Come fare Scalping significato e tecniche scalping forex

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Strategia forex SCALPING: tecniche intraday 1 e 5 minuti (GUIDA)

Una delle modalità operative più famose nel trading online è lo scalping, molto praticata soprattutto sugli indici e nel forex (capiremo a breve perché).
La strategia SCALPING prevede l’apertura e chiusura in tempi rapidi di MOLTE OPERAZIONI durante le fasi di DISCRETA VOLATILITA’ nel mercato. Ognuna delle operazioni è finalizzata a realizzare PICCOLI PROFITTI, a fronte di STOP LOSS RIDOTTI per evitare perdite eccessive.
In sostanza lo scalper punta a “rosicchiare” una manciata di pips alla volta, per arrivare ad ottenere un guadagno più sostanzioso alla fine della giornata. Tutto questo sfruttando l’effetto leva finanziaria per amplificare gli importi dei guadagni. Egli non starà sul mercato oltre il tempo necessario per andare a target.

Lo scopo di questa guida è fornire dei riferimenti essenziali per chi vuole approcciare alla tecnica del “pip & run” (come viene chiamato lo scalping), nonché delle indicazioni operative concrete.

Più volte, nel corso dell’articolo, ti daremo inoltre dei riferimenti per comprendere quali broker consentono di fare scalping (, , , ecc ecc) visto che non tutti i broker lo consentono.
Procediamo.

Gli elementi essenziali dello scalping

Possiamo quindi fissare alcuni punti chiave della strategia di scalping:
1) Orizzonte temporale di brevissimo periodo (1/5 minuti)
2) Apertura/chiusura rapida di numerose transazioni
3) Mercato volatile (ma non troppo volatile!)
4) Stop loss e target molto stretti

Differenza tra scalping, day trading e trading di posizione

Come si può facilmente intuire si tratta di una forma di trading estremo. Ha infatti una componente speculativa molto più accentuata rispetto al tradizionale trading “di posizione”, dove un investimento viene fatto dopo lunghissime analisi di mercato e può restare aperto per ore, giorni o anche settimane.

Ma lo scalping è diverso anche dal “day trading” (col quale viene spesso erroneamente confuso). Infatti se è vero che anche il day trader opera su timeframe breve (da pochi minuti fino a poche ore), tuttavia egli apre solo poche posizioni al giorno e dopo accurate analisi di mercato. Ma soprattutto egli ha la speranza di ottenere guadagni quanto più sostanziosi è possibile, e non punta ad accumulare solo pochi pips alla volta.

Lo scalper è differente da tutti gli altri perché fa solo trading di brevissimo periodo (1, 5 minuti) per ottenere PICCOLI GUADAGNI OGNI VOLTA. Inoltre si basa solo sull’osservazione dei grafici facendo brevi analisi, visto che non c’è tempo di farne troppe perché bisogna cogliere SUBITO E SENZA INDUGI le occasioni che si presentano.
Quindi non è soltanto il fine ad essere diverso, ma anche il modo in cui uno scalper fa trading.

Il terreno di caccia dello scalper

Visto che il fattore cruciale dello scalping è un’operatività “mordi e fuggi”, ci sono due aspetti che non devono mancare mai: un mercato dove c’è volatilità e un mercato dove i suoi ordini vengono piazzati rapidamente senza alcuna latenza, perché altrimenti rischierebbe che il prezzo di immissione del suo ordine sia diverso da quello al quale verrà effettivamente eseguito.

Per questo motivo la strategia di scalping è molto applicata nel Forex (come abbiamo detto all’inizio). Quello valutario infatti è un mercato caratterizzato da fortissima liquidità (e quindi si azzera quasi il rischio di operazioni non-eseguite) ed ampie escursioni di volatilità.

Lo scalping però è molto attuato anche sugli indici, come il DAX. L’indice di borsa tedesco infatti ha delle caratteristiche ottime per fare scalping: i broker applicano spread ridotti e il mercato ha una volatilità elevata anche nelle fasi laterali.
Anche la strategia di scalping sul mercato dei titoli azionari è molto diffusa, anche se segue delle tecniche operative (basate sul “book”) molto diverse da quelle del Forex.

I fattori essenziali per le strategie di scalping Forex

Abbiamo detto che lo scalper per ogni operazione punta a un guadagno piccolo. E’ chiaro allora che gli interesserà anche ridurre al massimo i costi da sostenere, perché altrimenti finirebbero per mangiarsi tutto il piccolo profitto a cui aspira.
Come può farlo?

1) ABBATTERE I COSTI SCEGLIENDO BENE IL BROKER. I primi costi che può controllare sono quelli relativi al broker, che andrà scelto con cura. Deve puntare cioè a quelli che hanno SPREAD MOLTO STRETTI. Dal momento che si compiono decine e decine di operazioni giornaliere, il costo complessivo dello spread più diventare notevole. Ecco perché anche 1 solo pips di differenza tra un broker e l’altro può fare molta differenza (qui parliamo dei broker con gli spread più bassi).
Esempio: diciamo che effettui 10 operazioni nel Forex, che la maggior parte le chiudi in utile per un profitto complessivo di 40 pips. Immaginiamo però che ogni operazione comporta un costo in spread di 3 pips, per cui il totale dello spread pagato su 10 operazioni sarà 30 pips. Facendo un bilancio finale, su 40 pips di profitto ben 30 se li mangerà lo spread: il 75%!.
Se lo spread applicato dal tuo broker fosse invece di 1 solo pip, allora il tuo guadagno totale complessivo sarebbe 30 pips, e si ridurrebbe solo del 25%. Visto come una piccola variazione può comportare un grosso cambiamento nel tuo bilancio di trading?

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

2) ABBATTERE I COSTI SCEGLIENDO L’ASSET. Sempre nell’ottica di ridurre il costo delle singole operazioni, chi adotta la strategia Forex scalping deve anche scegliere con cura i propri asset. Dal momento che ogni coppia nel Forex ha un proprio spread, si deve lavorare sulle coppie più scambiate (euro-dollaro, dollaro-yen, euro-yen, sterlina-dollaro, ecc) perché generalmente proprio su queste coppie ci sono gli spread minori. Le coppie meno note invece hanno spread più elevati, che per lo scalper si traducono in costi molto più grossi.

3) GESTIRE I TEMPI. Bisogna poi saper scegliere i momenti giusti per fare operazioni, ovvero quelli in cui i mercati sono più attivi dal momento che vogliamo sfruttare la volatilità. Anche se i mercati forex sono scambiati per 24 ore al giorno, il volume di scambi non è sempre lo stesso in tutte le ore del giorno.
Nel Forex ad esempio le ore serali e notturne sono poco movimentate, per cui difficilmente potremo chiudere operazioni con alcuni pips di guadagno in breve tempo. I momenti migliori invece sono le ore del mattino e le prime del pomeriggio, quando sono aperti contemporaneamente i mercati di diversi continenti e quindi c’è maggiore vivacità (qui c’è un sito che riporta i dati statistici sulla volatilità).

Attenzione: così come sono da evitare i momenti di mercato piatto, sono altrettanto insidiosi i momenti di estrema volatilità, anzitutto perché in questi momenti gli spread delle coppie valutarie aumentano, e in secondo luogo perché c’è il rischio concreto di sbalzo improvviso dei prezzi che può farci scattare gli stop loss (che come abbiamo detto nello scalping devono essere stretti). Allora bisogna evitare di fare operazioni in prossimità del rilascio di notizie molto rilevanti come i NFP, annunci sui tassi, ecc (diciamo da venti minuti prima a venti dopo).
Guardate ad esempio qui sotto come è “impazzito” il mercato nel momento in cui sono stati rilasciati i dati sui Non Farm Payrolls (NFP) americani. Inoltre come si può vedere in alto a sinistra, lo spread è cresciuto fin oltre 3 pips (in pratica è raddoppiato).

4) GESTIRE RISCHI E PERDITE. Uno dei compiti più delicati e importanti per lo scalper è gestire in modo sapiente gli stop loss, che devono essere stretti. Dal momento che il nostro target sono pochi pips di guadagno, non possiamo certo rischiare di perderne molti di più.
Lavorare bene con gli stop loss è essenziale, visto che un solo errore infatti può portare a perdite eccessive che possono “mangiare” l’intero guadagno di giornate di lavoro.
Per lo stesso motivo, gli stop loss non vanno mai toccati, mai! Bisogna accettare l’idea che diverse volte purtroppo il movimento del prezzo ce lo farà scattare e il nostro trade si chiuderà in perdita. Fa parte del “gioco”.

Strategie scalping Forex: GUIDA PRATICA

Adesso che abbiamo definito gli aspetti essenziali della strategia di scalping, possiamo passare alla parte più strettamente operativa. Ci sono diversi approcci alla tecnica dello scalping, ma mentre è sempre vivo il dibattito su quale sia il migliore di essi, non ci sono dubbi su quelli che invece sono i modi PEGGIORI.
Vediamo quindi subito come NON si dovrebbe fare scalping.

. errori da evitare nello scalping

1) Anzitutto non bisogna essere “meccanici”. Molte guide sembrano presentare lo scalper quasi come un “guerriero dei mercati”, uno che punta punta e ripunta ogni volta che glielo ordina un software o il suo sistemino di trading basato sugli indicatori. In realtà facendo in questo modo lo scalper sarebbe condannato in partenza alla bancarotta (e purtroppo molti pensano proprio di poterlo fare così. ).
Anche se lo scalper deve agire in fretta quando si presenta l’occasione, deve comunque analizzare la situazione prima di agire. Rapidamente, ma deve farlo. Lo slogan degli scalper è troppa analisi causerà la paralisi, ma poca analisi causerà tanti errori.

2) In secondo luogo, moltissime “guide” illustrano come usare gli indicatori di analisi tecnica per fare scalping (Bollinger, MACD, RSI, ecc ecc). A nostro avviso è una cosa illogica.
Infatti gli indicatori non sono altro che formule applicate ai prezzi, quindi mi “raccontano” l’andamento del mercato SOLO DOPO che i prezzi si sono formati. Sono sempre in ritardo perché mi dicono che una cosa è successa. solo dopo che è già successa.

Secondo te, visto che lo scalper deve fare operazioni a 1-5 minuti e per lui la tempestività è TUTTO, quanto gli potrà essere utile seguire un indicatore che viaggia in ritardo rispetto ai prezzi? Zero, anzi potrebbe essere solo dannoso.
Peggio ancora quando si vedono alcuni treder fare degli scempi simili sui propri grafici.

L’unico indicatore che può essermi utile in qualche modo è la media mobile (EMA), perché mi dà in una certa misura l’immagine di come si muovono i prezzi e la volatilità nel breve periodo (che nello scalping ci interessa). Quasi tutti gli altri indicatori invece non hanno alcun senso.

3) I sistemi di trading automatizzati vanno evitati in ogni modo. Quelli che vengono venduti in tutto il web accompagnati da affermazioni piuttosto incredibili sulle loro performance vanno schivati come la peste: sono bufale.
Pubblicità come quella qui sotto ci fanno venire i brividi.

COME FARE SCALPING. il prezzo è il nostro indicatore

Fatte tutte queste considerazioni, adesso possiamo vedere come si dovrebbe fare scalping concretamente.
A nostro avviso, l’unica vera “arma” per uno scalper è l’osservazione dei prezzi. Stop.
Gli unici elementi che sono in grado di dare ad un aspirante scalper delle informazioni tempestive e veritiere sono i prezzi. Nessun indicatore o strumento potrebbe mai farlo. Se uno scalper è bravo a “leggere” i prezzi (e anche rapidamente) e gestire la propria posizione, allora otterrà dei profitti. Altrimenti no.
Il prezzo è il tuo miglior segnale e il tuo miglior indicatore!

. compratori contro venditori

I prezzi sono il risultato di una battaglia continua che si combatte sul mercato. Quella tra compratori e venditori, tra tori e orsi. Se vincono i primi i prezzi salgono, se vincono i secondi scendono, se si equivalgono vivremo una fase di stabilità.

Per questo motivo, DOPO AVER SCELTO BENE L’ASSET su cui fare operazioni (volatile e con spread basso), lo scalper deve preparare il grafico a 1-5 minuti, perché quello è l’ambiente di caccia per le sue operazioni.

Anzitutto definisce i livelli di supporto e resistenza più significativi sul grafico di breve periodo (M1/M5). Sono quei punti dove il prezzo è già rimbalzato nel recentissimo passato, e quindi dove potrebbero verificarsi dei rimbalzi anche nel prossimo futuro. Vediamo un esempio sfruttando la piattaforma di .

Peraltro più sono recenti questi livelli, più sono efficaci.
Di conseguenza quelli del giorno prima sono poco significativi, a meno che non siano confermati da un nuovo rimbalzo nel giorno stesso (nella foto in basso vediamo come un livello di supporto viene ri-testato a distanza di molte ore).
Può essere utile anche tracciare la media mobile (EMA21), che come abbiamo detto ci darà il senso di come si sta evolvendo il mercato e anche la sua volatilità (ricordiamo che lo scalper opera in condizioni di sufficiente volatilità, quindi non bassa ne’ estrema).

La entrate a mercato nello scalping

Una volta che avrai preparato il terreno di caccia, tracciando tutto quel che ti occorre sul grafico, potrai dire di avere un quadro completo della situazione ed avere gli strumenti per operare.
Bisogna però ancora fare una cosa: dare uno sguardo al calendario delle news, perché come abbiamo detto in prossimità del rilascio di notizie importanti è meglio evitare lo scalping (diciamo da 20 minuti prima a 20 dopo).

Seguire il trend o no?

Quando si deve passare all’azione concreta, c’è un aspetto molto dibattuto nel fare scalping operativo. Ovvero se occorra anche verificare il trend dominante e seguirlo, oppure se non è necessario. Le teorie su questo si dividono.
Ci sono quelli che reputano necessario sempre seguire il trend, ma anche quelli che del trend se ne infischiano perché ragionando su brevissimi periodi secondo loro il trend non ha alcuna importanza (si parla di “visione neutra” del mercato).

TREND Sì: Chi sostiene che in una strategia di Forex scalping siano comunque da preferire le entrate a mercato trend following, lo dice perché andare contro la tendenza ci esporrebbe ad un rischio eccessivo (che per definizione lo scalper non vuole MAI correre). Non fosse altro che per un fatto statistico, un mercato che viaggia al rialzo presenterà quasi sempre più spinte rialziste che ribassiste, così come un mercato che viaggia al ribasso presenterà quasi sempre più spinte ribassiste che rialziste.
Del resto se fino a un certo momento i compratori sono stati più forti dei venditori, perché mai devo scegliere di andare contro il mercato?

TREND NO: Il punto di vista contrario invece ritiene che si possano fare operazioni in tutti i sensi che si vuole, fregandosene del trend ma concentrandosi solo sul momento specifico che vive il mercato. Il motivo è che su timeframe così brevi i trend di medio-lungo periodo non hanno alcuna influenza. Anche se una coppia stesse marciando da settimane in decisa discesa, su un timeframe di 1/5 minuti questo non ha alcuna influenza, e il prezzo potrebbe muoversi tanto al rialzo quanto al ribasso.

Noi adesso vedremo come agiscono sia i “trend follower scalper” che i “no-trend scalper”.

L’operatività trend following

Cose si agisce concretamente nello scalping a favore di trend?
Quando siamo in una fase di trend, spesso il prezzo viene spinto in senso contrario e genera un breve ritracciamento. Quando il ritracciamento va a sbattere su un’area di supporto (in caso di tendenza rialzista) o resistenza (in caso di tendenza ribassista) spesso si assiste ad un rimbalzo dopo il quale il prezzo torna a viaggiare nella direzione del trend. Ecco, questi punti di rimbalzo sono quelli che cerchiamo per lo scalping.

Facile a dirsi, ma come si fa a capire tutto ciò?

. come scegliere i momenti di ingresso a mercato?

Come abbiamo detto, l’arma in mano agli scalper sono soltanto i prezzi. Padroneggiare l’analisi delle candele diventa quindi fondamentale. Quando durante un breve ritracciamento il prezzo raggiunge un livello significativo di supporto o resistenza, gli servirebbe un forte impulso per infrangerlo. Se leggendo le candele vediamo che questo impulso non c’è, allora le forze a favore di trend dovrebbero presto riemergere. E noi faremo centro!

Guardiamo questo esempio:

Il mercato è in ribasso, e la spinta è così intensa che fa superare un livello di supporto. Poco dopo però i compratori riescono a fa risalire il prezzo. A questo punto però in prossimità del livello chiave, la loro spinta comincia a non essere più sufficiente, come testimoniano le due chiusure consecutive ben distanti dai massimi. Quando si forma una candela di indecisione rossa è chiaro che sebbene il mercato sia ancora incerto, i venditori è probabile che riprenderanno il controllo. Entriamo short.

. gli ingressi sulle congestioni dei prezzi

Dopo una fase di impulso del trend non è detto necessariamente che ci sia un ritracciamento, ma potrebbe anche esserci una temporanea fase di congestione durante la quale i prezzi fanno su e giù senza andare verso una direzione precisa. Talvolta l’uscita da questa fase (breakout) può far cominciare un nuovo impulso al trend, che per uno scalper sono un’occasione di profitto.
Ancora una volta candele, pattern e figure possono essergli di aiuto.

Guardiamo questo esempio:

Durante la fase di congestione sul grafico dell’oro a 5 minuti si forma un “ledge”. Si tratta di una fase compresa tra le 4 e le 10 candele, che presenta almeno due massimi e minimi allineati, ma non per forza consecutivi. A seguito della rottura decisa della parte alta del trading range, avviene un rally interessante nel quale entriamo short.

L’operatività no-trend following

Come detto, molti scalper se ne infischiano del trend perchè ritengono insensato basarsi sul trend quando si fanno operazioni a brevissima scadenza. Del resto se durante una tendenza che dura settimane il prezzo fa tante oscillazioni e tanti ritracciamenti, figuriamoci se guardiamo ai 5 minuti quante oscillazioni rispetto al trend ci possono essere.

Il principio operativo comunque non cambia, perché anche in questo caso il nostro driver principale saranno i prezzi (e i pattern) e la loro evoluzione recente.

Vediamo un esempio sfruttando ancora la piattaforma “scalping free” di :

Mentre il mercato esprime un trend ribassista, il prezzo rimbalza per tre volte su un livello di supporto che per due volte viene violato, ma solo temporaneamente. Quando si verifica un nuovo “assalto” (contrassegnato con la freccia) si manifesta una candela di indecisione rialzista proprio in prossimità del supporto, mentre subito dopo si forma una ribassista con una lunga ombra inferiore che fa capire che la spinta dei venditori per superare il supporto non è così solida. Così, quando la successiva candela rialzista registra un massimo superiore rispetto alla candela precedente, ipotizziamo che il rapporto di forza si sia rovesciato a favore dei compratori e si piazza un ingresso long.

Il prezzo come base per la strategia di scalping Forex

A questo punto immaginiamo che qualcuno possa essere deluso. “ma come, l’unico consiglio pratico è di guardare i prezzi?”.
Ebbene sì. Non c’è altro modo di fare scalping (vero). Non c’è un software che può fare certe analisi sul prezzo, ne’ tantomeno esistono indicatori che possano far meglio (e più tempestivamente) di quanto possa fare la mente umana.
Bisogna studiare bene le candele, il loro significato, riconoscere i pattern e come usarli. Tutto ciò che ti serve per far profitto è sul grafico. Bisogna osservarlo e cercare configurazioni ad alta probabilità di successo.
Se ci riuscirai, avrai fatto centro!

Chi è adatto a utilizzare strategie e tecniche di scalping?

Una cosa importante che va sottolineata quando si fa scalping è che chi adotta questa strategia deve possedere un profilo particolare: carattere forte, tanta pazienza, alta capacità di gestione del rischio e delle perdite, sangue freddo ed un controllo mentale senza pari. Lo scalper non ha molto tempo a disposizione tra quando l’occasione si manifesta e il momento in cui deve agire.
Per questo motivo molti ritengono che la psicologia in questi casi possa essere più importante della stessa strategia.

Programma profitti e perdite!

Una cosa fondamentale nello scalping, è darsi dei limiti prestabiliti tanto per i profitti che per le perdite. Non bisogna mai farsi prendere la mano e continuare ad operare quando si è raggiunto il limite stabilito di gain o loss.

Conclusioni sullo scalping Forex trading

La strategia di scalping nel mercato delle valute può essere molto redditizia per coloro che sanno applicarla e che hanno la caparbietà di passare molto tempo davanti ai monitor a scrutare nei grafici. Non è uno stile facile da padroneggiare per un “debuttante”, e se è per questo neppure per i trader esperti.
E’ senza dubbio la metodologia che più di ogni altra sa farti provare il brivido del vero trader, sa tenerti con il fiato sospeso e farti esultare di gioia quando i risultati ottenuti sono buoni. Ma il prezzo da pagare è uno stress continuo. Solo chi ama queste pressioni, può essere idoneo allo scalping.
Il consiglio che ci sentiamo di darti è: fare pratica, fare pratica ed infine. fare ancora pratica.
Buon trading!

Come fare Scalping significato tecniche scalping forex trading [2020]

In questa mini guida ti spiegheremo come funziona e cos’è la strategia Forex scalping significato e come fare scalping trading con i migliori periodi del grafico.

Analizzeremo quali sono i migliori asset su cui fare trading e come funziona questa tecnica che sta spopolando in Europa.

Per applicare questa tecnica e strategia però, devi prendere in considerazioni anche alcune tecniche operative dello scalping.

Se vuoi provare la strategia di scalping per fare trading nei mercati finanziari, continua a leggere e troverai tutte le informazioni.

Cosa significa Scalping?

In sostanza lo scalping è una tecnica che vuole trarre profitto rapidamente sul mercato.

La strategia di scalping è una strategia di investimento a breve termine che può variare da pochi secondi a pochi minuti in cui è necessario aprire e chiudere posizioni.

Stasi attento che devi considerare questa tecnica come molto rischiosa, perchè puoi perdere tutti i tuoi fondi in breve tempo se non la applichi correttamente.

Per te, come scalper, dovresti cercare di approfittare del momento di volatilità per trovare operazioni che possono generare profitti entro 24 ore di trading.

Scalping significa che fare trading freneticamente, cioè aprire e chiudere innumerevoli posizioni all’interno di una singola sessione di trading.

Lo scalper è soddisfatto da piccoli, ma ripetitivi profitti che alla fine della giornata, riassumendo, raggiunge un profitto consistente.

La forte argomentazione alla base dell’entrata e dell’uscita dal mercato in tempi rapidi, è il fatto che l’esposizione alla volatilità dei prezzi è ridotta al minimo e quindi il rischio è ridotto anch’esso al minimo.

Lo scalping è una delle tecniche più utilizzate dei trader che operano da casa facendo trading online.

Attenzione che non tutti i broker lo permettono e per esempio Plus500 appena ti vede chiudere le posizioni dopo solo 60 secondi, ti chiude il conto!

Una volta che hai scelto la piattaforma di trading, puoi iniziare a pensare alla strategia e alle tecniche che da utilizzare.

Forse lo scalping è una delle più usate e interessanti fra tutte le strategie in circolazione, ma devi conoscerla in dettaglio prima di usarla.

Se usato in modo improprio, può effettivamente diventare un vero boomerang.

Cos’è lo scalping significato in italiano?

Nel trading online, lo scalping significato è una strategia che apre e chiude le posizioni in pochi minuti. Generalmente, per questo tipo di operatività, il mercato preferito è quello delle azioni, titoli di stato o le più importanti coppie di valute.

Ovviamente, questo tipo di tecnica è accettabile su qualsiasi tipo di asset, ma va sottolineato che i mercati meno liquidi possono portare al rischio di slippage o di picco dei prezzi dovuto alla temporanea mancanza di liquidità del mercato.

L’obiettivo del trader Scalper è limitare le perdite al massimo e creare un sistema con una probabilità superiore al 50% di vincite. Per fare questo devi aprire e chiudere un gran numero di posizioni a intervalli molto stretti.

Questo è esattamente il motivo per cui si preferiscono quei broker che applicano commissioni fisse e non in percentuale.

Inoltre, la logica conseguenza dell’applicazione della leva è ridurre l’impatto della commissione da pagare.

Coloro che utilizzano questa tecnica comprano e vendono un gran numero di operazioni nello stesso giorno, che in alcuni casi potrebbero raggiungere anche più di 100. A tal fine, vengono utilizzati gli indicatori di tendenza e i cosiddetti consulenti esperti (EA) o robot automatici .

Scalping significato: le tecniche di trading più utilizzate

Tra le tecniche di scalping più comunemente usate dai professionisti, c’è la tecnica di provare a battere la tendenza e la direzione del prezzo.

Tale metodo parte dal fatto che il rimbalzo più interessante e statisticamente probabile è solitamente quello che avviene quando il prezzo tocca la resistenza o un supporto (anche se i grafici mostrano un periodo a breve termine), quindi, è sufficiente tracciare una linea di supporto o resistenza: comprare quando il prezzo tocca il supporto (linea dei minimi inferiori) e vendere quando tocca la resistenza (linea dei prezzi massimi del periodo).

A ridosso di queste linee fondamentali, c’è sempre qualche pip di variazione che potenzialmente possono essere dei guadagni sempre potenziali per lo scalper.

Come impostare un livello di rischio appropriato

Il trading forex riguarda davvero il controllo delle tue emozioni e la gestione del rischio forex. È così.

Ci sono varie cose che puoi fare per decidere le tue operazioni, ma se non controlli le tue emozioni o gestisci il tuo rischio, avrai finito prima di poter iniziare.

Se si desidera fare scalping, non si può semplicemente scegliere una direzione a caso e mettere su una grande operazione.

Questo è ciò che spesso si chiama fai trading e poi prega, e se lo fai, è solo una questione di tempo prima che tu finisca per svuotare il conto di trading.

Lo Scalping sembra divertente quando vinci, ma non appena inizi a perdere, non è ovviamente più divertente.

È la natura umana. Vogliamo sentirci più intelligenti del mercato. La verità è che il mercato è solo il mercato, tutto ciò che possiamo fare è seguirlo.

Non esiste un metodo per battere il mercato. Se vuoi fare scalping trading con successo, devi seguire innanzitutto queste regole di base:

  • Primo: fai sempre trading in piccolo. Sappiamo che è allettante fare trading in grande per magari fare soldi molto velocemente, ma è una strada verso la rovina. Mantieni le tue operazioni in piccolo e concediti un po’ di spazio per uscire dal mercato senza andare in rovina se commetti un errore.
  • Secondo: fai trading con gli stop loss. Facendo Scalping puoi facilmente sbagliare. Imposta sempre uno stop loss, cioè la tua massima perdita e lasciala stare. Se vieni fermato, accetta la perdita e vai avanti.
  • Terzo: impara con la nostra scuola di trading . Ciò sembra sciocco da dire, ma nel complesso, devi capire come operare e soprattutto capire le basi delle tecniche più importanti.

A volte può essere usato in combinazione con altri metodi, ma non è un metodo che dovrebbe essere usato da solo. Se stai facendo scalping impara a operare nel mercato forex.

Vantaggi e svantaggi dello scalping trading

Andiamo a vedere quali possono essere i vantaggi potenziali e gli svantaggi.

  • Il rischio è contenuto perchè potresti perdere solo pochi pip da ogni operazione
  • è una strategia e metodo per trader che vivono di impulsi
  • molto usato con i cosiddetti trading automatici.

Non è però raccomandabile a tutti:

  • occorre un grande controllo di stress quando si usa il metodo scalping trading
  • le analisi non sempre sono attendibili, perchè la velocità è tutto e il tempo spesso stringe.

La velocità di esecuzione dello scalping è fondamentale e le analisi tecniche devono essere molto accurate.

Bisogna sempre prendere in considerazione gli eventi del calendario economico in modo da non incappare in volatilità non previste.

È fondamentale utilizzare dei grafici che mostrino anche gli eventi previsti in modo da prevedere dei movimenti di mercato che possano portare a della volatilità inaspettata.

Cos’è lo scalping: tecniche per farlo su mercati e Forex

Questa è una guida completa allo scalping, qui trattiamo tutto ciò che c’è da sapere per avvicinarsi al mondo dello scalping, ovvero che cosa è, come operare con esso nel campo degli investimenti e come iniziare a giocare in Borsa con lo scalping.

Oltre a questo andiamo ad analizzare anche i broker consigliati (come eToro – clicca qui) per praticare questa attività senza alcun tipo di rischio, almeno per ciò che riguarda la sicurezza del servizio.

Coloro che praticano lo scalping sanno bene che l’importante non è considerare il trend di fondo dell’asset di riferimento, ovvero l’andamento di lungo periodo, bensì il book.

Questo è uno strumento che riassume in una tabella le variazioni di prezzo istantanee, con le proposte di acquisto e vendita in corso e i relativi prezzi e quantità.

Lo scalper pratica dunque vendite e acquisti a più riprese durante il giorno e sullo stesso asset, puntando sullo sviluppo del prezzo ed arrivando così ad una situazione di guadagno sicuro nel caso in cui le cifre seguano l’andamento previsto.

Dovendo fare decine di operazioni è chiaro che lo scalper non intende pagare commissioni per usare questa tecnica. Ecco perché si consiglia di usare eToro per provare la strategia. Etoro è un broker a zero commissioni e con un conto demo gratuito (da aprire qui).

Tra l’altro con eToro è possibile copiare automaticamente le operazioni dei trader famosi: in pratica con l’innovativo sistema Copytrading è possibile individuare i trader che hanno guadagnato di più nel passato (ovviamente con rischio minore) e replicare automaticamente le loro operazioni.

Scalping forex

Cominciamo a svelare i segreti di questa attività speculativa, parlandovi dello scalping forex. Investire nel forex con lo scalping significa fare eseguiti di mercato sull’andamento delle valute internazionali.

In questo caso specifico, l’investitore studia dunque l’andamento di una valuta rispetto ad un’altra nel brevissimo periodo, traendo guadagni anche notevoli dalle diverse oscillazioni che si verificano ogni giorno e a qualsiasi orario in questo settore.

Il broker al quale ci si riferisce per lo scalping forex metterà dunque a disposizione dello speculatore una piattaforma per analizzare l’andamento di qualsiasi valuta e decidere come investire il proprio capitale.

Essendo caratterizzata da una durata minima, ciascuna sessione di investimento offrirà così all’utente l’importante beneficio ridurre i rischi. Si tratta di una tecnica mordi e fuggi molto utile per sfruttare le oscillazioni del Forex.

Ma come si fa scalping dal punto di vista pratico? Che sia sul Forex o qualsiasi altro mercato lo scalping segue sempre le stesse regole e non sono difficili. Chiunque abbia fatto un corso di trading per principianti già le conosce, noi le spieghiamo fra poco in modo ancora più semplice.

Come fare Scalping: la tecnica

Gli Scalpers possono effettuare migliaia di transazioni in un determinato periodo di trading. Ci sono tre caratteristiche delle strategie di scalping:

  • posizioni corte,
  • piccoli margini di profitto
  • alti livelli di leva finanziaria

Gli Scalpers tentano di colpire i gap di prezzo e altre “scappatoie” di trading a breve termine che permettono loro di girare rapidamente intorno a una grande posizione per ottenere un profitto.

Per trovare le opportunità di scalping, è necessario iniziare selezionando alcuni indicatori tecnici chiave. Questi indicatori possono aiutare a determinare quando è probabile che si verifichino dei gap di prezzo a breve termine.

Poiché gli scalper si concentrano su posizioni a breve termine con margini di profitto bassi, le migliori strategie di scalping (come la strategia “un minuto” di cui parliamo in seguito) richiedono una certa leva.

Si raccomanda agli scalper di iniziare con una grande quantità di capitale. L’apertura e la chiusura di posizioni più grandi consentono di ridurre i costi marginali del trading e di massimizzare i potenziali guadagni.

Meglio iniziare con un deposito di almeno 200€ (che combacia con il deposito minimo di eToro, clicca qui e scopri la piattaforma).

La di scalping “a un minuto” di cui parliamo in seguito è stata progettata esclusivamente per lo scalping. Si può provarla su un time frame da 1 o 4 ore. Ci si può sentire liberi di provarla su qualsiasi piattaforma, ma noi consigliamo spesso quella di eToro perché è molto adatta.

Riteniamo che la strategia funzioni meglio con il grafico di 5 minuti e 15 minuti. Si tratta di una strategia di scalping forex altamente redditizia che utilizza un indicatore di scalping molto accurato. La semplice strategia di scalping utilizza l’indicatore di volume abbinato all’analisi dell’azione del prezzo.

Indicatore di Volume per lo Scalping

Per iniziare, ecco come si presenta:

Alcuni sostengono che l’indicatore di volume non può essere utilizzato per il trading sul mercato forex. Questo perché non esiste una “borsa centrale”, quindi come può essere letto in modo efficace?

Un’altra argomentazione è che il volume che si vede nel Forex è il volume del “Tick” che si verifica. Questo significa che non si vede l’intero volume che viene scambiato in quel momento come si farebbe con le azioni.

Il volume del “tick” si misura in base a quanto il prezzo è spuntato “su” o “giù” in un particolare insieme di candele. Quindi, più persone entrano a mercato in un dato momento, più lunga sarà la linea del volume.

Questo perché ci sarà più movimento nell’azione del prezzo con tutti quegli ordini di entrata che arrivano. Quindi è normale che in situazioni simili l’indicatore di volume sia, prima di tutto, molto preciso, e secondo, che non abbia un vero e proprio ritardo.

L’indicatore mostra cosa sta facendo l’azione di prezzo e il numero di “ticchettii” su quella barra del grafico a candele. Questo fa sì che la barra abbia questo aspetto:

Gli scalper utilizzano indicatori di volume per molteplici ragioni. Volume e prezzo hanno una relazione molto forte e a breve termine, ma i cambiamenti nel volume di trading di solito avvengono prima di movimenti di prezzo sostenuti. Prestare attenzione agli indicatori di volume permette di sfruttare questi movimenti prima che si verifichino effettivamente.

L’utilizzo di grafici a candela può anche aiutare gli “scalpatori” ad avere una rapida visione del mercato. I grafici a candela contengono più informazioni rispetto ai semplici grafici dei prezzi (come le fasce di prezzo giornaliere), consentendo ai trader di comprendere le tendenze attuali dei prezzi.

Di seguito, parleremo della nostra strategia di scalping di un minuto.

Strategia di scalping di un minuto

Lo Scalping è una strategia di trading che di solito funziona meglio utilizzando un breve time frame. Contrariamente alle strategie di trading di posizione, lo scalping si concentra sulla realizzazione di molte operazioni redditizie con margini notevolmente ridotti come avevamo già sottolineato.

Lo scalping è ideale per i day trader e per gli individui che sono in grado di prendere decisioni chiave in breve tempo. Di solito, non si ha molto tempo per condurre un’analisi fondamentale e tecnica approfondita durante lo scalping. Le medie mobili cambiano continuamente e i prezzi vengono costantemente “corretti”.

Che si tratti di scalare l’EUR: USD, altre coppie di valute o altri beni al di fuori del forex, è importante prestare attenzione ai dettagli. Lo scalping avviene di solito con incrementi di 5-20 minuti.

Tuttavia, se si sta cercando di implementare una strategia di scalping di un minuto, gli indicatori di volume, i grafici temporali M5/M15 e le tendenze di azione dei prezzi dovrebbero essere le prime cose che si guardano.

La chiave per lo scalping durante l’utilizzo di time frame ristretti è di identificare i cambiamenti di prezzo prima che il resto del mercato abbia avuto la possibilità di agire.

Dovreste anche essere disposti ad accettare margini di profitto molto bassi – guadagnare meno dell’1% su un dato eseguito di solito è ancora un ottimo margine. Per questo motivo, molti scalper possono implementare ordini stop-loss e stop-limit di molto stretti.

Scalping con eToro

Per iniziare finalmente a fare scalping, una volta aver imparato tutte le basi su questa attività di investimento, altro ostacolo è quello di scegliere il broker giusto per operare nel settore senza rischi di truffe o richieste esose per quanto riguarda le commissioni.

E’ proprio per questo motivo che abbiamo deciso di consigliare il broker per lo scalping attualmente più sicuro e conveniente in circolazione, stiamo parlando del broker eToro. Tra l’altro eToro mette a disposizione una piattaforma così intuitiva che è accessibile anche a chi non conosce nemmeno il significato di trading.

Il portale in questione è raggiungibile all’indirizzo web www.eToro.it e si farà subito notare a primo impatto dagli infiniti asset in cui il servizio opera sempre nel settore del trading online come:

Etoro offre all’utente la possibilità di cominciare a fare pratica con un conto demo gratuito e denaro fittizio e una piattaforma per fare trading dalla compatibilità universale, con i browser Google Chrome, Mozilla Firefox, Microsoft Edge e tutti i principali sistemi operativi (Windows, Mac, Linux, Android, ecc.).

Iniziare a fare scalping con eToro è gratis, puoi iscriverti qui senza obbligo di deposito ed è senza dubbio un gioco da ragazzi.

L’iscrizione prende meno di 1 minuti e basta versare un importo minimo di 200 euro di deposito dopo la registrazione se si desidera iniziare a fare investimenti in denaro reale.

Inoltre per chi non sa fare scalping eToro mette a disposizione dei traders la possibilità di copiare il profilo dei professionisti che lo fanno tutti i giorni sulla sua piattaforma. Scopri la possibilità offerta dal Copy Trader gratis qui..

Grazie a questa possibilità, l’utente può limitarsi a selezionare i trader che vale la pena copiare: il software automatico di eToro copierà in automatico operazione per operazione. All’utente non resterà che pagare, a fine anno, le tasse sui guadagni di trading (purtroppo in Italia si pagano tasse su tutto).

Scalping o trading Intraday

Lo scalping puro è una realizzazione molto estrema del concetto di trading Intraday, che rappresenta il mercato degli investimenti in assets nell’arco di alcune ore. Anche qui si tratta, ovviamente, di posizioni aperte e chiuse nel breve periodo, ma non così breve come accade nello scalping, dove addirittura l’ordine di riferimento è quello dei secondi.

I vantaggi dello scalping rispetto all’Intraday sono dovuti alla mancanza quasi assoluta di fattori esterni imprevedibili in grado di portare oscillazioni decisive e provocare improvvise perdite.

Ciò accade quando trascorrono minuti o addirittura ore dall’apertura di una posizione. Tenere sotto controllo il prezzo di un asset su grafico a candele per ore, inoltre, porta via tanto tempo (e stress) a chi desidera avere sempre la situazione in pugno.

Tra le varie tecniche di speculazione di tipo Intraday oggi diffuse, quella dello scalping ( che un estremo di tale tecnica) è di gran lunga riconosciuta come la più efficace in assoluto, introdotta per la prima volta nel 2003 da Leonardo Gioacchini (trader italiano noto nel settore anche a livello internazionale) con il libro Scalping dinamico, introdotto di seguito nel prossimo paragrafo.

Scalping dinamico

Chiudiamo la nostra guida su questa interessante tecnica del mondo del trading online con lo scalping dinamico, che in realtà rappresenta il concetto vero e proprio di scalping, racchiudendo nell’aggettivo dinamico la necessità di operare nel brevissimo periodo e dunque in modo molto “movimentato”. Come abbiamo visto sopra, un ottimo strumento per praticare scalping dinamico è eToro che consente agli utenti iscritti di acquistare e vendere posizioni relative a valute (nel caso del forex), azioni, obbligazioni e molto altro ancora.

Alcune differenze tra lo scalping dinamico di Gioacchini e lo scalping più classico, tuttavia, ci sono, perché anziché basarsi banalmente sulla lettura del book, in questo caso l’investitore prende in considerazione l’andamento di domanda e offerta nel tempo (concetto di “dinamico”), usando le informazioni del book soltanto in parte.

Alternative a eToro per fare scalping al meglio

Oltre a eToro ci sentiamo di consigliare altri 2 broker che sono ritenuti ottimi perché non impongono commissioni e quindi favoriscono lo scalping. Abbiamo:

  • Iq Option: broker legale e regolato che ha la caratteristica di essere molto inclusivo, ha infatti un deposito minimo disoli 10€ (provalo ora qui). Inoltre Iq Option dispone di una fantastica piattaforma demo dove provare la tecnica dello scalping a piacimento senza perdite sul conto reale.
  • Trade.com: la seconda alternativa che proponiamo è Trade.com. Questo broker è consigliato perché offre a tutti i traders principianti la possibilità di negoziare lo scalping e di imparare il trading con un corso formato eBook da scaricare gratis (ottienilo qui ora).

Scalping Pro e contro

Facciamo il punto sui pro e contro dello scalping:

  • Non ci si lascia sorprendere dalle inversioni di mercato. Si tiene della tendenza in una direzione e poi ci si dirige verso un’altra.
  • Il tuo tasso di profitto (percentuale di scambi di successo), sarà più elevato. Un buon scalper potrebbe avere un tasso di vincita dell’80% su tutte le operazioni.
  • Il trader non ha bisogno di sapere molto sul titolo. Alcuni scalper fanno a pugni con la necessità di conoscere i fondamenti di un’azione.
  • Permette di diventare traders molto capaci che possono arrivare vedere pochi giorni di trading perdenti. Un trader che sia addestrato a fare lo scalping può restare in positivo ogni giorno per oltre un anno a patto di avere grande esperienza, fortuna e sangue ghiacciato.
  • Richiede un capitale di trading molto limitato se si intende fare piccoli investimenti e piccoli profitti. Questo è un modo molto efficiente di fare trading.
  • Può essere una strategia molto redditizia
  • Diventare trader facendo scalping apre le porte a una grande esperienza e capacità di lettura dei mercati
  • È richiesta la precisione nel trading. Potrebbe essere necessario inserire al centesimo il prezzo d’ingresso giusto.
  • A condizione che si risponda al rumore eccessivo dei mercati. Ogni segnale di entrata può essere sfruttato.
  • Le commissioni possono essere basse se si sceglie di tradare con i broker consigliati, ma attenzione in genere sono molto alte
  • Il trading per le briciole e non per il “denaro reale” potrebbe non piacere.
  • Lo scalping può essere estenuante. Imparare a investire in Borsa con questa tecnica è molto difficile.
Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Like this post? Please share to your friends:
Tutto sulle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: