone ha rappresentato per gli italiani la prima scelta dell’investimento. Ancora oggi, specie chi non vuole prestare il fianco ai fronzoli, tende a investire nel mattone.

In breve oggi sono tanti coloro che vogliono investire nel settore immobiliare. Questo vuol dire che sono anche tante le ragioni che spingono gli italiani e gli stranieri a comprare casa.

In molti casi si potrebbe trattare di una reale esigenza abitativa o anche, come spesso accade di una casa, da destinare ad un parente (spesso il figlio) che per molti Italiani rappresenta la solida base per formarsi una famiglia.

Allo stesso tempo, però sono in tanti quelli che scelgono di investire in questo settore anche per un semplice investimento. Molti pensano anche che è possibile ricovarne qualche denaro in più rivendendolo poi nel tempo o anche solo affittarlo.

In questo caso si potrebbe prendere in considerazione, seriamente anche di contare su un reddito aggiuntivo più o meno stabile.

Quindi, investire 50.000 euro in un immobile, potrebbe essere la soluzione ideale? Vediamola insieme.

Prima di tutto, si deve precisare che 50.000 euro per un immobile sono generalmente pochi.

Non è possibile pensare di comprare una cosa con una cifra così modica. Allo stesso modo, se sei fortunato, anche se succede quasi raramente, oggi è possibile fare degli ottimi affari con queste cifre.

Il punto è proprio questo:

  1. Il mercato si è svalutato?
  2. Il mercato crescerà negli anni a seguire o si svaluterà ancor di più?

Certo non lo possiamo dire con precisione, ma possiamo vedere in modo tangibile che rispetto a qualche anno fa, qualcosa in più si sta muovendo. Si deve stare però attenti, perché non in tutti i posti e luoghi le cose vanno allo stesso modo.

Ci sono alcune zone, ad esempio dove i prezzi sono al ribasso. Avere questa cifra potrebbe essere la soluzione ideale per acquistare immobili di pregio a un prezzo inferiore rispetto a quello del reale mercato .

Ora, passiamo a considerare anche le logiche dell’investimento, le quali suggeriscono che sì, acquistare un prodotto quando il prezzo è basso, per poi rivenderlo a un prezzo alto, è sicuramente una buona idea. Ma non sempre questo riesce.

Allora, la domanda da porsi potrebbe essere:

I prezzi saliranno?

Non lo sappiamo ancora. Lo possiamo solo supporre considerando che negli anni passati, il valore delle case è andato sempre crescendo. Per altro che il “mattone sia destinato a risalire”, lo si nota abbastanza anche se non in tutte le zone.

Quindi, c’è questo rischio da considerare.

Allo stesso tempo, vi è un rischio che in linea di massima si può assumere, se si sceglie con cura la zona in cui acquistare.

Ecco che il nostro consiglio è sempre quello di valutare vari elementi e in maniera anche molto accurata. Un elemento potrebbe essere l’attrattività degli affitti.

Allo stesso tempo, è chiaro che acquistare un immobile vicino a una cittadella universitaria, soprattutto se questa università è frequentata da non residenti, potrebbe essere una soluzione ideale. Una soluzione che in molti casi, genera un reddito.

Si deve anche considerare poi un altro aspetto:

La zona in cui ricade l’immobile, è un luogo frequentato da lavoratori?

Se si allora sarebbe un ottimo affare. Purtroppo, il prezzo di questo genere di case è sensibilmente più alto, ma nei vari hinterland le occasioni non mancano.

Allo stesso tempo, però acquistare un immobile potrebbe voler significare pagare tasse. In questo caso, non parliamo solo di tasse inerenti a rogito in sé, che anche queste sono abbastanza elevate, ma si tratta anche di tasse legate al possesso come ad esempio IMU e TASI.

Il primo riferimento, quando si parla di fiscalità, è all’IMU. In pratica, se le tasse sulle vendite si aggirano sulle 5 o 6 mila euro per un appartamento medio, vuol dire che l’IMU vale tra le 500 e le 1000 euro all’anno.

Spese che non possono non essere considerate e che devono essere considerate quando si vuole investire in questo settore. A queste per altro si devono anche sommare le spese relative al reddito che la casa produce come ad esempio: reddito da affitto.

Investire 50.000 € in Titoli di Stato: è la soluzione ideale?

Investire 50.000 € in Titoli di Stato: è la soluzione ideale?

Altro elemento caratteristico degli investimenti, sono i titoli di stato. Molto spesso, infatti succede che si opta per questo tipo dio investimento.

Sappiamo bene che se il mattone è storicamente la prima destinazione di investimento per gli italiani, al secondo posto troviamo spesso e volentieri i titoli di Stato.

Essi in breve rappresentano, un porto sicuro per i propri soldi. Allo stesso tempo, però ti possiamo dire che non offrono rendimenti altissimi, in quanto sono spesso considerati come degli investimenti troppo sicuri.

In breve, più è sicuro l’investimento e minore è il reddito prodotto. Questo perché si tratta pur sempre di un investimento in cui come detto la propensione al rischio necessaria è minima visto e considerato che tali strumenti si fanno apprezzare per la loro sicurezza.

Al momento, però non possiamo non considerare la sicurezza come un’arma a doppio taglio. Il motivo? E’ semplice!

Ad un rischio basso, corrisponde sempre un RENDIMENTO BASSO. All’aumentare del rischio, corrisponde sempre un aumento del rendimento .

In pratica i Titoli di stato possono essere considerati come un bene per lo Stato, che altrimenti dovrebbe sopportare costi di finanziamenti elevati. Al contrario, invece per il risparmiatore e l’investitore che vuole investire i suoi 50.000 € è invece una cattiva notizia.

Vi è però anche un altro elemento da considerare che può salvare capre e cavoli. Il difetto su descritto, potrebbe essere parzialmente smorzato da un semplice fatto:

  • Il capitale è consistente (nel caso in questione è pari a 50.000 euro)
  • L’orizzonte temporale è molto lungo.

Cosa vuol dire questo?

Che è veramente raro “tenere in pancia” titoli di Stato per meno di 5 anni. Nel caso specifico che si parla di BTP, possiamo considerare un orizzonte temporale più ampio, pari a minimo 10 anni.

Altro elemento che si deve poi considerare è che molto spesso i titoli di Stato si acquisiscono mediante intermediazione delle banca. Questo potrebbe rappresentare un costo aggiuntivo per gli investitori. In pratica si parla di contrazione dei rendimenti .

Allora la domanda da porsi potrebbe essere un’altra:

  • E’ possibile investire nei titoli di Stato e godere di rendimenti più alti?
  • Lo si può fare anche a costo di un maggior rischio?

In questo caso, si deve considerare la vera e solida alternativa:

Investire in titoli stranieri

Nel caso specifico, si tratta di investimenti che sono caratterizzati da una situazione “lato rendimenti ” più florida.

Allo stesso tempo, però possiamo da un lato recuperare il denaro, ma dall’altro si rischia invece di perderlo perché a incidere fortemente è il tasso di cambio.

In breve prima di investir in questo settore i tuoi 50.000 € devi valutare bene le possibili alternative. Ti devi fermare e ragionare su per un attimo.

Il nostro consiglio è quello di investire in questo settore, scegliendo solo titoli di stato in cui la valuta non tenda a subire svalutazioni particolari rispetto all’euro.

Investire 50.000 € nelle Start up

Altra valida alternativa per investire in modo serio i tuoi 50.000 € potrebbe essere l’investimento in start up il cui investimento rappresenta veramente una suggestiva alternativa.

Si potrebbe anche pensare di investire in un qualsiasi altro progetto che incontra il nostro favore, e che, si pensa possa anche produrre un certo ritorno.

Lo si può fare senza l’intermediazione delle banche? Certamente sì.

Ad esempio, si potrebbe optare per aderire alle varie piattaforme di social se non anche alle private lending, alcune delle quali hanno per altro conquistato una piena dignità, e questo vuol dire che oggi godono delle debite autorizzazioni da parte anche della CONSOB e di altri enti di regolamentazione.

I vantaggi di investire con questo tipo di soluzione, sono almeno 2:

  1. Da una parte abbiamo i rendimenti , che anche se non sono stratosferici, anche per effetto del restringimento della filiera, sono sempre più che soddisfacenti e come tale anche di gran lunga superiore a quelli acquisibili mediante un investimento sui titoli di Stato.
  2. Dall’altra parte, invece parliamo della soddisfazione di far parte per certi versi di un progetto o almeno aver contribuito alla sua nascita e al suo sviluppo.

Allo stesso tempo, si devono poi considerare degli svantaggi i quali sono tutti piuttosto pesanti.

Al primo posto abbiamo il rischio. Anche se spiace dirlo, questo rischio non è certamente limitato.

Molto dipende dalle regole e dalle dinamiche di ciascuna piattaforma. In molti casi, è previsto un fondo per le insolvenze. Allo stesso tempo, è possibile che un ritorno all’investimento non ci sarà mai o subisca pesanti ritari.

Nota che non è per nulla scontato che un dato progetto sia in grado di andare avanti e possa tradursi in un puntuale rimborso del prestito.

Vi è poi un secondo svantaggio, che consiste proprio nel fatto stesso che il comparto è relativamente recente. Cosa vuol dire questo? Non si ha una solida base legata all’esperienza e alla solidità dell’azienda stessa.

Questo presuppone che siano presenti delle “impurità” o per meglio dire delle piattaforme che non godono di standard qualitativi elevati.

In breve se la fregatura non è esattamente dietro l’angolo, lo potrebbe essere. Come minimo si potrebbe assistere ad una eventualità che deve essere tenuta in considerazione.

Investire 50.000 € in Borsa

Investire 50.000 € in Borsa

Potrebbe essere la soluzione ideale. Qui devi anche considerare la possibilità di investire in borsa con le piattaforme di trading online e quindi in maniera autonoma o anche tramite intermediari bancari.

Si può quindi optare per investire i tuoi 50.000 € in borsa , e quindi si possono anche acquistare obbligazioni e allo stesso tempo, lo si può fare investendo per un periodo i medio e lungo termine.

In molti preferiscono questo tipo di investimento in quanto definito come una soluzione ottimale che compara rischio e rendimento . Allo stesso tempo, ti possiamo dire che il trading online è altamente pericoloso se non fatto con le dovute precauzioni, in quanto potrebbe succedere che per un trade sbagliato si perde l’interno capitale investito.

Nonostante tutto, potrebbe essere una delle alternative possibili, per altro amata da molti trader senza particolari competenze in merito e che come tale vogliono investire cifre al di sopra delle migliaia di euro.

Investire nel trading online , potrebbe essere dunque la soluzione ideale? Certamente, nel caso in cui la si deve prendere in considerazione si deve comprendere che i 50.000 € investiti in borsa , li si deve investire con un piano ben strutturato di money management e allo stesso tempo, con una buona strategia di diversificazione del portafoglio .

Allo steso tempo, ti possiamo dire che investire in borsa , lo puoi fare anche con uno dei metodi più tradizionali ed esistenti che ci possa essere. Si tratta di una procedura consiste nella ricezione di una consulenza da parte della propria banca. E’ questa che nella maggior parte dei casi, essendo l’intermediario abilitato, propone tempi e modi di investimento.

Noi ti possiamo dire che questa startegia, per molti accettata, non è la soluzione ideale, almeno dal nostro punto di vista.

Oggi esistono diverse soluzioni per investire in borsa , anche se non sei un esperto della finanza. Ci sono molte piattaforme di trading online che sono regolamentate e come tale ti garantiscono il tuo capitale investito perché sottoposte a regolamentazione da parte della CONSOB, MiFID, CySEC, ecc.

Ma allora, investire in borsa 50.000 € potrebbe essere l’alternativa ideale?

Certamente sì anche se si devono sempre considerare i diversi casi.

Il consiglio, ovviamente sarebbe quello di non prendere per buono tutto ciò che il consulente dice nel casso opti per l’investimento tramite terzi. Questo per il semplice fatto che pur essendo vincolato a un regolamento deontologico, l’intermediario, tende sempre a privilegiare gli interessi della sua banca.

Dunque, se vuoi un consiglio da amico, prima di firmare devi sempre informarti bene, a volte anche facendo delle ricerche e quindi verificate le evidenze espresse dall’intermediario.

Anche perché di casi in cui i “cattivi consigli” l’hanno fatta da padrone, e concretizzato un reale danno per i risparmiatori, sono piene le cronache.

In merito al rischio, si deve anche precisare che non è possibile escluderlo in un settore sottoposto a continui mutamenti di mercato .

Il mercato azionario, come il mercato degli indici di borsa è molto volatile e quindi si deve prestare la massima attenzione. Allo stesso modo, se escludiamo le dinamiche che abbiamo appena descritto, la situazione è abbastanza fluida.

Infatti davanti all’investitore-risparmiare, viene spesso posto un ampio ventaglio di scelte, le quali contemplano prodotti a basso, medio, alto rischio.

Anche in questo caso, essendo questa una specie di regola universale, il rischio e il rendimento sono direttamente proporzionali.

Come investire 50.000 € in Posta

Come investire 50.000 € in Posta

A differenza delle azioni in borsa , possiamo considerare i buoni fruttiferi postali che a nostro avviso oggi rappresentano una forma di investimento sicura. Non ci credi? Di seguito ti diremo perché noi la pensiamo in questo modo.

Il primo elemento da considerare è il rimborso garantito da parte dello Stato italiano.

Purtroppo però, come spesso accade con gli investimenti sicuri, qui i tassi di rendimento sono davvero bassissimi. Nel caso specifico non abbiamo rendimenti superiori all’1% lordo in tutti i casi.

L’investimento in buoni fruttiferi postali al pari di tantissimi altri investimenti, presenta dei vantaggi e degli svantaggi che analizzeremo brevemente.

Vantaggi

  1. Garanzia dello Stato in quanto non perderai mai i tuoi soldi fino a quando lo stato esiste. Esso fa da garante e nel caso di problemi ti rimborsa tutto il capitale investito.
  2. Liquidità che vuol dire poter svincolare i soldi in qualunque momento senza pagare penali.
  3. Tassazione bassa risetto alle rendite finanziarie, ed in questo caso, si applica una tassazione agevolata del 12,50%.

Svantaggi

  1. Hanno uno scarso rendimento che non supera l’1%.
  2. Si tratta di investimenti a lungo termine e anche se i Bfp possano essere svincolati in qualsiasi momento, per ottenere il massimo rendimento , la somma deve essere vincolata per almeno 5 anni.

Nota anche che in molti casi i rendimenti dei conti deposito sono crescenti, come riportato nell’esempio di seguito:

  • Il primo anno si riceve un interesse dello 0,25%;
    • Il secondo anno dello 0,50;
      • Il terzo dello 0,75%, ECC.
        • Infine si raggiungere la percentuale massima, che ormai non supera l’1%.

Un esempio lo puoi trovare di seguito che ti aiuta a comprendere meglio quanto detto.

Metti il caso che scegli di investire oggi 50.000 euro in buoni fruttiferi postali. La scadenza è a 18 mesi. Questo vuol dire che otterrai i seguenti guadagni:

  • 50 euro i primi 6 mesi con un tasso del primo semestre è del 0,10%;
    • 75 euro i successivi 6 mesi con un tasso del secondo semestre è del 0,15%;
      • 100 euro negli ultimi 6 mesi il cui tasso è dello 0,20%.
        • Alla fine avrai guadagnato solamente 125 euro in tutto.

Investire 50.000 € in Oro

Investire 50.000 € in Oro conviene veramente?

Anche questo tipo di investimento ancora oggi è molto ricercata. Cosa vuol dire questo? Che l’investimento in oro è una tipologia a lungo termine prediletta da molti investitori.

In pratica devi sceglierla solo nel caso in cui sei sicuro che i tuoi 50.000 euro non ti serviranno per qualche anno.

Non puoi investire nell’ oro sul breve termine, tranne che non decidi di investire su questo bene con i CFD e le piattaforme di trading .

Questo perché la quotazione dell’ oro è molto stabile solo nel lungo periodo (difatti cresce sempre) ma è invece molto volatile nel breve periodo ed in questo caso, consigliamo il trading online con i CFD su base:

Nota bene che se investi in oro , allora sarebbe meglio seguire le quotazioni e comprarlo quando il prezzo è sceso abbastanza e di rivenderlo almeno tra 3 / 4 anni, quando sarà salito.

L’investimento in oro come tanti altri presenta vantaggi e svantaggi.

Vantaggi

Si tratta di un prodotto protettivo e difensivo; questo vuol dire che il suo valore infatti si rafforza quando le Borse sono in discesa e quando il dollaro è debole.

Ancora, è un elemento vendibile in ogni parte del mondo.

Si tratta di un bene indistruttibile.

Nel lungo periodo le quotazioni tendono a salire di più rispetto all’inflazione.

Svantaggi

Non predilige investimenti nel breve periodo.

Esempio

Se nell’ottobre del 2020 tu avessi acquistato 50.000 euro di lingotti d’ oro pure 99,99% quando esso valeva 38,5 $/g allora, avresti avuto in tutto circa 1,3 Kg di oro .

Se tu lo avessi rivenduto nell’aprile 2020 ovvero quando l’ oro valeva 40,3 $/g, allora avresti riottenuto indietro circa 52.000 euro, realizzando un guadagno di 2.000 euro in 2 anni.

Non male per un investimento sicuro!

Investire 50.000 € nel mercato Forex: come fare?

Investire 50.000 € nel mercato Forex

Puoi scegliere di investire nel mercato delle valute, ovvero nel mercato forex e come tale scommettere sull’andamento del loro tasso di cambio.

In pratica puoi acquistare/vendere moneta in due modi:

  1. Scambiando valuta fisica in banca o nei centri exchange;
  2. Utilizzando una delle tante piattaforme di trading online che ci sono su interne.

Di questo ne parleremo in seguito.

Nota bene che il guadagno in questo caso è dato dalla differenza di prezzo tra l’acquisto e la vendita. In pratica tu devi essere un bravo trader ed essere quindi in grado di prevedere l’andamento di una moneta in funzione di un’altra e muoverti solo quando ti conviene.

Se non l’hai mai fatto, inizia a operare con le coppie di valute più classiche e che realizzano forti oscillazioni giornaliere di prezzo come ad esempio i seguenti asset:

Lo puoi fare utilizzando un conto demo gratuito.

Investire 50.000 € nel trading online: la soluzione ideale?

Investire 50.000 € nel trading online: la soluzione ideale?

Attenzione, perché come più volte detto, il trading online comporta un alto rischio di perdere tutto il capitale investito. Allo stesso tempo, però i rendimenti sono altissimi. Questo vuol dire che con un po’ più di esperienza si possono ottenere delle performance che diversamente non sarebbero neanche possibili.

In pratica investire nel trading online , potrebbe essere la soluzione ideale. Oggi esistono tantissime piattaforme che ti offrono la possibilità di investire in modo serio e professionale anche con un conto demo.

Il conto demo in molti casi è gratuito ed illimitato. Esempi potrebbero essere eToro e IQ Option . Nel primo caso, si parla di un conto demo gratuito ed illimitato per mettere in pratica le tue strategie di trading e familiarizzare con la borsa e i mercati .

Nel secondo caso, parliamo i un conto demo gratuito da 10.000 € e in cui è possibile investire con trade da 1 €.

Per altro il conto demo ti offre la possibilità non solo di testare le piattaforme, ma anche di mettere in pratica le tue strategie di investimento e di accedere alla sezione formazione offerta dal broker.

Se scegli questa soluzione, puoi poi passare al conto reale dal quale puoi iniziare ad investire davvero i tuoi 50.000 €.

Cosa vuol dire questo?

Che in meno di 12 mesi se inizi oggi a investire in modo serio e professionale, porteti anche aver ottenuto degli ottimi rendimenti che si aggirano interno al 20% del Capitale investito.

Ad oggi nessun’altro strumento ti offre rendimenti così alti.

Noi prediligiamo il trading online di lungo termine. Questo vuol dire che la strada anche se in salita è piuttosto percorribile.

Sicuramente, 50.000 euro rappresentano una ottima base di partenza, ma noi ti consigliamo di investire solo il 55 del capitale che hai a disposizione, onde evitare perdite eccessive, che devono essere sempre prese in considerazione quando si investe.

Oltre alla questione del rischio, al trading online è connesso un altro elemento: la natura dell’investimento.

Investire 50.000 nel trading online vuol dire anche investire in se stessi.

E’ impensabile, svolgere una proficua attività di trading online senza intraprendere un percorso di formazione completo.

Fare trading vuol dire anche impegnarsi in una attività potenzialmente foriera di soddisfazioni, ma anche difficile, ricca di sfide e di imprevisti.

Infine vi è la questione del come e del dove investire. Qui ci si deve chiedere:

  • Quale strumento di investimento scegliere?
  • Quale asset class?

E’ possibile, anche investire negli strumenti derivati, come ad esempio i CFD e i Future.

Allo steso tempo, per quanto riguarda l’asset class e persino gli asset in sé il discorso è davvero complicato, e coinvolge diversi elementi quali ad esempio:

  • L’analisi di mercato
  • Le preferenze personale
  • Lo stile di trading .

Quello che è molto importante in questi casi è sapere che anche se si tratta di un buon asset, scelto da molti trader e quindi uno dei più tradati, è sempre bene diversificare il portafoglio .

Ecco che se stai pensando di investire su settori come criptovalute , allora devi valutare bene questo aspetto. Si tratta pur sempre di asset class molto incerto anche se i rendimenti sono molto alti.

Ma il trading online si sa può essere anche automatico, in cui in questo caso un software fa lavorare i nostri soldi generando utili interessanti con i Forex Robot. Noi però non li consigliamo.

Meglio in questo caso, optare per il social trading eToro che ti permette di investire in modo serio e professionale con un broker dalla piattaforma regolamentata ed autorizzata e dal deposito minimo di account reale pari ad appena 50 €.

Il social trading in breve ti permette di condividere con gli altri trader le tue strategie di investimento e anche di effettuare le copie dei trader migliori grazie alla funzione copy tarder.

Ad esempio potresti scegliere di investire con i trader su riportati, i quali i sono distinti per professionalità e competenza, se non anche per rendimento .

Una volta scelto il trader che meglio di altri si presta per caratteristiche al tuo investimento, non devi far altro che copiarlo all’interno del tuo conto . In questo modo, vengono replicate le sue performance sul tuo conto . A te non resta che attendere i migliori risultati di questi GURU.

Non devi perdere tempo prezioso a studiare inutili strategie che dopo alcuni mesi non servono più, non devi perdere tempo ad analizzare giornalmente i grafici, ma ti basta approfondire solo le basi dell’asset e del tuo trading . Al resti ci pensa eToro .

Investire 50.000 euro con il Social Trading eToro

etoro mobile trading piattaforma di social trading e di copy trader

Ci troviamo di fronte ad una prospettiva nuova rispetto agli altri investimenti online che abbiamo conosciuto negli ultimi anni.

Si tratta in pratica di una valida alternativa al trading online tradizionale che ha permesso a tutti di investire in settori complessi come lo sono ad esempio:

  • Azioni
  • Opzioni
  • Valute ( forex )
  • Materie prime
  • Criptovalute

La difficoltà, maggiore la si riscontra però nell’utilizzo della piattaforma tradizionale. Ecco invece il perché noi consigliamo questa valida alternativa.

Il social trading , nasce proprio per risolvere l’esigenza di molti trader di non perdere tempo nello studio e negli approfondimenti del trading online .

Piattaforme come eToro permettono agli iscritti di fare copy trading , cioè di copiare la strategia dei top trader e guadagnare come loro.

Su eToro , puoi scegliere i top trader di riferimento, che in molti casi, come nell’elenco su riportato, sono detti Popular Investor, in base a due criteri:

  1. Guadagni: selezionando chi sta guadagnando di più ed ha ottenuto profitti anche del 27% puoi copiare le mosse.
  2. Rischi: se vuoi ridurre i rischi, puoi copiare la strategia di chi adotta una strategia più prudente.

E’ bene considerare che grazie ad eToro investi come i migliori e guadagni come i migliori. Se non sai coem farlo, se non hai esperienza con la finanza allora, questa potrebbe essere senza dubbio la soluzione idonea per iniziare.

Tutti i dettagli sul social trading li puoi trovare all’interno dei nostri approfondimenti:

Social trading e Copy trader: le guide eToro

Come iniziare a guadagnare?

La risposta a questa domanda è chiara, diretta e molto precisa. Tutto quello di cui devi disporre per iniziare ad investire e iniziare a guadagnare seriamente, a parte un buon broker, è un piano di trading .

Non puoi pretendere di investire nel trading online senza una base. Non puoi credere che sia troppo difficile crearne uno. Questo vuol dire che noi stiamo per offrirti un esempio sul quale poi puoi costruire il tuo futuro come trader .

L’unica cosa a cui teniamo molto e è che tu comprenda che non si tratta di un gioco ma di un reale investimento in borsa . Questo vuol dire che non basta avere 50.000 euro e la convinzione di poter diventare milionario domani per realizzare tutto questo davvero.

Ti ci vorranno innanzitutto due elementi:

ti servono per prendere sempre le giuste decisioni, sicure per altro e che ti permetteranno di non mettere MAI a rischio il tuo prezioso capitale di investimento.

Investire 50.000 € in obbligazioni: conviene davvero?

Al fine di iniziare ad investire in questo settore ti consigliamo di scegliere paesi emergenti. Cosa vuol dire questo?

Vuol dire poter diversificare il proprio capitale investendo una parte di capitale in obbligazioni dei paesi emergenti ovvero in via di sviluppo. Questa potrebbe essere una valida alternativa, per altro anche abbastanza allettante da un punto di vista strategico . Un esempio potrebbe essere il Venezuela come anche il Portogallo.

Investire 50.000 € : Conto deposito

Il conto deposito lo si può considerare come un investimento molto sicuro. Anche in questo caso, come succede per i BTP e i titoli di stato, i livelli di interesse sono accettabili. Allo stesso tempo, ti dobbiamo avvisare che nel 2020 i tassi di interesse sono stai in calo rispetto al passato.

Al fine di analizzare questo investimento, consigliamo di approfondire, aggiornandoti periodicamente sugli interessi che sono offerti e garantiti dai migliori conti deposito .

L’offerta migliore al momento presente sul mercato potrebbe essere quella di Santander Consumer Bank: l’istituto, noto in tutto il mondo con 122 milioni di clienti e 160 anni di storia, che mette sul piatto un tasso d’interesse sui depositi a 36 mesi dell’1,8%.

Come investire 50.000 € in un’attività

Non sempre 50 mila euro sono sufficienti per investire. Ad esempio potrebbero bastare sì per creare ex-novo un’attività o rilevarne una esistente? Certamente si, se si sfruttano bene anche gli incentivi concessi.

Chiariamo che investire in questo caso vuol dire non tanto far fruttare i propri risparmi ma gettarsi in un business e, quindi, raccomandiamo prudenza.

Ecco anche il perché noi, nel caso in cui questa sia la tua scelta, ti suggeriamo di:

  1. Metterti in proprio in settori di cui si conoscono le dinamiche;
  2. Assicurarti di avere da parte il denaro per sopperire alla mancata riuscita del progetto e/o per vivere nel mentre che questo porti delle entrate stabili.

Come investire 50.000 € nel 2020: considerazioni ed opinioni finali

Come investire 50.000 € nel 2020: considerazioni ed opinioni finali

Siamo giunti alla fine del nostro approfondimento. Un ultimo consiglio è quello di acquisire informazioni prima ancora di agire.

Il nostro consiglio finale, che non ci stancheremo mai di dare è sempre quello di acquisire quante più informazioni possibili prima ancora di muoversi e non delegare del tutto ad altri la gestione dei propri soldi.

Se proprio vuoi procedere a delegare informazioni, allora conviene affidarsi ad istituti o consulenti affermati così da preservarsi dai rischi.

Molto spesso sul mercato oggi è possibile trovare diverse idee e soluzioni. Stai attento però alle truffe.

La nostra idea di fondo è sempre una sola. Se il denaro è guadagnato lavorando, allora non deve essere sprecato. Non ti devi sottoporre a rischi legati alla crisi economica che stiamo vivendo.

Ecco anche il perché noi sdiamo dell’ide che la cosa migliore potrebbe essere quella di comprare titoli o prodotti garantiti, così anche di evitare di sottoporre quanto faticosamente accumulato a pericoli ulteriori.

In alternativa, ci si deve sempre affidare a dei consigli che in molti casi sono rilasciati da eserti investitori.

In questo modo, si cerca di diffidare, per quanto possibile, da chi promette guadagni facili. Non esistono

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Like this post? Please share to your friends:
Tutto sulle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: