Azioni Amazon Donald Trump spazza via 5 miliardi con un tweet

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Azioni Amazon: Donald Trump spazza via 5 miliardi con un tweet

Donald Trump con un suo tweet ha cancellato ben oltre $5.7 miliardi di valore delle azioni Amazon, valore espresso dalla quotazione del capitale quotato in borsa.

Andiamo a vedere assieme perchè Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, ha voluto con un Tweet farla pagare ad Amazon e ai suoi azionisti.

Donald Trump ha spazzato via circa 5.7 miliardi di dollari dalla valutazione del mercato azionario le azioni Amazon.

Quando è accaduto? È avvenuto mercoledì 16 agosto 2020 e di nuovo il 29 marzo 2020.

Che cosa è successo? Con un solo tweet che attaccava il gigante al dettaglio online Amazon, Trump ha voluto farla pagare al gigante del commercio internazionale, perchè secondo lui, Amazon non paga le tasse negli Stati Uniti tanto quanto dovrebbe.

Le azioni di Amazon hanno perso addirittura l’1,2 per cento del loro valore in sole due ore di trading pre-mercato dopo i commenti del Presidente Trump.

Riacquistando poi il valore perduto dopo che i mercati sono stati aperti a Wall Street, New York, scendendo fino allo 0,33 per cento all’ora di pranzo.

I have stated my concerns with Amazon long before the Election. Unlike others, they pay little or no taxes to state & local governments, use our Postal System as their Delivery Boy (causing tremendous loss to the U.S.), and are putting many thousands of retailers out of business!

“Ho dichiarato le mie preoccupazioni con Amazon molto prima delle elezioni. A differenza di altri, pagano poche o nessuna tassa ai governi statali e locali, usano il nostro sistema postale come loro fattorino (causando un’enorme perdita agli Stati Uniti) e stanno mettendo fuori mercato molte migliaia di dettaglianti!”

Only fools, or worse, are saying that our money losing Post Office makes money with Amazon. THEY LOSE A FORTUNE, and this will be changed. Also, our fully tax paying retailers are closing stores all over the country. not a level playing field!

“Solo gli sciocchi, o peggio, stanno dicendo che i nostri uffici postali in perdita, fanno soldi con Amazon. LORO PERDONO UNA FORTUNA, e questo sarà cambiato. Inoltre, i nostri rivenditori che pagano le tasse stanno chiudendo negozi in tutto il paese . non c’è parità di condizioni!”

Oramai siamo arrivati al punto in cui il Presidente Trump attacca direttamente Amazon. In previsione ci sono imposte e tasse su misura per attaccare direttamente il gigante del commercio online.

Le previsioni Amazon sono quindi non rosee. Hai delle opinioni in merito? Scrivile nei commenti sotto all’articolo.

Trump attacca le azioni amazon perchè sono proprietari anche del Washington Post

Jeff Bezos che è il ben conosciuto e popolare fondatore oltre che CEO di Amazon, è anche proprietario del famosissimo quotidiano americano “Washington Post”.

Questo giornale molto spesso ha scritto degli articoli che hanno pesantemente messo in cattiva luce l’amministrazione del Presidente Trump: uno degli articoli più popolari è proprio quello che accusava il presidente con il caso chiamato “Russiagate”.

In verità le indagini sono in pieno avanzamento e i collegamenti tra Mosca e i collaboratori di Trump sono solo stati resi noti dal giornale.

Ma Trump fin dall’inizio della campagna elettorale non si è mai risparmiato definendo il Washington Post come giornale che divulga delle false notizie o come dice lui FAKE NEWS.

Quello che ha fatto Trump è in buona sostanza una strategica attività ben congeniata: ha voluto colpire gli azionisti di Bezos, CEO di Amazon , per attaccare duramente il giornale.

Le conseguenze sono state molto pesanti per le azioni Amazon. Guarda qui la quotazione e le previsioni >>

Ogni tweet di Trump come abbiamo già detto qui, ha avuto delle conseguenze disastrose.

Il conflitto di interessi è ben evidente, anche se evidentemente agli americani va bene così.

In verità le azioni Amazon avevano anche deluso le aspettative degli analisti e la perdita dello 0,4% nel pre mercato sono la conseguenza anche di questo evento.

I profitti di Amazon sono stati solo 198 milioni scarsi in calo di ben quasi il 78%.

Come contromossa però Amazon ha divulgato la notizia che assumerà oltre 51 mila persone per contrastare la mossa negativa di Trump.

— Binary Option Europe (@BinaryOptionEU) August 19, 2020

Gli attacchi si possono far risalire alla campagna elettorale. Il video qui sopra ne è un esempio.

Ecco come Trump ha spazzato via una montagna di soldi di valore di azioni Amazon

Il Presidente ha inviato un Tweet che diceva così:

“Amazon sta facendo grandi danni ai rivenditori che pagano le tasse. Città, Paesi e Stati in tutti gli Stati Uniti sono colpiti – si stanno perdendo molti posti di lavoro!”

Amazon is doing great damage to tax paying retailers. Towns, cities and states throughout the U.S. are being hurt – many jobs being lost!

Il sig. Trump ha già criticato Amazon e il Washington Post, di proprietà del fondatore Amazon, Jeff Bezos, per tutti gli articoli che hanno dipinto negativamente il Presidente.

Nel mese di giugno, Trump ha scritto su twitter: “Amazon Washington Post, a volte indicato come il guardiano di Amazon non sta pagando le tasse generate con Internet”.

Nel dicembre 2020, Trump ha accusato il Bezos di utilizzare il Washington Post come uno stratagemma fiscale per ridurre il carico fiscale di Amazon.

Il Presidente Trump ha affermato che le azioni Amazon si “sbriciolerebbero come un sacchetto di carta” senza utilizzare questo stratagemma fiscale.

Mr Bezos possiede il Washington Post tramite una holding che non è però legata direttamente ad Amazon.

Come usa Trump Twitter? È già successo un evento simile alle azioni Amazon?

Il presidente ha ripetutamente utilizzato il suo conto Twitter per attaccare singole società, spesso causando temporanei ribassi alle loro quotazioni.

FACCIAMO DEGLI ESEMPI ORAMAI CASI FAMOSI:

Le azioni Toyota sono affondate in pochi minuti dopo che Trump ha fatto un tweet negativo nel mese di gennaio 2020: Trump si era fortemente messo di traverso e voleva dissuadere l’impresa a trasferirsi in Messico nella Baja California.

Questo tweet aveva causato un calo del valore della società di circa 1,2 miliardi di dollari!

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Da non dimenticare che anche nel mese di dicembre 2020, il presidente aveva attaccato le società Boeing e Lockheed Martin, sostenendo che entrambe stavano addebitando il governo una fattura troppo elevata.

Il valore di Boeing scese di oltre 1 miliardo di dollari in pochi minuti, mentre Lockheed perse oltre 3,5 miliardi di dollari in pochi istanti.

Based on the tremendous cost and cost overruns of the Lockheed Martin F-35, I have asked Boeing to price-out a comparable F-18 Super Hornet!

Un altro attacco di Trump è avvenuto in agosto 2020 : Trump non smette di influenzare i mercati. Su tutti i giornali era rimbalzata la notizia che l’amministratore delegato di Merck Pharma, il signor Ken Frazier era stato attaccato per aver abbandonato il “Manufactoring Council” a causa delle intolleranze razziste e estremismi del presidente.

Trump ha scritto nel tweet: “Ora che Ken Frazier di Merck Pharma ha rassegnato le dimissioni dal Manufactoring Council del presidente, avrà più tempo per abbassare i prezzi dei suoi medicinali!”

Now that Ken Frazier of Merck Pharma has resigned from President’s Manufacturing Council,he will have more time to LOWER RIPOFF DRUG PRICES!

Ritornando alle azioni Amazon , dobbiamo dire che il gigante dell’ecommerce ha affrontato critiche molto pesanti in molti Paesi anche europei per l’importo della tasse che paga negli Stati in cui i fatturati vengono prodotti.

Negli Stati Uniti, la società avente base a Seattle (Stati Uniti) ha combattuto per anni contro la riscossione delle imposte sulle vendite da parte dei clienti.

Dieci Stati americani hanno concesso ad Amazon dei provvedimenti fiscali temporanei in cambio di investimenti locali, secondo la Conferenza Nazionale delle Legislazioni Statali.

La scorsa settimana è emerso che Amazon ha dimezzato la sua responsabilità fiscale britannica a soli 7.4 milioni di sterline, nonostante i ricavi nel Paese britannico ammontino a oltre 7 miliardi di sterline.

Nel 2020 Amazon accettò di smettere di utilizzare una struttura controversa che le aveva permesso di dichiarare tutte le vendite e i profitti in Gran Bretagna attraverso una filiale in Lussemburgo a bassa tassazione dopo un violento attacco eseguito dall’allora Cancelliere George Osborne.

Donald Trump patrimonio netto stimato: palazzi, case e milioni $ [2020]

Quanti soldi ha Donald Trump?

A quanto ammonta il Donald Trump patrimonio?

Quanti soldi ha Donald Trump?

Quante case ha e come si è fatto i soldi Mr Trump?

Queste e molte altre domande troveranno risposta nella nostra guida dedicata al 45esimo presidente degli Stati Uniti più ricco di sempre.

Lo ami o lo odi, Donald Trump è una delle persone più famose al mondo.

Molto prima che diventasse il 45° presidente degli Stati Uniti, Trump era sia sui giornali che in televisione da anni; anzi, decenni.

Oltre alla politica, il presidente degli Stati Uniti è meglio conosciuto come un magnate immobiliare, una star della TV e un imprenditore di varie industrie.

Tra il 1996 e il 2020, è stato il proprietario dei concorsi di bellezza Miss USA e Miss Universo, è stato coautore di numerosi libri, come “The Art of the Deal”, possiede o ha posseduto più grattacieli, casinò e hotel in tutto il mondo, ed era anche il produttore e conduttore di The Apprentice; solo per citarne alcune delle sue imprese.

Donald Trump ha accumulato un notevole patrimonio.

Allo stato attuale, si stima che il Donald Trump patrimonio netto sia di 3,1 miliardi di dollari.

È il primo miliardario a servire come comandante in capo degli Stati Uniti d’America.

Donald Trump patrimonio netto stimato

Patrimonio netto: 3.1 Miliardi di dollari
Data di nascita: June 14, 1946
Paese: United States of America
Origine del patrimonio: immobiliare
Aggiornamento 2020

La giovinezza di Donald Trump

Donald John Trump, figlio di Mary Anne MacLeod e Frederick Trump, è nato nel 1946 nel Queens a New York negli USA.

Suo padre era un magnate immobiliare di New York , quindi Trump era abituato ad avere soldi da sempre.

Qualcuno potrebbe dire che è nato con un cucchiaio d’argento in bocca.

Trump si è laureato all’Accademia Militare di New York, un collegio privato dove fu iscritto quando i suoi genitori scoprirono che stava viaggiando a Manhattan senza permesso.

Successivamente, ha frequentato la Fordham University per due anni, e poi la Wharton School dell’Università della Pennsylvania, dove si è laureato nel 1968 con una laurea in economia.

Mentre frequentava il college, lavorava anche da Elizabeth Trump & Son, l’attività immobiliare della sua famiglia.

Donald Trump ricchezza

Video di Marco Montemagno.

Nel 1982, Donald Trump apparve nella prima lista di Forbes, che elencava le persone più ricche del mondo .

Era incluso nella lista perché possedeva una parte della fortuna di 200 milioni di dollari della sua famiglia.

Tuttavia, non rimase a lungo nell’elenco, poiché subii un bel numero di perdite finanziarie negli anni ’80 e, di conseguenza, Forbes non lo ha incluso tra le persone più ricche del mondo tra il 1990 e il 1995.

Fu riportato anche che le sue perdite lo costrinsero a prendere in prestito denaro dai trust dei suoi fratelli.

Solo molti anni dopo fu aggiunto nella lista di Forbes, dopo aver preso in mano alcune imprese di affari che presumibilmente gli permisero di reintegrare la sua ricchezza.

Nel 2020 Il Donald Trump patrimonio netto stimato ammontava a 7,6 miliardi di dollari; tuttavia, nel 2020, il suo patrimonio netto scese e fu stimato in circa $ 3,1 miliardi, classificandolo come la 248a persona più ricca negli Stati Uniti in quell’anno.

Perché il suo patrimonio netto diminuì?

Secondo Forbes, ci sono alcuni fattori chiave che hanno influenzato la sua ricchezza.

Questi fattori includono:

Cambiamenti delle sanzioni economiche che hanno avuto un impatto negativo sulle industrie immobiliari e al dettaglio, che li hanno resi meno redditizi.

I dettagli che sono stati rilasciati sull’attuale patrimonio netto del presidente contraddicono ciò che potrebbe effettivamente valere; per esempio, mentre stava conducendo una campagna nel 2020, sosteneva di avere 10 miliardi di dollari, ma Forbes scoprì che in realtà ne possedeva molti di meno: circa 7,6 miliardi di dollari.

Inoltre, la somma di denaro che deve a investitori, creditori e dipendenti non è nota e probabilmente ha avuto un impatto sulla sua ricchezza.

Secondo gli esperti finanziari di Forbes, il patrimonio netto di Donald Trump continua a diminuire, nonostante il fatto che abbia tentato di assicurarsi e aumentare i suoi guadagni servendo come presidente (cosa che non dovrebbe fare).

Ad esempio, continua a ricevere donazioni per la sua campagna di rielezione e quel denaro pare sia stato utilizzato per finanziare la sua attività.

Interrogato sul rapporto sulla ricchezza di Trump, l’Organizzazione Trump non ha risposto; tuttavia, suo figlio, Eric, ha dichiarato che suo padre ha sacrificato molto quando Trump ha lasciato le società di famiglia per entrare in politica.

Si può anche presumere che le indagini che circondano Trump abbiano influenzato anche la sua ricchezza.

Inoltre, la sua associazione con diversi scandali ha probabilmente influito sul patrimonio finanziario.

Donald Trump come ha fatto i soldi

Per quanto riguarda la sua situazione finanziaria, Donald Trump iniziò con il piede giusto, grazie a suo padre, Fred Trump.

Fred era un magnate immobiliare che costruì e vendette case per soldati e le loro famiglie quando tornarono dalla seconda guerra mondiale.

In realtà, i primi rapporti di Trump con gli affari iniziarono con la società immobiliare di suo padre.

Assunse le operazioni di Elizabeth Trump & Son nel 1971, che in seguito ribattezzò in Trump Organization.

Inizialmente, Trump si occupava principalmente di investimenti nel settore immobiliare, tra cui condomini, associazioni di condomini e abitazioni sostenute dalla Federal Housing Administration (FHA).

Tuttavia, nel 1980, ampliò la sua attività quando si unì alla casa madre di Harrah’s Casino Resorts, l’Holiday Inn, Corp, per sviluppare un casinò e un complesso alberghiero ad Atlantic City.

Il casinò, Harrah’s at Trump Plaza, fu valutato in $ 250 milioni.

Alla fine, Donald acquistò le quote dei suoi soci e aggiornò il nome del casinò di Atlantic City in Trump Plaza Hotel and Casino.

Il successo di questa proprietà lo portò ad acquistare un’altra proprietà, anche ad Atlantic City.

Spese ben $ 320 milioni per la seconda proprietà, che acquistò da Hilton Hotels.

Quando non riuscì a ottenere la licenza di gioco, rinominò la proprietà in Trump Castle, in quanto non poteva essere usato come un casinò.

Nel 1988, Trump realizzò un altro mega acquisto di immobili; il Plaza Hotel a Manhattan.

La proprietà gli costò circa 400 milioni di dollari e investì 50 milioni di dollari in ristrutturazioni.

Nonostante gli arresti negli anni ’90, quando quasi presentò istanza di fallimento, Donald Trump riuscì a costruirsi una redditizia attività nel settore immobiliare, oltre a una serie di altre iniziative imprenditoriali.

Oggi, la sua ricchezza è supportata da una varietà di fonti, tra cui:

Entrate dalle proprietà che possiede a New York City, che costituiscono un patrimonio stimato di $ 1,5 miliardi della sua ricchezza.

Le vendite di biglietti al Central Park Carousel e alla pista di pattinaggio sul ghiaccio, che ammontano a oltre 13 milioni di dollari di entrate all’anno.

Il marchio Trump e il conto licenze per circa $ 170 milioni del suo patrimonio netto.

Altre proprietà che possiede al di fuori di Manhattan, compresi campi da golf e country club in tutto il mondo, inclusa la Scozia, che si stima portino a centinaia di milioni di dollari.

Solamente Mar-a-Lago, il suo club privato di Palm Beach, vale circa 160 milioni di dollari.

Il suo denaro e i suoi beni personali rappresentano $ 320 milioni della sua ricchezza.

Queste attività comprendono una flotta privata di velivoli, veicoli di lusso, yacht e le sue numerose case private, tra cui il suo attico a Trump Tower (del valore di 57 milioni di dollari) e le sue tre proprietà vicino a Mar-a-Lago (del valore di 36 milioni di dollari).

Matrimoni, divorzi e amanti di Donald Trump

Le relazioni commerciali, il patrimonio netto e le posizioni politiche di Donald Trump non sono le uniche cose che gli hanno permesso di attirarsi l’attenzione dei giornali nel corso degli anni.

È stato anche coinvolto in varie relazioni coniugali, tra cui tre matrimoni (due dei quali si sono conclusi con un divorzio) e molteplici presunti relazioni extraconiugali.

Figlia maggiore di Donald Trump Ivanka e gli altri figli

La prima moglie di Donald fu Ivana, che sposò nel 1977.

È la madre dei suoi primi 3 figli, Donald Jr, Ivanka ed Eric.

Per poco più di un decennio, la coppia fu sposata e la moglie lo assistette nei suoi affari, supervisionando anche la ristrutturazione di The Plaza Hotel, ad esempio.

Tuttavia, il loro matrimonio ha iniziato a incrinarsi quando le voci di un presunto flirt iniziarono a circolare con Marla Maples. Donald e Ivana divorziarono nel 1991.

Le voci sulla relazione extra coniugale si rivelarono vere, e nel 1993, Trump e Marla Maples si sposarono.

Il matrimonio arrivò subito dopo la nascita della loro figlia, Tiffany.

Naturalmente, nemmeno quel matrimonio durò a lungo.

La coppia divorziò nel 1997.

Durante diverse interviste, Maples ha dichiarato di non aver mai voluto sposare Trump, ma lo fece perché era giovane e ascoltò scioccamente le sue promesse.

Ha detto che Trump è “guidato dall’egoismo” e “ossessionato da se stesso”.

Affermò anche che fu la sua giovane figlia, Tiffany, che le diede il coraggio di lasciarlo, dato che la sua priorità era essere una madre e non era più disposta a tollerare il comportamento di Trump.

Citò anche i loro diversi stili e punti di vista sulla vita, in generale, come ragione del loro matrimonio infruttuoso.

Trump non è stato a lungo divorziato da Maples, prima di incontrare la sua attuale moglie, Melania, un’altra modella.

La coppia iniziò a frequentarsi nel 1998 e nel 2005, si sposarono.

Nel 2006, Melania ha dato alla luce Barron, l’unico figlio della coppia.

Melania Trump ora è la First Lady degli Stati Uniti; tuttavia, mentre la coppia è sposata, ci sono state molte accuse contro Trump per quanto riguarda le relazioni extra coniugali.

Nel settembre del 2005, ad esempio, è stata registrata una conversazione con Billy Bush, l’ospite di Access Hollywood.

Durante quella conversazione, Trump ostentava di avere il potere di “afferrare” le donne “per la f–a” perché era famoso.

La registrazione è stata rilasciata da The Washington Post poco prima delle elezioni presidenziali del 2020, e Trump si è scusato per quello che ha detto, dicendo che il discorso era da “spogliatoio”.

Poi c’è la presunta relazione che ha avuto con Stormy Daniels, una star del cinema per adulti, che si dice sia avvenuta nel luglio 2006, appena quattro mesi dopo che la sua attuale moglie ha dato alla luce il loro figlio.

Michael Cohen, avvocato personale di Trump, secondo quanto si riferisce, ha pagato Daniels $ 130.000 poco prima delle elezioni del 2020 per impedire che la relazione diventasse di pubblico dominio.

Da allora, Cohen ha ammesso di aver aiutato ne pagamento del denaro segreto a Daniels quando si è dichiarato colpevole di un totale di otto reati federali, che includevano anche la ricettazione di contributi di campagna illegali.

Karen McDougal, una modella di Playboy, è un’altra donna di cui Trump dice di aver corteggiato.

Questo flirt pare sia iniziato prima della relazione con Daniels, nel giugno 2006.

American Media, di proprietà del National Enquirer e con stretti legami con Donald Trump, ha acquistato i diritti esclusivi sulla storia di McDougal, che, come ha sottolineato The New Yorker, sembra essere stato un modo per impedire che la sua relazione bollente diventasse pubblica, poiché nessuna informazione riguardante quella storia è stata mai pubblicata.

Anche altre donne si sono fatte avanti, affermando di essere state aggredite sessualmente da Donald Trump.

Ad esempio, nel 2020, Natasha Staynoff, reporter di People, ha affermato che Trump l’ha spinta contro un muro e le ha messo la lingua in gola nel 2005, quando era in visita a Mar-a-Lago per intervistare lui e sua moglie incinta, Melania.

Inoltre, diverse donne che hanno partecipato ai concorsi Miss Universo e Miss USA (entrambi di proprietà di Trump) hanno dichiarato di essere state molestate in vari modi.

Summer Zervos, che era una concorrente di The Apprentice, ha anche lei affermato che Trump l’ha aggredita nel 2007, dicendo che l’ha baciata aggressivamente, le ha afferrato il seno e le ha spinto i genitali mentre erano in un incontro al Beverly Hills Hotel.

Trump ha negato ovviamente tutte le accuse.

Tuttavia, dato il numero di storie che sono venute a galla, molte persone credono alle donne che Trump presumibilmente ha aggredito.

Azioni Amazon: Donald Trump spazza via 5 miliardi con un tweet

Vous pouvez trouver autant de produits électroménagers haut de gamme récents que des appareils de 8 à 12 ans en excellente condition.

Stocks

Nous recevons plusieurs livraisons à chaque jour, ce qui nous permet de fournir des lots mélangés en fonction de vos besoins

Transport & marchandises

Par exemple, nous sommes l’acheteur et distributeur exclusif pour tous les électroménagers ‘scratch & dent’ pour la marque GE au Canada.

A 5h de route de Montréal
Venez visiter notre entrepôt
Pieds carrés
Électroménagers
Pieds carrés
Électroménagers

Des clients satisfaits

Annick Propriétaire d’Electro Depot

Après seulement 2 ans dans la revente d’électroménagers usagés, merci à Toronto Appliances, notre entreprise familiale a grossi jusqu’à une boutique de 4000 pieds carrés à Victoriaville en plus d’un entrepôt de 3000 pieds carrés.

Les appareils déjà réparés et garantis qui nous sont expédiés régulièrement nous assurent de ne jamais rater de vente. Le tout, avec un très faible nombre d’appels de service.

Nous avons maintenant entrepris l’ouverture d’un autre magasin de 6500 pieds carrés, cette fois à Drummondville, pour aider à combler la demande pour des appareils de luxe à bas prix. Toronto Appliances sera encore notre principal fournisseur d’appareils usagés de qualité.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!

Like this post? Please share to your friends:
Tutto sulle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: