Come investire 50 euro al mese

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Come Investire 50 Euro: 5 Idee per Gestire i Risparmi

Hai deciso di investire nel modo migliore 50 euro ma non sai quale sia l’investimento da fare? Con una cifra simile puoi provare ad effettuare sia investimenti di tipo speculativo che, in qualche modo, dal più sicuro esito.

Chiaramente bisogna capire fin da subito se intendi investire 50 euro al mese (che diventano 600 euro annui) oppure se ti stai appunto domandando cosa fare con cinquanta euro una tantum.

In questo articolo cercheremo di dare una serie di consigli pratici per entrambe le soluzioni.

In Questo Articolo Si Parla di:

Investire 50 euro al mese: 3 idee vincenti

1. Micro Business

Con importi bassi è difficile pensare di avviare un’attività vera e propria ed è anche abbastanza complesso pensare di guadagnare tanto con investimenti tradizionali.

Mi sono chiesto, pertanto, se ci fossero dei micro business che, in qualche modo, potessero rispondere all’esigenza di chi vuole crearsi delle piccole entrate parallele.

Ci sono modi inaspettati per metter in piedi un micro business, me ne sono accorto leggendo la storia di Ryan Grant.

Ryan è un ragazzo statunitense che ha messo in atto una strategia semplice ma efficace che mi ha davvero colpito: ha fatto fortuna vendendo su Amazon vari prodotti che aveva comprato a prezzi decisamente bassi presso i centri commerciali della sua zona, Walmart.

Te lo spiego in parole povere: il giovane ha avviato il suo business tenendo d’occhio alcuni oggetti che erano stati messi in vendita a prezzi d’offerta. I prezzi erano davvero interessanti, e così Ryan ha cercato di capire se su negozi online, come Amazon, ci fosse qualcuno disposto a pagare tali prodotti più di quanto li avrebbe pagati lui acquistandoli nel grande magazzino.

Dopo aver letto la sua esperienza, ho cercato di capire se anche nel contesto italiano sia possibile mettere in atto la medesima strategia, e ho trovato una soluzione: partecipare alle aste online.

Vi sono siti come Bidoo dedicati a questa attività che ti permettono di entrare in possesso di prodotti migliori a prezzi davvero competitivi: acquistandoli, potresti tu stesso rivenderli online, ovviamente a prezzi più alti.

La procedura comporta tre step da mettere in pratica, ossia:

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

  • individuare le migliori opportunità d’asta;
  • acquistare il prodotto ad un prezzo stracciato;
  • rivendere a un prezzo superiore di quello d’acquisto.

Bidoo è un portale che può tornarti utile per emulare questa strategia e avviare la tua micro attività con pochi soldi: puoi iscriverti gratis qui, ricevendo 10 euro di bonus di benvenuto.

Bidoo è interessante per te, se vuoi attuare la strategia di Ryan: gli oggetti che trovi sul portale spesso sono venduti a un prezzo stracciato rispetto al loro reale valore di mercato. Puoi trovare a costi davvero da capogiro cellulari, televisori, pc, tablet, ma anche piccoli elettrodomestici e scooter. Tutti questi oggetti sono venduti a prezzi vantaggiosi: si parte da un prezzo bassissimo e si rilancia di solo 0,01€.

Una volta vinti gli oggetti puoi rivenderli, ovviamente cercando di guadagnare almeno il 20-30%.

2. MoneyFarm paga fino al 5,41%

Altra idea può essere affidare i propri risparmi ad un consulente finanziario indipendente come MoneyFarm. Accumulando progressivamente un piccolo capitale, con la giusta consulenza, lo si può difendere dall’inflazione.

MoneyFarm è una soluzione alternativa ai conti deposito che consente di avere ricavi maggiori, a parità di rischi, e più flessibilità grazie all’assistenza in tempo reale di un team di esperti.

La piattaforma mette a disposizione anche un piano di accumulo, ideale per esempio per investire 50€ mensili.

Iscrivendoti gratuitamente a MoneyFarm puoi ricevere una consulenza gratuita dal team di advisor che ti aiutano a scegliere la strategia più adatta alle tue aspettative.

Nel 2020 i portafogli bilanciati hanno reso fino al 5,41% contro l’1,5% medio delle banche. Non male, vero?

1. Investi su te stesso

50 euro è una cifra piccola, specie se considerata una tantum. Se, in più, vogliamo abbinare la sicurezza alla scelta da compiere, non posso che raccomandarti di lasciar perdere gli investimenti finanziari.

Vuoi un consiglio? Con 50 euro puoi comprare uno o più libri del settore nel quale lavori ed approfondire le tue competenze: magari non subito ma con costanza e determinazione svilupperai maggiori conoscenze e potrai ottenere un aumento di stipendio, un incremento dei lavori se sei un autonomo oppure potrai far crescere il fatturato dell’azienda se sei un imprenditore.

2. Riduci legalmente i tuoi debiti: meno debiti, più profitti

Hai mai chiesto un finanziamento per acquistare un’auto o un elettrodomestico? Oppure ti è capitato di contrarre un debito con Equitalia? Se sì, potresti trovarti al momento in una condizione di difficoltà più o meno grave che potrebbe spingerti a cercare soluzioni per aumentare le tue entrate.

Una delle opzioni più gettonate è proprio l’investimento: investire anche piccole cifre sembra spesso una buona idea per arrotondare lo stipendio. E’ un proposito lodevole ma, prima di agire, è a mio avviso molto più saggio concentrarsi sull’estinzione dei debiti: liberandotene darai immediato respiro alle tue finanze, senza bisogno di vincolare somme di denaro in un investimento di qualunque tipo.

Mi sono informato, e ho scoperto che chi ha contratto debiti con banche o Equitalia può avvalersi di una strategia in grado di ridurre i debiti legalmente.

Cosa c’entra questo con il fatto di guadagnare?

Conclusioni

Abbiamo visto 3 strategie per investire 50 euro al mese (cioè 600 euro annui) mentre in apertura abbiamo valutato come investire 50 euro una tantum.

In entrambi i casi, è possibile sia andare sul sicuro che attuare strategie più speculative.

La mia idea è che bisogna limitare i rischi, specie se non si conosce il mercato in cui si opera. E’ un invito alla prudenza frutto di valutazioni personali: se ritieni di poterti permettere di fare un tentativo, ti consiglio di adottare una delle soluzioni che ho selezionato per te.

In bocca al lupo!

Leggi i Migliori Articoli per Investire Online

Migliori Piattaforme Trading: Trova Quella Più Adatta a Te

Come Comprare Azioni: Guida PASSO PASSO

Trading Online Demo: Migliori Piattaforme per Operare Gratis

Impiego ore a scrivere articoli che ti aiutano a migliorare le tue finanze: aiuta anche gli altri a farsi gli affari propri!

Investire 50 euro al mese

Non tutti sanno che è possibile avvicinarsi al mondo della finanza e degli investimenti anche con solo 50 euro al mese. E’ una somma piccola, alla portata della maggior parte dei noi, che però, sul medio / lungo periodo, può dare delle interessanti soddisfazioni.

Il mondo della finanza è stato a lungo tempo appannaggio esclusivo di coloro che avevano a disposizione grandi somme di denaro da investire; di fatto i piccoli risparmiatori sono sempre stati esclusi dalla possibilità di costruirsi una rendita e accrescere il proprio patrimonio, ma per fortuna negli ultimi anni le cose sono nettamente cambiate.

Esistono ad oggi svariati strumenti e modalità di investimento che, a partire da piccole cifre, consentono di ottenere buoni introiti, anche con soli 50€ al mese.

Le condizioni migliori per i “piccoli pesci” nel mare degli “squali” della finanza sono quelle derivate dalla combinazione di risparmio e investimento.

In questo articolo ci concentriamo sul come investire 50€ al mese, mentre se sei alla ricerca di idee per risparmiare, leggi la nostra guida su come risparmiare 50 € al mese.

Di certo i soldi non si moltiplicano da soli, e i tassi di interesse per il semplice deposito, per quanto vantaggioso, potrebbero non offrirti quella marcia in più che stai cercando.

La soluzione ideale è quella allora di investirli.

In questa guida imparerai:

Investire in azioni

Ebbene, per avere un’esposizione sui mercati finanziari non occorre essere miliardari.

Recandoti presso la tua banca, e avvalendoti della consulenza, potrai acquistare azioni anche al di sotto dei 10€; naturalmente gli introiti sono proporzionati, non pensare che dopo un mese comprerai casa in Costa Azzurra, ma i piccoli guadagni potranno farti comodo per le spese quotidiane o essere reinvestiti per allargare il tuo portafogli.

Lo svantaggio di investire in azioni con le banche è quello delle commissioni: soprattutto su importi bassi possono mangiarti tutti i guadagni, o quasi. Il miglior modo per investire 50€ in azioni diventa quindi quello di scegliere una piattaforma legale e a zero commissioni, come eToro.

Il vantaggio, in questo caso, è che si può scegliere tra una serie praticamente “infinita” di azioni, sia italiane che estere, e poter guadagnare sia se il loro prezzo sale, che se scende (esattamente, si può investire puntando al fatto che il prezzo di un’azione scende, e se effettivamente accade si può guadagnare denaro).

Click per il sito ufficiale di eToro e per iscriverti subito gratuitamente.

Per aumentare il tuo raggio d’azione puoi optare per ETF, panieri di azioni che riducono i rischi legati ai singoli titoli rendendo più “sicuro” il guadagno (tra molte virgolette, l’imprevisto in finanza è ineliminabile!).

Per fare tutto ciò la banca ti chiederà delle commissioni, a volte piuttosto salate (non di rado superano il 3%), oltre al fatto che per acquistare le azioni devi avere un conto titoli, che tradotto significa altri costi. Certo, potrebbe essere la soluzione migliore per chi non ha dimestichezza con il mondo degli investimenti, ma man mano che studierai il settore potrai sganciarti dalla banca e diventare consulente di te stesso.

Ne consegue che la soluzione più conveniente è confermata essere la scelta di una piattaforma di trading autorizzata e legale, come la già citata eToro (vai al sito ufficiale).

Investire nel trading online

Per questa ragione potresti pensare di passare al trading online. La maggior parte delle piattaforme consente di iniziare ad operare con un deposito minimo di 100€; sì, è il doppio di quanto ci siamo prefissi, ma vedilo come un anticipo bimestrale.

Rispetto alla banca, inoltre, puoi fare puntate da ancor meno euro, diversificando così il tuo tetto massimo mensile di 50€ in più asset. Ciò non solo riduce i rischi, ma moltiplica i guadagni.

Con il trading online puoi inoltre scegliere i CFD, ossia contratti derivati che replicano l’andamento del sottostante. In questo modo non hai diritto ai dividendi, come nel caso tu comprassi le azioni, ma in compenso puoi guadagnare anche vendendo allo scoperto nel caso in cui il titolo scenda, oltre al fatto che eviti il pericolo di fallimento dell’emittente.

Tramite i CFD, utilizzando le giuste strategie, potresti in pochissimo tempo moltiplicare esponenzialmente i tuoi risparmi. Molti broker hanno, tra i tool, la leva finanziaria (leggi cos’è), che, semplificando, aumenta la tua capacità di investimento di X volte quanto previsto dal broker stesso. Va da sé che il rovescio della medaglia è quello di perdere tutto, per cui attenzione e moderazione saranno utili compagne da tenere in debita considerazione.

Per iniziare a fare trading online in sicurezza dovresti sempre scegliere una piattaforma legale ed autorizzata ad operare in Italia: eToro è, ad oggi, una delle migliori sul mercato, grazie alla possibilità di investire a zero commissioni e con un software molto semplice ed intuitivo, che si può usare sia da computer che da smartphone.

Consulenza finanziaria con Moneyfarm

Benché sia una somma bassa, si può comunque iniziare ad investire qualcosina usufruendo di servizi di consulenza come Moneyfarm (sito ufficiale). I rendimenti possono essere decisamente interessanti ed arrivare anche fino al 31,4% .

Ad onor del vero, investire tramite Moneyfarm con 50 euro al mese potrebbe essere un po’ poco, e allora forse potrebbe essere il caso di valutare l’apertura di un conto con una piattaforma di trading che permette di investire nei mercati azionari (e non solo) a partire da 100 euro (quindi, due mesi), come eToro (sito ufficiale) ad esempio, autorizzato ad operare in Italia.

Investire in immobili

A questo punto potresti pensare che abbiamo sbagliato, e invece no: esistono diverse piattaforme di peer-to-peer lending che ti consentono un’esposizione sul mercato immobiliare con investimenti a partire da 50€. Un esempio è Housers (sito ufficiale), che si occupa proprio di lending crowdfunding immobiliare, attivo anche in Italia.

Dalla vetrina delle offerte decidi tu l’immobile su cui puntare i tuoi soldi, oltre che l’orizzonte temporale.

Per investimenti a lungo termine, da 5 a 10 anni, il tuo guadagno consisterà in una quota dell’affitto proporzionale al denaro versato. Se invece preferisci il breve termine, dai 12 ai 24 mesi, otterrai introiti dalla vendita dell’immobile, ossia la restituzione del capitale versato e la plusvalenza, sempre proporzionale all’investimento effettuato. Una terza opzione messa a disposizione da Housers è quella di investire in un prestito a tasso fisso verso società di sviluppo immobiliare.

I conti deposito

Chiudiamo con l’opportunità di investire 50€ al mese in un conto deposito, che oggi rappresentano una delle migliori scelte per quello che riguarda il rapporto tra rischio e rendimento.

I conti deposito in Italia sono protetti fino a 100.000 euro, il che significa che fino a questa somma nessuno può toccare i tuoi soldi, neanche in caso di crisi economica.

L’unico lato negativo degli investimenti in conti deposito è legato alla remunerazione, che oggi non è particolarmente elevata. Eccezioni sono i conti di Santander Banca che remunera fino al 1,70% all’anno e Widiba che remunera fino al 1,20%.

Investire con Buon Senso

Finanza Personale & Investimenti

Bastano 50 Euro al Mese

Capisco le difficoltà dei ragazzi di oggi nel considerare il risparmio come una priorità, non tanto perché sono indisciplinati (finanziariamente parlando) o poco predisposti al sacrificio (l’anticamera da precari che stanno vivendo in questi anni è un esercizio da fisico bestiale), ma semplicemente perché il reddito disponibile che si ritrovano a disposizione (avendo la fortuna di lavorare) è molto modesto e di conseguenza il risparmio non può che essere molto marginale.

Giustamente un 25 enne che si laurea e comincia a lavorare vuole sentirsi autonomo dal punto di vista finanziario e chiedergli di accantonare una consistente fetta di denaro con la prospettiva di farlo per 40 anni o oltre è semplicemente utopia.
Prendo spunto da questo articolo di Advisoronline nel quale vengono citati i motivi per cui la cosiddetta generazione Y risparmia.

“Interessante è anche capire quali sono i motivi del risparmio: il 48% dei giovani tra i 16-17 anni, risparmia per edonismo; il 64% di quelli tra i 18-24 anni invece risparmiano per la propria emancipazione e infine il 59% di quelli tra i 25-34 anni risparmiano per la previdenza”.

E’ evidente che con il crescere dell’età cresce anche la consapevolezza dell’obiettivo verso il quale si convergerà, ma spesso e volentieri le buone intenzioni si scontrano con la dura realtà di pochi spiccioli da accantonare. Se però fissiamo nei classici 50 euro un importo ragionevole sul quale ogni ragazzo appartenente alla categoria dei Millennials può lavorare rinunciando a qualcosa (una cena, le sigarette, un capo d’abbigliamento, ecc…) per destinarli mensilmente ad un Piano di Accumulo, allora potremmo trovare un buon punto di partenza per l’analisi che ora vi illustro.

Nella prima tabella ho fatto questa ipotesi. Un 25enne che comincia a versare 50 euro ogni mese con tassi di incremento dell’importo accantonato che varia da 0% a 6% ogni anno. Per intenderci all’inizio del secondo anno investo sempre 50 euro oppure 53 euro.
Questa prima ipotesi è conservativa dal lato rendimento annuo composto lordo fissato nel 5% annuo, conservativa considerato che l’arco temporale di versamento è lunghissimo arrivando fino a 45 anni.

E’ abbastanza evidente verificare come, aumentando del 2% all’anno il vostro contributo mensile ed arrivando con un ultima rata a 70 anni di età pari a 120 euro, incrementerete il vostro montante finale del 37%, che diventa 98% se incrementate del 4% annuo l’importo del vostro PAC e del 300% se aumentate del 6%. La forza della capitalizzazione composta e quella del maggiore risparmio si combinano producendo un effetto esplosivo sui vostri risparmi. Non spaventatevi dell’ultima rata di 650 euro mensile perché è un’ovvia progressione matematica legata al tasso di incremento; a 50 anni la vostra rata mensile sarà ancora di un ragionevolissimo importo di 200 euro mensili.
Ed ora guardate cosa succede se invece il ritorno medio annuo diventa del 8%.

I 100 mila euro a 70 anni della colonna ad incremento zero diventano 250 mila e l’ultima da 300 mila passa a quasi 600 mila euro.
Sento già le critiche che si alzano circa la generosità del 8% annuo. E’ vero non sappiamo cosa ci offriranno i mercati, però due elementi di certezza storici li abbiamo. I mercati finanziari americani dal 1928 al 2020 hanno retrocesso agli investitori mediamente ogni anno il 9,6% sul fronte azionario e il 5% sul fronte obbligazionario. Nel post “Era il 1936 e tutto sembrava caro” vi ho dimostrato come, partendo da un periodo simile per valutazioni e tassi di interesse simile a quello attuale, il ritorno a distanza di 20 e 30 anni era assolutamente allineato alle medie di lungo periodo.

Certamente l’importo che si offre in pasto ai mercati finanziari è importante, ma con questi semplici esempi abbiamo capito insieme come, anche in assenza di denaro sonante, quello che conta è cominciare. Avrete sempre tempo e modo di aggiornare al rialzo i vostri versamenti e facendo progressivamente un ritocco annuale alla percentuale conferita, tutto risulterà più semplice.
Ma attenzione, occhio ai costi, poiché tutto questo bel progetto si ridimensionerebbe (ed un bel po’) se il vostro piano di investimento dovesse risultare troppo costoso.

Ecco cosa succederebbe all’ipotesi più basica (versamento sempre ugale e pari a 50 euro) qualora il rendimento annuo venisse decurtato del 1% di costi annui. Il vostro montante verrebbe falciato del 25% alla fine del piano.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Like this post? Please share to your friends:
Tutto sulle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: